Connect with us
Pubblicità

Arte e Cultura

Bisesti sull’inclusione scolastica: «Il Trentino fra i territori più virtuosi d’Italia per il diritto all’istruzione»

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Nella giornata internazionale della disabilità la scuola trentina si schiera ancora una volta a favore dell’inclusione.

L’assessore provinciale all’istruzione Mirko Bisesti interviene sull’errata lettura data al Report ISTAT sull’inclusione scolastica da alcuni media trentini, dove il dato della bassa compilazione del questionario campionario inviato direttamente alle scuole, è stato interpretato erroneamente come valore della qualità dell’inclusione, così come è stato letto in maniera opposta il dato della presenza di strumenti di assistenza e facilitazione alla comunicazione, per i quali la Provincia autonoma di Trento risulta, insieme alla Lombardia, essere tra i territori più virtuosi – e non il fanalino di coda della scuola italiana.

La Provincia autonoma di Trento è storicamente in Italia una delle amministrazioni scolastiche che maggiormente ha investito nell’inclusione e nel diritto universale all’istruzione”: ci tiene a evidenziarlo l’assessore Bisesti, nel ringraziare tutto il personale che nella scuola e con la scuola lavora, a favore di studenti e studentesse con disabilità e con bisogni educativi speciali e “ciò a partire da una norma e da un regolamento chericorda ancora l’assessorearrivò quattro anni prima delle Linee guida nazionali e che i recenti interventi normativi e i dati Invalsi confermano ancora una volta in prima linea nell’impegno a favore di alti livelli di equità e di accessibilità, anche per chi parte da situazioni di svantaggio.

Pubblicità

Clicca qui per la tua piscina da sogno


Pubblicità

I dati Invalsi del Trentino mettono in luce, infatti, un sistema con livelli di eccellenza sull’equità, che coltiva la crescita dei livelli delle competenze proprio degli alunni e delle alunne che si collocano nella situazione di svantaggio, “perché il contrasto alla dispersione implicita sia la sfida da vincere”.

“Chi tenta di cimentarsi in queste analisi, dovrebbe avere la consapevolezza che è un tema molto delicato e il dovere di confrontarsi con chi, con professionalità e serietà, si occupa quotidianamente di questo”, aggiunge Bisesti.

Il sistema scuola trentino si caratterizza come una realtà innovativa in tema di inclusione e di contrasto alle disuguaglianze, che proprio il recente Report ISTAT 2022 sulla disabilità e i bisogni educativi speciali ha evidenziato. Si tratta della forte collaborazione tra la scuola e il terzo settore che tanto ha contribuito al sistema di welfare trentino e che nella scuola consente di rispondere – attraverso gli enti del terzo settore, appositamente accreditati per garantire alti livelli di qualità – personalizzando e individualizzando gli interventi, progettando risposte appropriate alle esigenze con professionisti formati. Ciò persegue l’ambizioso obiettivo di lavorare in continuità dentro e fuori la scuola per la costruzione di progetti di vita, trasformando i vincoli in opportunità.

Pubblicità
Pubblicità

Il Rapporto ISTAT evidenzia una percentuale complessiva di studenti con disabilità (L. 104/92) in linea con il dato provinciale, dove a fronte di un dato nazionale pari al 3,8% (sugli iscritti in tutti gli ordini e gradi di scuola), il dato provinciale corrisponde al 3,7%.

In linea anche le percentuali riportate a livello nazionale sui gradi di scuola: primaria 4,8 (Italia) – 4,2 (Provincia di Trento); secondaria di I grado 4,7 (Italia) – 4,9 (Provincia di Trento); secondaria di II grado 3,1 (Italia) – 3,4 (Provincia di Trento).

Molte le risorse impiegate per raggiungere quello che rappresenta un’attenzione importante per la Provincia: sono 770 i docenti di sostegno assegnati (espressi in unità equivalenti) con una copertura che vede in Provincia di Trento un tempo scuola lungo in quasi tutte le scuole della Provincia, fornendo pertanto alle famiglie un forte aiuto anche in termini di conciliazione.

A dette risorse devono aggiungersi 5.000 ore di assistenza educativa garantita dagli assistenti educatori dipendenti provinciali (in unità equivalenti, pari a 178 educatori); 3.340.000 euro destinati alla facilitazione, al lettorato e al supporto tiflodidattico, libri digitali, ecc., per gli studenti con disabilità visiva e uditiva (circa 116 studenti); 8.700.000 euro per servizi di inclusione scolastica assistenziale ed educativa.

Specifiche risorse sono poi previste per le istituzioni scolastiche formative paritarie: 1.600.000 euro a favore delle istituzioni scolastiche paritarie; 5.700.000 euro a favore dei centri di formazione professionale.

Infine, come sottolinea l’assessore all’istruzione Bisestisi tenga conto che le risorse destinate sul fondo qualità, a disposizione di ogni istituzione scolastica, sono prioritariamente dedicate, come prevede la legge sulla scuola, ai bisogni educativi speciali, all’intercultura e alle lingue, proprio al fine di rispondere appropriatamente ai bisogni sempre così diversi e così specifici in ogni scuola”.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Politica10 ore fa

Fedriga presenta la sua lista personale: Salvini e la Lega spariscono dai simboli

Val di Non – Sole – Paganella11 ore fa

Nuovi orari per il Crm di Fai della Paganella

Val di Non – Sole – Paganella11 ore fa

“Per chi splende questo lume”: a Fondo la storia di Virginia Gattegno

Vita & Famiglia11 ore fa

Sanremo. Pro Vita & Famiglia: «Amadeus e Rai lascino in pace i bambini»

Piana Rotaliana11 ore fa

Mezzolombardo, da giovedì via ai lavori agli uffici postali (che potrebbero durare meno del previsto)

Alto Garda e Ledro13 ore fa

Rolex finisce negli oggetti smarriti del comune, la polizia Locale però scopre che è un falso

Trento13 ore fa

Vigili del fuoco volontari, la nuova sede a Ravina nei pressi dell’uscita A22

Trento14 ore fa

Corte dei Conti, nominato l’ex Commissario del Governo, Gianfranco Bernabei

Italia ed estero14 ore fa

Piccolo miracolo in Siria, neonata trovata viva tra le macerie

Val di Non – Sole – Paganella14 ore fa

Alla Csen Arena di Cavareno arrivano i campi da padel

Le ultime dal Web14 ore fa

Il web si scatena: chi è e perché nelle ultime ore viene nominato Frank Hoogerbeets?

Val di Non – Sole – Paganella14 ore fa

“Predaia Arte & Natura”: aperte le iscrizioni alla quinta edizione del simposio di scultura

Rovereto e Vallagarina15 ore fa

L’eresia della giovinezza: una serata dedicata a Sylvano Bussotti nelle sale della mostra “Eretici. Arte e vita”

Hi Tech e Ricerca15 ore fa

Wired Next Fest Trentino: presentato stamattina il nuovo festival

Trento15 ore fa

Patt in assemblea, Marchiori: «Parleremo con i candidati presidenti»

Trento2 settimane fa

Continuano le truffe del reddito di cittadinanza. Ecco quanti lo ricevono in Trentino

Trento3 giorni fa

È finita la storia d’amore tra Ignazio Moser e Cecilia Rodriguez

Valsugana e Primiero4 settimane fa

Nuovo lutto per la famiglia Cantaloni, dopo la figlia Chiara muore anche il papà Giorgio

Offerte lavoro2 settimane fa

Cercasi commessa/o per nuova apertura negozio centro storico di Trento

Trento3 settimane fa

Condominio da incubo, pluripregiudicato tiene in ostaggio i residenti da anni. Il giudice: «Non si può sfrattare perchè è ai domiciliari»

Vista su Rovereto3 settimane fa

Spazi vuoti e serrande abbassate: la desolazione di Rovereto

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Tragico incidente in Vallagarina, auto contro un Tir: 37 enne muore sul colpo

Trento3 settimane fa

Dalla Security ai set cinematografici: la storia del trentino Stefano Mosca

Trento19 ore fa

Occupazione abusiva Cognola: dopo il danno arriva anche la beffa

Trento4 settimane fa

Morto Marco Dorigoni, storico Dj di Studio uno. Aveva 57 anni

Trento4 settimane fa

60 enne denunciato per bracconaggio e per distillazione illegale di grappa

Trento3 settimane fa

Condominio da incubo via Perini: il soggetto entrerà in comunità alla fine del mese

Giudicarie e Rendena7 giorni fa

Non ce l’ha fatta Luigi Poli: il gestore del Palaghiaccio di Pinzolo è morto ieri

Trento3 settimane fa

«Soliti noti», abusivismo a Villazzano: una storia tutta trentina

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

Sviluppo turistico di Coredo, un gruppo di esercenti (e non) chiama a raccolta i cittadini: «Ora tocca a noi darci da fare»

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza