Connect with us
Pubblicità

Arte e Cultura

Vittorio Sgarbi visita “Il presepe di Padre Kino” di Luigi Ballarin al Mart di Rovereto

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Anche Vittorio Sgarbi ha voluto ammirare “Il presepe di Padre Kino” realizzato dall’artista veneziano Luigi Ballarin.

Il quadro, che rimarrà esposto sino all’8 gennaio 2023 nel salone di ingresso del Mart, Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto, consiste in una grande tela (m 3,60 x 2,40) che interpreta la narrazione con cui padre Venerabile Eusebio Chini, noneso di Segno e missionario gesuita a cavallo dei Sei e Settecento nella Nuova Spagna, oggi Messico e Arizona, avrebbe potuto raccontare ai suoi Nativi Pima il mistero della Natività e della Sacra Famiglia.

L’OPERA IN MOSTRA – Una capanna fatta di pelli, tipica delle tribù del popolo nativo Pima; Maria e Giuseppe nei costumi di quelle parti; un bisonte al posto del bue e un puma al posto dell’asinello; tre capi indiani nei loro abiti coloratissimi che sostituiscono i nostri Re Magi.

Pubblicità
Pubblicità

Le donne indios che portano alla Sacra capanna le ceste intrecciate; alcuni giovani in piena danza tribale negli sgargianti costumi delle feste; gli uomini che espongono fieri le ceramiche prodotte con le loro mani; i bambini che giocano… e, sullo sfondo, il Padre a cavallo, il Kino venuto da lontano, che scruta il cielo seguendo con gli occhi attenti il corso della cometa che ebbe modo di studiare nel viaggio per mare con cui raggiunse, appunto, la Nuova Spagna di allora.

E laggiù, sulla destra, persa nel blu della notte e appena distinguibile tra le ombre dei giganteschi saguari del desierto de Sonora ecco il profilo della missione di San Xavier del Bac (Tucson, Arizona), una delle ventiquattro costruite dal missionario trentino nel corso del suo apostolato oltre oceano.

“Il “germe” originario della Fede è racchiuso, in fin dei conti, nella nascita di un neonato migrante in terra lontana assieme ai suoi genitori, eppure accolto dalla gente più povera ma anche dai sapienti del mondo di allora come un Figlio importante – spiega Mauro Neri nel suo testo critico – Segno di speranza per i deboli e di conferma per i grandi.

Pubblicità
Pubblicità

Oggi le forme e le armonie cromatiche di Luigi Ballarin entrano nel tempio laico dell’arte moderna e contemporanea del Trentino per raccontare la Natività di duemila anni fa spalmando sulla grande tela gli stessi toni semplici e suscitando la medesima magia che dovettero affascinare il cuore dei Pima nell’ascoltare la narrazione del loro padre Kino. Lo ha capito molto bene l’amico Franco Panizza, che si è prontamente attivato per far sì che fosse proprio padre Chini ad augurare Buon Natale a tutti i visitatori del Mart di Rovereto”.

UN RICHIAMO ALLA SEMPLICITA’ – Di fronte a questa Sacra Rappresentazione ambientata nel cuore arido del deserto più terribile del mondo, che però fa riemergere in ognuno di noi le immagini dei tanti presepi della nostra infanzia, veniamo proiettati a duemila anni fa per rivivere quella stessa sorpresa, quello stesso incanto meravigliato che dovettero provare gli uomini e le donne di Betlemme nel seguire la stella cometa in cielo e nell’arrivare al cospetto di un evento che non può non toccare l’immaginazione delle donne e degli uomini di oggi.

 “Quello di Kino, attraverso l’arte di Luigi Ballarin, è un richiamo alla semplicità di un Natale positivo, sorridente, calmo e magari anche un po’ silenzioso – conclude Mauro Neri – Il silenzio della riflessione su quel che sta accadendo attorno a noi; il silenzio del nostro cuore davanti alle cento e cento guerre che agitano i popoli della Terra; il silenzio di fronte alla gioia infinita di una madre e di un padre che non sanno staccare gli occhi dal figlio appena nato; il silenzio dello stupore ma anche della speranza.

Perché in fin dei conti nella notte di Natale non possiamo non sognare che l’Uomo riemerga dal buio della notte e si lasci illuminare dalla luce strisciante di una stella cometa che attraversa il cielo e dalla figura di un uomo vestito di nero in sella al suo cavallo che invita ognuno di noi a seguirlo sulle strette e faticose vie, che però conducono a quella capanna di pelli che si alza dalla sabbia del deserto. In cui tutto ebbe inizio”.

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento3 ore fa

Forte vento, ieri 30 interventi dei Vigili del fuoco sul territorio

Trento5 ore fa

È finita la storia d’amore tra Ignazio Moser e Cecilia Rodriguez

Trento5 ore fa

A Palazzo Geremia il sindaco incontra il console generale americano Robert Needham

Val di Non – Sole – Paganella5 ore fa

Successo, grande partecipazione e importanti testimonianze a Castelfondo per l’evento «Respect»

Trento7 ore fa

A Trento costituito il Nucleo interforze per il controllo dei fondi del Pnrr

Trento7 ore fa

Sentieristica a misura di famiglia: ecco l’accordo tra Provincia, parchi naturali e Apt trentine

Bolzano8 ore fa

A fuoco il bosco sopra Marlengo, particolarmente difficili le operazioni di spegnimento a causa del forte vento

Val di Non – Sole – Paganella8 ore fa

In fiamme due canne fumarie a Commezzadura e in Primiero

Alto Garda e Ledro8 ore fa

Investito da un camion in rotatoria, gravissimo ciclista 42 enne

Italia ed estero10 ore fa

Coesistere con i grandi predatori: un nuovo studio

Cani Gatti & C11 ore fa

Nasce “Quattro Zampe in Famiglia”, il nuovo motore di ricerca per adottare cani e gatti ospiti in canili e gattili di tutta Italia

Vita & Famiglia12 ore fa

Dalla 45ª Giornata per la Vita alla manifestazione del prossimo maggio – “Restiamo Liberi”, la rubrica settimanale di Pro Vita & Famiglia

Bolzano21 ore fa

Slavina in Alto Adige: investite due turiste tedesche, una purtroppo è rimasta uccisa

Piana Rotaliana21 ore fa

Poste chiuse a Mezzolombardo? Il “Progetto di Rete” accompagna gli anziani all’ufficio sostitutivo di Mezzocorona

Trento22 ore fa

Occupazione abusiva a Cognola, una storia di ordinaria follia

Trento1 settimana fa

Continuano le truffe del reddito di cittadinanza. Ecco quanti lo ricevono in Trentino

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

Torna in Val di Non la grande “Festa di San Romedio”

Valsugana e Primiero4 settimane fa

Nuovo lutto per la famiglia Cantaloni, dopo la figlia Chiara muore anche il papà Giorgio

Offerte lavoro1 settimana fa

Cercasi commessa/o per nuova apertura negozio centro storico di Trento

Trento3 settimane fa

Condominio da incubo, pluripregiudicato tiene in ostaggio i residenti da anni. Il giudice: «Non si può sfrattare perchè è ai domiciliari»

Vista su Rovereto3 settimane fa

Spazi vuoti e serrande abbassate: la desolazione di Rovereto

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Tragico incidente in Vallagarina, auto contro un Tir: 37 enne muore sul colpo

Trento2 settimane fa

Dalla Security ai set cinematografici: la storia del trentino Stefano Mosca

Trento3 settimane fa

Morto Marco Dorigoni, storico Dj di Studio uno. Aveva 57 anni

Trento4 settimane fa

60 enne denunciato per bracconaggio e per distillazione illegale di grappa

Trento2 settimane fa

Condominio da incubo via Perini: il soggetto entrerà in comunità alla fine del mese

Giudicarie e Rendena4 giorni fa

Non ce l’ha fatta Luigi Poli: il gestore del Palaghiaccio di Pinzolo è morto ieri

Trento3 settimane fa

«Soliti noti», abusivismo a Villazzano: una storia tutta trentina

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Sviluppo turistico di Coredo, un gruppo di esercenti (e non) chiama a raccolta i cittadini: «Ora tocca a noi darci da fare»

Rovereto e Vallagarina4 giorni fa

Trovato morto in casa un 60 enne di Rovereto

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza