Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Armi all’Ucraina, approvata la mozione della maggioranza. L’ira di Conte: “Il Governo ci metta la faccia”

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Sull’invio di armi all’Ucraina, dalla Camera è arrivato l’ok alla mozione della maggioranza. Il testo, che contiene il via libera a proseguire con i rifornimenti a Kiev, unisce i voti di destra e parte dell’opposizione.

Oltre a quelle della maggioranza sono state approvate anche le mozioni di Pd e Italia Viva-Azione,  mentre è stata respinta quella presentata da Verdi e Sinistra Italiana e del M5s, con Conte che commenta: “Se il governo vuole perorare una linea guerrafondaia armi a oltranza e zero negoziati venga in Aula a dirlo, a metterci la faccia davanti agli italiani e a far votare il Parlamento“.

In particolare, il testo passato all’esame della Camera continua a impegnare il Governo “a sostenere le iniziative normative necessarie a prorogare fino al 31 dicembre 2023 l’autorizzazione, alla cessione di mezzi, materiali ed equipaggiamenti militari alle autorità governative dell’Ucraina nei termini e con le modalità stabilite dal decreto di febbraio 2022”.

Non solo, ma il Governo si impegna anche “a promuovere e sostenere, di intesa con i partners Nato ed europei, tutte le iniziative diplomatiche volte a creare le condizioni per un negoziato di pace, una pace giusta e sostenibile, fondata sul rispetto delle norme di diritto internazionale, della sovranità e dell’integrità territoriale e del principio di autodeterminazione dei popoli”.

Oltre a questo si legge anche come l’Italia voglia impegnarsi anche nel “promuovere il rilancio delle Nazioni Unite come strumento internazionale per assicurare la coesistenza pacifica; ad assumere tutte le iniziative necessarie, sulla base di quanto concordato in ambito NATO e Unione Europea, per continuare a sostenere il popolo ucraino e per limitare gli effetti della crisi umanitaria in atto, a protezione anzitutto dei minori e dei più fragili, favorendo la riabilitazione delle infrastrutture necessarie ad assicurare i servizi essenziali“.

Sulla mozione, molto critico l’ex premier Conte che chiede al Governo di svolgere un vero ruolo da protagonista, promuovendo la pace. Secondo Conte con le mosse del Governo, c’è il rischio di scatenare un conflitto incontrollabile. Insomma il leader del Movimento Cinque Stelle dice basta alle armi all’Ucraina e promuove un intervento dell’Europa per cercare la pace.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento5 minuti fa

Centrale 112, ecco come prenotare la visita per conoscere gli operatori che gestiscono le chiamate di emergenza

Trento14 minuti fa

Prevenzione alluvioni, interventi per 2 milioni di euro

Trento16 minuti fa

Al via “Road to Trento 2023”: gli appuntamenti internazionali del Festival dell’Economia

Italia ed estero29 minuti fa

Devastante terremoto nella notte fra Turchia e Siria, allerta Tsunami sulle coste italiane

Meteo41 minuti fa

In arrivo in Trentino la settimana più fredda dell’inverno

Trento12 ore fa

Claudio Buriani «quasi» d’accordo con Claudio Cia: «Strutture ospedaliere obsolete, privato meglio che il pubblico»

Italia ed estero13 ore fa

Agenzia cyber: «Massiccio attacco hacker in tutto il mondo, decine di sistemi compromessi»

Bolzano15 ore fa

Valanghe: fine settimana tragico, sale a 8 il bilancio delle vittime

Bolzano15 ore fa

Marlengo: 200 Vigili del Fuoco lottano per domare l’incendio – IL VIDEO

Bolzano15 ore fa

Drammatico scontro tra due sciatori in Val D’Ultimo, muore un 37enne

Trento15 ore fa

Tim down anche in Trentino, disservizi su mobili e fissi

Trento19 ore fa

Forte vento, ieri 30 interventi dei Vigili del fuoco sul territorio

Trento21 ore fa

È finita la storia d’amore tra Ignazio Moser e Cecilia Rodriguez

Trento21 ore fa

A Palazzo Geremia il sindaco incontra il console generale americano Robert Needham

Val di Non – Sole – Paganella22 ore fa

Successo, grande partecipazione e importanti testimonianze a Castelfondo per l’evento «Respect»

Trento1 settimana fa

Continuano le truffe del reddito di cittadinanza. Ecco quanti lo ricevono in Trentino

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

Torna in Val di Non la grande “Festa di San Romedio”

Valsugana e Primiero4 settimane fa

Nuovo lutto per la famiglia Cantaloni, dopo la figlia Chiara muore anche il papà Giorgio

Offerte lavoro2 settimane fa

Cercasi commessa/o per nuova apertura negozio centro storico di Trento

Trento3 settimane fa

Condominio da incubo, pluripregiudicato tiene in ostaggio i residenti da anni. Il giudice: «Non si può sfrattare perchè è ai domiciliari»

Vista su Rovereto3 settimane fa

Spazi vuoti e serrande abbassate: la desolazione di Rovereto

Trento21 ore fa

È finita la storia d’amore tra Ignazio Moser e Cecilia Rodriguez

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Tragico incidente in Vallagarina, auto contro un Tir: 37 enne muore sul colpo

Trento2 settimane fa

Dalla Security ai set cinematografici: la storia del trentino Stefano Mosca

Trento4 settimane fa

Morto Marco Dorigoni, storico Dj di Studio uno. Aveva 57 anni

Trento4 settimane fa

60 enne denunciato per bracconaggio e per distillazione illegale di grappa

Trento3 settimane fa

Condominio da incubo via Perini: il soggetto entrerà in comunità alla fine del mese

Giudicarie e Rendena5 giorni fa

Non ce l’ha fatta Luigi Poli: il gestore del Palaghiaccio di Pinzolo è morto ieri

Trento3 settimane fa

«Soliti noti», abusivismo a Villazzano: una storia tutta trentina

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Sviluppo turistico di Coredo, un gruppo di esercenti (e non) chiama a raccolta i cittadini: «Ora tocca a noi darci da fare»

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza