Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

In Iran continua la repressione: polizia spara ai genitali delle donne e apre alle impiccagioni per i manifestanti

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

In Iran la repressione contro chi protesta per l’uccisione di Masha Amini continua e centinaia di persone hanno già perso la vita. Ora però il regime avrebbe preso una strada più dura, quella verso l’esecuzione dei condannati.  Il primo è il 23enne Mohsen Shekari Noury che dopo essere stato incolpato per aver condotto “una guerra contro Dio” è stato condannato a morte per impiccagione.

La sua “colpa” era di essere un rivoltoso: il 25 settembre aveva ostruito una delle strade principali della capitale iraniana e ferito un paramilitare.

Secondo l’agenzia iraniana Mizan,  il ragazzo potrebbe essere stato pagato per farlo, il che alimenterebbe la versione del regime secondo il quale le proteste sono state istigate dai «nemici internazionali».  Ora altri undici ragazzi sarebbero in lista di attesa per l’esecuzione.

La repressione colpisce i manifestanti, sia uomini che donne, ma sono soprattutto loro ad essere nel mirino della polizia. Le forze di sicurezza iraniane, infatti, starebbero sparando a distanza ravvicinata le donne impegnate nella manifestazione, colpendole ai genitali, al petto e al volto.

Per quanto sta accadendo, il portavoce di Amnesty Italia lancia un appello che guarda anche a Palazzo Chigi: “Chiediamo a tutte le ambasciate presenti nel paese di inviare propri rappresentanti ai processi”. Un appello che si unisce con forza a quello già arrivato dalla Iran Human Rights,  chiedendo  un’azione urgente da parte della comunità internazionale per fermare l’esecuzione dei manifestanti.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    rel="nofollow"Pubblicità
Io la penso così…4 settimane fa

«Il Trentino Alto Adige, un luogo da sogno con persone (spesso turisti) da incubo»

Trento4 settimane fa

Dramma a Trento: ricercatrice muore a 42 anni per un malore improvviso

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Torna in Val di Non la grande “Festa di San Romedio”

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Nuovo lutto per la famiglia Cantaloni, dopo la figlia Chiara muore anche il papà Giorgio

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Tragedia di Capodanno: è morta la 25 enne roveretana Valentina Vallenari Benedetti, troppo gravi le ferite riportate nell’incidente lo scorso 31 dicembre

Trento1 giorno fa

Continuano le truffe del reddito di cittadinanza. Ecco quanti lo ricevono in Trentino

Trento2 settimane fa

Condominio da incubo, pluripregiudicato tiene in ostaggio i residenti da anni. Il giudice: «Non si può sfrattare perchè è ai domiciliari»

Vista su Rovereto2 settimane fa

Spazi vuoti e serrande abbassate: la desolazione di Rovereto

economia e finanza3 settimane fa

Il colosso Amazon licenzia 18 mila dipendenti

Rovereto e Vallagarina2 settimane fa

Tragico incidente in Vallagarina, auto contro un Tir: 37 enne muore sul colpo

Offerte lavoro2 giorni fa

Cercasi commessa/o per nuova apertura negozio centro storico di Trento

Trento2 settimane fa

Morto Marco Dorigoni, storico Dj di Studio uno. Aveva 57 anni

Trento7 giorni fa

Dalla Security ai set cinematografici: la storia del trentino Stefano Mosca

Trento3 settimane fa

60 enne denunciato per bracconaggio e per distillazione illegale di grappa

Trento1 settimana fa

Condominio da incubo via Perini: il soggetto entrerà in comunità alla fine del mese

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza