Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Matteo Renzi: come guadagnare 26 volte di più

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Oggi il Corriere della Sera rivela: “Renzi guadagna 2,6 milioni: l’ex premier ”paperone” dell’opposizione”. Una bella cifretta, non c’è che dire: circa 25 volte quella che guadagna un presidente del Consiglio. Come mai da senatore si può guadagnare molto di più che da capo del governo?

Essenzialmente perché è più facile dedicarsi agli affari quando non si ha un incarico così visibile e controllato. Questo in particolare da quando la politica ha cessato quasi del tutto di essere “autonoma” dall’economia grazie al meccanismo delle “porte girevoli”.

Un tempo i leader politici facevano i politici: per loro diventare parlamentari, ministri, capi del governo era il massimo della carriera. Potevano passare tutta la vita in politica, oppure tornare, una volta finito il loro mandato, al loro lavoro di prima.

Pubblicità
Pubblicità

Oggi i premier iniziano a guadagnare davvero quando finiscono il loro mandato: perché grazie al meccanismo delle “porte girevoli” possono mettere a frutto i loro legami, le loro conoscenze, e collaborare con le grandi multinazionali, che li possono pagare infinitamente di più dello Stato.

Si possono stringere legami con multinazionali cinesi o saudite, come ha fatto Enrico Letta dopo essere stato premier nel 2013, oppure fare come l’altro ex segretario del Pd ed ex premier, Matteo Renzi.

Il quale per il 2015 dichiarava 107.960 euro, per il 2016, ultimo anno da premier, 103.283 euro. E’ una volta lasciato il governo che comincia la pacchia e Matteo Renzi dichiara, per il 2018, 796.281 euro (circa sette vole di più che da premier), per il 2019 1.037.851 euro e per il 2022, come si diceva 2,6 milioni di euro! Una progressione incredibile.

Pubblicità
Pubblicità

E’ sempre il Corriere a spiegarci, en passant, come ciò possa accadere: “Nel 2022, dato ancora non pubblicato perché rientrerà nella prossima denuncia dei redditi, l’ex premier si è dimesso dal board di Delimobil, colosso russo del car sharing, il cui accordo prevedeva un milione di stipendio”.

Dunque Renzi lascia il governo e si mette, tra l’altro, al servizio di un colosso russo: solo quello gli offre oltre 10 volte lo stipendio da premier. Perchè? Forse Renzi è un esperto di car sharing, molto ma molto più bravo di chi se ne occupa per mestiere? Evidentemente no.

Ma evidentemente se il colosso russo offre certe cifre, sa che potrà averne in cambio qualcosa. Renzi, infatti, è stato addentro alle stanze del potere, le conosce e ancora le frequenta… bisogna in qualche modo cooptarlo.

Poi c’è l’Arabia Saudita che paga un altro milione di euro per le consulenze del brillante fiorentino: anche in questo caso, c’è qualcuno che crede che l’Arabia Saudita abbia bisogno dell’inglese di Renzi, delle sue competenza chimiche o economiche, o non è più logico ipotizzare qualcos’altro?

Le domande che sorgono spontanee sono tante: qual’ è oggi l’autonomia della politica dall’economia? E quale l’autonomia del paese, dello Stato dalle multinazionali straniere? E dove sta l’affidabilità di chi sa che gestendo i beni pubblici per qualche anno, potrà poi goderne a livello privato, come un sultano?

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento2 ore fa

Claudio Buriani «quasi» d’accordo con Claudio Cia: «Strutture ospedaliere obsolete, privato meglio che il pubblico»

Italia ed estero3 ore fa

Agenzia cyber: «Massiccio attacco hacker in tutto il mondo, decine di sistemi compromessi

Bolzano5 ore fa

Valanghe: fine settimana tragico, sale a 8 il bilancio delle vittime

Bolzano5 ore fa

Marlengo: 200 Vigili del Fuoco lottano per domare l’incendio – IL VIDEO

Bolzano5 ore fa

Drammatico scontro tra due sciatori in Val D’Ultimo, muore un 37enne

Trento5 ore fa

Tim down anche in Trentino, disservizi su mobili e fissi

Trento9 ore fa

Forte vento, ieri 30 interventi dei Vigili del fuoco sul territorio

Trento11 ore fa

È finita la storia d’amore tra Ignazio Moser e Cecilia Rodriguez

Trento11 ore fa

A Palazzo Geremia il sindaco incontra il console generale americano Robert Needham

Val di Non – Sole – Paganella12 ore fa

Successo, grande partecipazione e importanti testimonianze a Castelfondo per l’evento «Respect»

Trento13 ore fa

A Trento costituito il Nucleo interforze per il controllo dei fondi del Pnrr

Trento13 ore fa

Sentieristica a misura di famiglia: ecco l’accordo tra Provincia, parchi naturali e Apt trentine

Bolzano14 ore fa

A fuoco il bosco sopra Marlengo, particolarmente difficili le operazioni di spegnimento a causa del forte vento

Val di Non – Sole – Paganella14 ore fa

In fiamme due canne fumarie a Commezzadura e in Primiero

Alto Garda e Ledro14 ore fa

Investito da un camion in rotatoria, gravissimo ciclista 42 enne

Trento1 settimana fa

Continuano le truffe del reddito di cittadinanza. Ecco quanti lo ricevono in Trentino

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

Torna in Val di Non la grande “Festa di San Romedio”

Valsugana e Primiero4 settimane fa

Nuovo lutto per la famiglia Cantaloni, dopo la figlia Chiara muore anche il papà Giorgio

Offerte lavoro1 settimana fa

Cercasi commessa/o per nuova apertura negozio centro storico di Trento

Trento3 settimane fa

Condominio da incubo, pluripregiudicato tiene in ostaggio i residenti da anni. Il giudice: «Non si può sfrattare perchè è ai domiciliari»

Vista su Rovereto3 settimane fa

Spazi vuoti e serrande abbassate: la desolazione di Rovereto

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Tragico incidente in Vallagarina, auto contro un Tir: 37 enne muore sul colpo

Trento2 settimane fa

Dalla Security ai set cinematografici: la storia del trentino Stefano Mosca

Trento4 settimane fa

Morto Marco Dorigoni, storico Dj di Studio uno. Aveva 57 anni

Trento11 ore fa

È finita la storia d’amore tra Ignazio Moser e Cecilia Rodriguez

Trento4 settimane fa

60 enne denunciato per bracconaggio e per distillazione illegale di grappa

Trento3 settimane fa

Condominio da incubo via Perini: il soggetto entrerà in comunità alla fine del mese

Giudicarie e Rendena5 giorni fa

Non ce l’ha fatta Luigi Poli: il gestore del Palaghiaccio di Pinzolo è morto ieri

Trento3 settimane fa

«Soliti noti», abusivismo a Villazzano: una storia tutta trentina

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Sviluppo turistico di Coredo, un gruppo di esercenti (e non) chiama a raccolta i cittadini: «Ora tocca a noi darci da fare»

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza