Connect with us
Pubblicità

Società

«Fondo dopo di noi», Corte dei Conti: regioni in ritardo nell’attuazione delle misure

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Dei circa 466 milioni di euro stanziati tra il 2016 e il 2022 per l’autonomia e l’inclusione delle persone con disabilità grave e senza sostegno famigliare, soltanto 240 sono stati effettivamente trasferiti alle Regioni, che non hanno provveduto a rendicontare l’effettiva attribuzione delle risorse ai destinatari. Solamente sei Regioni risultano aver ricevuto tutte le somme complessivamente assegnate. Queste sono Abruzzo, Emilia-Romagna, Friuli Venezia-Giulia, Lazio, Toscana e Piemonte.

La quasi totalità delle Regioni ha partecipato alla rilevazione, con l’eccezione della Valle d’Aosta (e tenuto conto che le Province Autonome di Trento e Bolzano non partecipano al riparto delle risorse, ai sensi di quanto disposto dall’art. 2, comma 109, della legge 191/2009).

E’ quanto emerso dall’analisi conclusiva, approvata con Delibera n. 55/2022/G, che la Sezione centrale di controllo sulla gestione delle amministrazioni dello Stato della Corte dei conti ha condotto sull’attuazione delle misure volte al benessere, la piena inclusione sociale e l’autonomia delle persone con disabilità grave prive di sostegno familiare, previste nel “Fondo Dopo di Noi” .

Nel documento, la magistratura contabile, oltre a rilevare come il numero dei beneficiari (tra i 100 e i 150 mila) sia stato stimato in modo solo indiretto e parziale, ha evidenziato che la mancanza di strumenti idonei ad arginare prontamente i ritardi e a superare le inadempienze delle Regioni non ha consentito, finora, di verificare che le risorse stanziate nel bilancio dello Stato siano state interamente utilizzate allo scopo e nei tempi programmati.

Il fatto – prosegue la Corte – che solamente 8.424 persone risultano aver effettivamente beneficiato delle prestazioni erogate, evidenzia un’applicazione della legge ancora molto limitata ed estremamente eterogenea a livello territoriale, mostrando, ancora una volta, le difficoltà delle Regioni del mezzogiorno.

Una situazione che mette in luce sia l’urgenza di dover determinare i Livelli Essenziali delle Prestazioni (LEP) da garantire alle persone con disabilità, sia la necessità di controlli idonei a verificare, su tutto il territorio nazionale, la corretta e completa attuazione della legge n. 112/2016, istitutiva del Fondo.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Val di Non – Sole – Paganella18 minuti fa

Fibra ottica a Cavedago, serata informativa

Valsugana e Primiero24 minuti fa

Recuperato nella notte un escursionista bloccato nella neve sopra il Col di Luna

Italia ed estero57 minuti fa

“Spero che tutto questo finisca presto, spero in un futuro migliore” le parole di chi vive in Russia

Piana Rotaliana2 ore fa

Dopo 38 anni in Azienda Sanitaria, primo giorno da pensionato per il dottor Giorgio Devigili: «Grazie a tutti i miei pazienti, il contatto con loro è ciò che mi mancherà di più»

Rovereto e Vallagarina2 ore fa

Trovato morto in casa un 60 enne di Rovereto

Io la penso così…3 ore fa

Le contraddizioni della nostra sanità: mille scartoffie per la privacy e camere miste negli ospedali trentini

Trento4 ore fa

Caso Saverio Tateo e Liliana Mereu: chiuse le indagini

Bolzano4 ore fa

Fienile in fiamme, morte capre e pecore

Val di Non – Sole – Paganella4 ore fa

Cles: nominato il direttore di ostetricia e ginecologia

Giudicarie e Rendena5 ore fa

Non ce l’ha fatta Luigi Poli: il gestore del Palaghiaccio di Pinzolo è morto ieri

Trento6 ore fa

Crollo iscritti nelle scuole d’infanzia trentine: ieri la discussione del ddl «Zerosei»

Trento6 ore fa

Dopo le polemiche Segnana chiarisce: «Il polo di medicina si farà in via Monte Baldo»

Trento7 ore fa

Il consiglio comunale di Trento vota no al condono

Trento8 ore fa

Isis in Trentino: concluse le indagini su Mines Hodza

Sport8 ore fa

Azione di classe contro la Juventus per il caso plusvalenze, i tifosi devono essere risarciti

Trento5 giorni fa

Continuano le truffe del reddito di cittadinanza. Ecco quanti lo ricevono in Trentino

Trento4 settimane fa

Dramma a Trento: ricercatrice muore a 42 anni per un malore improvviso

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

Torna in Val di Non la grande “Festa di San Romedio”

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Nuovo lutto per la famiglia Cantaloni, dopo la figlia Chiara muore anche il papà Giorgio

Trento2 settimane fa

Condominio da incubo, pluripregiudicato tiene in ostaggio i residenti da anni. Il giudice: «Non si può sfrattare perchè è ai domiciliari»

Offerte lavoro6 giorni fa

Cercasi commessa/o per nuova apertura negozio centro storico di Trento

Vista su Rovereto2 settimane fa

Spazi vuoti e serrande abbassate: la desolazione di Rovereto

economia e finanza4 settimane fa

Il colosso Amazon licenzia 18 mila dipendenti

Rovereto e Vallagarina3 settimane fa

Tragico incidente in Vallagarina, auto contro un Tir: 37 enne muore sul colpo

Trento2 settimane fa

Dalla Security ai set cinematografici: la storia del trentino Stefano Mosca

Trento3 settimane fa

Morto Marco Dorigoni, storico Dj di Studio uno. Aveva 57 anni

Trento3 settimane fa

60 enne denunciato per bracconaggio e per distillazione illegale di grappa

Trento2 settimane fa

Condominio da incubo via Perini: il soggetto entrerà in comunità alla fine del mese

Trento4 settimane fa

Lutto nell’azienda sanitaria: muore a 58 anni Martina Liber

Trento2 settimane fa

«Soliti noti», abusivismo a Villazzano: una storia tutta trentina

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza