Connect with us
Pubblicità

Io la penso così…

Piste da sci prese d’assalto: tanti turisti, troppi interventi

Pubblicato

-

Foto di Glade Optics su Unsplash
Pubblicità

Pubblicità

Egregio Direttore,

Pensavo che dopo due anni di Pandemia, restrizioni e distanze da mantenere la gente avesse finalmente imparato a non ammassarsi come un branco di pecore in un luogo ristretto. Sbagliavo.

Nel weekend di Natale sono andata in montagna a sciare, io come molti altri trentini e turisti provenienti da Italia e dall’estero. Pensavo che due anni di restrizioni avessero portato del buonsenso. Sbagliavo. Le piste da sci affollate a livelli pre-Pandemia sono una realtà che può portare sollievo a chi vive di turismo, fanno girare l’economia ed è certamente un dato ottimo visto il difficile momento tra bollette allucinanti e prezzi che hanno raggiunto livelli stellari in tutti i settori.

Tuttavia, prendere d’assalto senza criterio gli impianti, farà anche bene all’economia ma non così tanto alla sicurezza degli altri.

Lo spettacolo a cui ho assistito nel fine settimana era tragicomico: ad un certo punto potevo solo ridere. E andarmene. Gente che sciava a velocità inaudita, altra che sciava su piste troppo difficili, ragazzi impegnati a fare video palesemente per  TikTok. Persone che imbracciavano gli sci e scendevano a piedi. Di tutto.

Io sono rimasta allibita. Al TG ho sentito che ci sono stati circa 40-50 interventi nel solo weekend. Tenuto conto che in molti faranno una o due settimane sulla neve, credo che i soccorsi avranno di che lavorare in queste vacanze. Sinceramente, questi li vedo come dati preoccupanti.

Pubblicità
Pubblicità

Comprendo la voglia di tornare all’aria aperta, nella natura, dopo tanto tempo. Ma non comprendo la mancanza di responsabilità e coscienza nel lanciarsi in situazioni e piste non adatte alle proprie capacità. Io stessa ho schivato per pura fortuna alcuni bambini che avevano ben poco controllo degli sci.

In Trentino ci sono numerosi impianti ed istruttori di qualità. Capisco i costi ulteriori, ma invece che trascinarsi dietro bambini e ragazzi poco stabili, gli adulti potrebbero pensare alla sicurezza degli altri sciatori andando loro da una parte ed i figli da un’altra con gli istruttori.

Così come i ragazzi potrebbero capire che bisogna avere più responsabilità quando si scia (anche se questo so che è più complicato, siamo stati giovani anche noi e eravamo altrettanto selvaggi).

Mi illudo di tornare in pista la prossima settimana, ma so che la situazione sarà pressoché identica.

Laura, Rovereto.

Potete inviare le email al direttore da inserire nella rubrica «io la penso così» scrivendo a: [email protected] – (La vostra opinione conta, sempre….)

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Val di Non – Sole – Paganella58 secondi fa

Si è spento a 84 anni don Beniamino Zanotelli

Val di Non – Sole – Paganella50 minuti fa

Sfruz festeggia la sua patrona: cresce l’attesa per la sagra di Sant’Agata

Valsugana e Primiero1 ora fa

A fuoco del materiale ferroso a Grigno, intervengono i vigili del fuoco

Spettacolo4 ore fa

Filippo Porro e Simone Zambelli portano al Teatro di Meano “Ombelichi tenui”

Trento4 ore fa

Abbattute alcune piante malate nella Circoscrizione Oltrefersina

Val di Non – Sole – Paganella5 ore fa

Fibra ottica a Cavedago, serata informativa

Valsugana e Primiero5 ore fa

Recuperato nella notte un escursionista bloccato nella neve sopra il Col di Luna

Italia ed estero5 ore fa

“Spero che tutto questo finisca presto, spero in un futuro migliore” le parole di chi vive in Russia

Trento6 ore fa

In fiamme una vettura nel bosco della città

Piana Rotaliana7 ore fa

Dopo 38 anni in Azienda Sanitaria, primo giorno da pensionato per il dottor Giorgio Devigili: «Grazie a tutti i miei pazienti, il contatto con loro è ciò che mi mancherà di più»

Rovereto e Vallagarina7 ore fa

Trovato morto in casa un 60 enne di Rovereto

Io la penso così…8 ore fa

Le contraddizioni della nostra sanità: mille scartoffie per la privacy e camere miste negli ospedali trentini

Trento8 ore fa

Caso Saverio Tateo e Liliana Mereu: chiuse le indagini

Bolzano8 ore fa

Fienile in fiamme, morte capre e pecore

Val di Non – Sole – Paganella9 ore fa

Cles: nominato il direttore di ostetricia e ginecologia

Trento5 giorni fa

Continuano le truffe del reddito di cittadinanza. Ecco quanti lo ricevono in Trentino

Trento4 settimane fa

Dramma a Trento: ricercatrice muore a 42 anni per un malore improvviso

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

Torna in Val di Non la grande “Festa di San Romedio”

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Nuovo lutto per la famiglia Cantaloni, dopo la figlia Chiara muore anche il papà Giorgio

Trento2 settimane fa

Condominio da incubo, pluripregiudicato tiene in ostaggio i residenti da anni. Il giudice: «Non si può sfrattare perchè è ai domiciliari»

Offerte lavoro6 giorni fa

Cercasi commessa/o per nuova apertura negozio centro storico di Trento

Vista su Rovereto3 settimane fa

Spazi vuoti e serrande abbassate: la desolazione di Rovereto

economia e finanza4 settimane fa

Il colosso Amazon licenzia 18 mila dipendenti

Rovereto e Vallagarina3 settimane fa

Tragico incidente in Vallagarina, auto contro un Tir: 37 enne muore sul colpo

Trento2 settimane fa

Dalla Security ai set cinematografici: la storia del trentino Stefano Mosca

Trento3 settimane fa

Morto Marco Dorigoni, storico Dj di Studio uno. Aveva 57 anni

Trento3 settimane fa

60 enne denunciato per bracconaggio e per distillazione illegale di grappa

Trento2 settimane fa

Condominio da incubo via Perini: il soggetto entrerà in comunità alla fine del mese

Trento4 settimane fa

Lutto nell’azienda sanitaria: muore a 58 anni Martina Liber

Trento2 settimane fa

«Soliti noti», abusivismo a Villazzano: una storia tutta trentina

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza