Connect with us
Pubblicità

Sandra Matuella

Sono nata a Trento il 7 maggio del 1970, in una casa di campagna che era una sorta di fattoria didattica anzitempo: qui è nata la mia passione per i fiori, le piante aromatiche e gli animali, ma la mia “passion predominante” è quella per la musica, tutta la musica; così alla Facoltà di Lettere dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, mi sono laureata con una tesi ad indirizzo artistico e di critica musicale, dedicata alla fortuna italiana del mistero “Le martyre de Saint Sébastien” di d’Annunzio e Debussy (voto 110 e Lode). Questa tesi è stata pubblicata nella rivista di studi dannunziani “Quaderni del Vittoriale/08”. Sempre alla Ca' Foscari ho conseguito la Laurea Magistrale in Musicologia con una tesi che analizza le influenze del mistico armeno Georges Gurdiieff sul teatro musicale d’avanguardia (“L’occhio del cocchiere. Lo sguardo di Peter Brook nella regia d’opera”, voto 110 e Lode). Ho studiato canto lirico al Conservatorio “F.A. Bonporti” di Trento e ballo flamenco al Cdm di Rovereto. Con il laboratorio di Etnomusicologia dell'Università di Trento ho preso parte alle ricerche sul campo nell'ambito dei riti di passione della Settimana Santa in Sardegna, Sicilia, Puglia, Basilicata e Corsica, dei pellegrinaggi mariani in Friuli, i canti del Calendimaggio in Toscana e lo Charivari in Piemonte, Per l'Archivio Provinciale della Tradizione Orale (A.P.T.O.) ho documentato e catalogato canti tradizionali dell'arco alpino, in particolare i canti della “Stéla” della Valle dei Mocheni, Valle di Cembra e Val di Sole. Per conoscere più a fondo la cultura cristiano-cattolica a cui appartengo, ho frequentato il corso triennale di Scienze religiose della Fondazione Bruno Kessler e dell'Istituto Romano Guardini, insieme alla Scuola diocesana di formazione teologica, nel Seminario Maggiore di Trento, dove ho approfondito il mio interesse per ciò che riguarda la Liturgia e la Letteratura Cristiana Antica dei nostri Padri della Chiesa. Iscritta all’Ordine dei Giornalisti dal 1998, elenco Pubblicisti, collaboro con i quotidiani “Trentino” “Alto Adige”, ho collaborato anche con “La Nuova Venezia”, “Osservatore Romano”, Telecittà di Padova, “QT” e “Pentagramma”: dall’estero ho realizzato servizi giornalistici inerenti a progetti culturali promossi da istituzioni trentine e altoatesine, nell’ambito della coralità, della danza e del teatro d’opera, a Barcellona, a Budapest, a Praga, Salonicco, in Siria, in Transilvania, a Varsavia e a Vienna, Per sette anni mi sono occupata del settore media e comunicazione della rassegna “Trentino Danza Estate”, dal 2010 al 2015 ho fatto parte della giuria tecnica del concorso coreografico Danz’è, del festival internazionale di danza contemporanea Oriente Occidente di Rovereto. Da due anni con lo studio mobile di Trento curo le dirette nazionali dal Trentino di Radio Maria. Sono iscritta all’associazione nazionale GRIS, Gruppo di ricerca e informazione socio-religiosa, approvato dalla CEI, e ho frequentato la Scuola Diocesana per la politica, l’economia e il sociale. Faccio parte del movimento “Nova Civilitas” fondato da Gianfranco Amato, il presidente nazionale dei Giuristi per la vita; della Fondazione “Gli Angeli di Maria” fondata da Pantaleo Losapio, meglio noto come Pantaleo delle carceri, e della Associazione “Enrica Bianchi Piccola Mamma” Pro Causa Canonizzazione. I miei passatempi sono l’uncinetto, il ricamo, il lavoro a maglia e le tradizioni erboristiche.

Stories By Sandra Matuella