Connect with us
Pubblicità

Trento

Passante ferroviario Trento, Ambrosi: «Nulla contro opera, ma così non va: presentata interrogazione per cambiamento tracciato»

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

“Nessuna contrarietà pregiudiziale, ma massimo impegno affinché il passante ferroviario di Trento venga sì realizzato ma a regola d’arte, tenendo conto di una serie di osservazioni relative alla sicurezza e all’ambiente”. È questo il senso dell’interrrogazione presentata dalla deputata trentina di Fratelli d’Italia Alessia Ambrosi insieme al collega Andrea De Bertoldi, ai ministri dell’Ambiente e Sicurezza energetica e dei Trasporti.

È un progetto dove regna una totale confusione dove le cose da chiarire sono molte. Stanno per partire i lavori del bypass di Trento ma non si sa ancora nulla sul tracciato della nuova ferrovia.

L’assessore Gottardi in risposta ad una interrogazione di Paolo Zanella ha affermato a Rovereto Rfi sta studiando le due ipotesi discusse dal Consiglio di Rovereto e dal comitato scientifico del corridoio del Brennero. Rfi ha incaricato dei i progetti di fattibilità Italfer, che entro maggio presenterà lo studio di prefattibilità.

Pubblicità
Pubblicità

Le seconda fase verrà conclusa entro il 2023. Per le tratte di completamento sono stati fatti incontri con gli enti locali, in quanto ci sono già ipotesi per il tracciato Trento e Salorno e sono in corso confronti con la Provincia di Bolzano.

Il tema dei cameroni, ha ricordato, è presente in un allegato al progetto bypass che contiene le modifiche progettuali che prevedono la sovrapposizione delle linee ferroviarie.

Poi ci sono le nuove perizie da fare sul terreno inquinato della ex Sloi, mentre proseguono a rilento gli accordi per l’esproprio della case che si trovano sul tragitto. Solo 17 su 40 hanno accettato, gli altri hanno alzato gli scudi e non ne vogliono andare dalle proprie case.

Pubblicità
Pubblicità

Tornando all’interrogazione di Alessia Ambrosi, nella premessa del documento, sottolinea come ci sia il rischio di «creare gravi problemi di sicurezza ambientale dovuti alla presenza di piombo tetraetile, estremamente tossico, nelle aree ferroviarie limitrofe all’ex SLOI e nei due SIN.

Esistono inoltre potenziali rischi per la sicurezza delle persone, come peraltro evidenziato anche dalla Provincia Autonoma di Trento, che non ha potuto esprimere un parere favorevole ma si è limitata a trasmettere i pareri al competente Ministero interrogato; mentre il Consiglio comunale ha dato parere favorevole, ma ignorando le prescrizioni SIN».

Per la deputata trentina «la decisione di progettare l’opera della circonvallazione ferroviaria in un’area sede in passato di due fabbriche estremamente inquinanti conferma purtroppo un errore concettuale di fondo: la sottovalutazione del tema da parte di RFI nella predisposizione del progetto di fattibilità; così come appare altresì superficiale la scarsa valutazione dell’attraversamento della paleofrana esistente sotto il monte Marzola, considerato che sussistono concreti pericoli di slittamento e movimenti franosi sul versante interessato dalla realizzazione dell’opera.

«Risulta perciò urgente e necessario intraprendere adeguate iniziative volte a sospendere la fase progettuale per poter dare vita a un monitoraggio più efficiente ed accurato –  conclude Ambrosi –  per verificare gli effettivi rischi derivanti dalla presenza di sostanze inquinanti all’interno dell’area ferroviaria interessata ed eventualmente riconsiderare completamente il progetto medesimo, orientandolo verso un tracciato differente».

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Val di Non – Sole – Paganella21 minuti fa

Sfruz festeggia la sua patrona: cresce l’attesa per la sagra di Sant’Agata

Valsugana e Primiero54 minuti fa

A fuoco del materiale ferroso a Grigno, intervengono i vigili del fuoco

Spettacolo3 ore fa

Filippo Porro e Simone Zambelli portano al Teatro di Meano “Ombelichi tenui”

Trento4 ore fa

Abbattute alcune piante malate nella Circoscrizione Oltrefersina

Val di Non – Sole – Paganella4 ore fa

Fibra ottica a Cavedago, serata informativa

Valsugana e Primiero4 ore fa

Recuperato nella notte un escursionista bloccato nella neve sopra il Col di Luna

Italia ed estero5 ore fa

“Spero che tutto questo finisca presto, spero in un futuro migliore” le parole di chi vive in Russia

Trento6 ore fa

In fiamme una vettura nel bosco della città

Piana Rotaliana6 ore fa

Dopo 38 anni in Azienda Sanitaria, primo giorno da pensionato per il dottor Giorgio Devigili: «Grazie a tutti i miei pazienti, il contatto con loro è ciò che mi mancherà di più»

Rovereto e Vallagarina6 ore fa

Trovato morto in casa un 60 enne di Rovereto

Io la penso così…7 ore fa

Le contraddizioni della nostra sanità: mille scartoffie per la privacy e camere miste negli ospedali trentini

Trento8 ore fa

Caso Saverio Tateo e Liliana Mereu: chiuse le indagini

Bolzano8 ore fa

Fienile in fiamme, morte capre e pecore

Val di Non – Sole – Paganella8 ore fa

Cles: nominato il direttore di ostetricia e ginecologia

Giudicarie e Rendena9 ore fa

Non ce l’ha fatta Luigi Poli: il gestore del Palaghiaccio di Pinzolo è morto ieri

Trento5 giorni fa

Continuano le truffe del reddito di cittadinanza. Ecco quanti lo ricevono in Trentino

Trento4 settimane fa

Dramma a Trento: ricercatrice muore a 42 anni per un malore improvviso

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

Torna in Val di Non la grande “Festa di San Romedio”

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Nuovo lutto per la famiglia Cantaloni, dopo la figlia Chiara muore anche il papà Giorgio

Trento2 settimane fa

Condominio da incubo, pluripregiudicato tiene in ostaggio i residenti da anni. Il giudice: «Non si può sfrattare perchè è ai domiciliari»

Offerte lavoro6 giorni fa

Cercasi commessa/o per nuova apertura negozio centro storico di Trento

Vista su Rovereto3 settimane fa

Spazi vuoti e serrande abbassate: la desolazione di Rovereto

economia e finanza4 settimane fa

Il colosso Amazon licenzia 18 mila dipendenti

Rovereto e Vallagarina3 settimane fa

Tragico incidente in Vallagarina, auto contro un Tir: 37 enne muore sul colpo

Trento2 settimane fa

Dalla Security ai set cinematografici: la storia del trentino Stefano Mosca

Trento3 settimane fa

Morto Marco Dorigoni, storico Dj di Studio uno. Aveva 57 anni

Trento3 settimane fa

60 enne denunciato per bracconaggio e per distillazione illegale di grappa

Trento2 settimane fa

Condominio da incubo via Perini: il soggetto entrerà in comunità alla fine del mese

Trento4 settimane fa

Lutto nell’azienda sanitaria: muore a 58 anni Martina Liber

Trento2 settimane fa

«Soliti noti», abusivismo a Villazzano: una storia tutta trentina

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza