Connect with us
Pubblicità

Le Vignette di Fabuffa

Reddito di cittadinanza, un tema da trattare con cura

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Uno dei temi che emerge dalla prima manovra di Giorgia Meloni è quello della povertà.

In troppi, premier compresa (anzi, compreso), hanno semplificato un po’ troppo la questione del Reddito di Cittadinanza, coniugandola a misura (troppo) indirizzata a mantenere truppe di pelandroni, che trascorrono le giornate sprofondati su divani e poltrone.

In realtà quello della povertà è uno di quei temi da maneggiare con cura, troppo complesso e delicato per farne una questione di lavoratori e pelandroni.

Pubblicità

Clicca qui per la tua piscina da sogno


Pubblicità

E’ giusto che il premier abbia sottolineato l’esigenza di garantire un’adeguata misura economica assistenziale a chi si trova in seria difficoltà per problemi di salute e di disabilità, ma è altrettanto vero che, intervenendo martedì scorso all’Assemblea della Confartigianato, ha detto, senza giri di parole, che il RdC sul finire del 2023 cesserà di esistere per tutti coloro che saranno nelle condizioni psicofisiche di poter lavorare.

Un discorso giusto, se non fossimo in un paese nella morsa della disoccupazione, a causa di tutta una serie di contingenze diventate ormai croniche. Il numero di persone schiacciate tra impoverimento e povertà conclamata aumenta a vista d’occhio, il costo della vita è su livelli sempre più preoccupanti e gli investimenti per i servizi essenziali sono asfittici.

Per scuola, sanità e welfare in generale, le risorse rimangono poche e per le cure c’è sempre più la necessità di optare per il settore privato. Naturalmente per chi se lo può permettere, gli altri, amen.

Pubblicità
Pubblicità

Tutto ciò vuol dire che, impugnare la mannaia sul Reddito di Cittadinanza, usando l‘equazione che disoccupato (in salute) vuol dire pelandrone, dimostra di non vedere che il lavoro è sempre più difficile trovarlo e le misure per incentivare le imprese ad assumere, troppo spesso, sono un flop.

E più una persona rimane inoccupata e più aumenta il pericolo di non trovarlo più, il lavoro. Soprattutto se ha superato i 38-40 anni di età.

Togliere, con un taglio netto e automatico, il Reddito di  Cittadinanza, vuol dire, in un periodo di contingenza così difficile, che perdurerà anche l’anno prossimo, ridurre alla fame non solo adulti abili al lavoro, ma anche bambini e soggetti che, magari non conclamati come disabili, hanno un livello di fragilità sociale tale da non essere materialmente in grado di mettersi in gioco per guadagnarsi uno stipendio.

Il dramma per queste persone è che sono spesso quelle più afone a livello sociale, gente senza voce, destinata a cadere nel baratro dell’emarginazione assoluta.

Quindi, caro Presidente del Consiglio, attenzione a trattare il tema della povertà come un manifesto da campagna elettorale, anche perchè il periodo che stiamo attraversando e quello che ci aspetta, è pieno di incognite e troppe persone potrebbero non rialzarsi più da una condizione sociale terribile.

 

 

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
Politica8 ore fa

Fedriga presenta la sua lista personale: Salvini e la Lega spariscono dai simboli

Val di Non – Sole – Paganella8 ore fa

Nuovi orari per il Crm di Fai della Paganella

Val di Non – Sole – Paganella9 ore fa

“Per chi splende questo lume”: a Fondo la storia di Virginia Gattegno

Vita & Famiglia9 ore fa

Sanremo. Pro Vita & Famiglia: «Amadeus e Rai lascino in pace i bambini»

Piana Rotaliana9 ore fa

Mezzolombardo, da giovedì via ai lavori agli uffici postali (che potrebbero durare meno del previsto)

Alto Garda e Ledro11 ore fa

Rolex finisce negli oggetti smarriti del comune, la polizia Locale però scopre che è un falso

Trento11 ore fa

Vigili del fuoco volontari, la nuova sede a Ravina nei pressi dell’uscita A22

Trento11 ore fa

Corte dei Conti, nominato l’ex Commissario del Governo, Gianfranco Bernabei

Italia ed estero12 ore fa

Piccolo miracolo in Siria, neonata trovata viva tra le macerie

Val di Non – Sole – Paganella12 ore fa

Alla Csen Arena di Cavareno arrivano i campi da padel

Le ultime dal Web12 ore fa

Il web si scatena: chi è e perché nelle ultime ore viene nominato Frank Hoogerbeets?

Val di Non – Sole – Paganella12 ore fa

“Predaia Arte & Natura”: aperte le iscrizioni alla quinta edizione del simposio di scultura

Rovereto e Vallagarina12 ore fa

L’eresia della giovinezza: una serata dedicata a Sylvano Bussotti nelle sale della mostra “Eretici. Arte e vita”

Hi Tech e Ricerca12 ore fa

Wired Next Fest Trentino: presentato stamattina il nuovo festival

Trento13 ore fa

Patt in assemblea, Marchiori: «Parleremo con i candidati presidenti»

Trento2 settimane fa

Continuano le truffe del reddito di cittadinanza. Ecco quanti lo ricevono in Trentino

Trento3 giorni fa

È finita la storia d’amore tra Ignazio Moser e Cecilia Rodriguez

Valsugana e Primiero4 settimane fa

Nuovo lutto per la famiglia Cantaloni, dopo la figlia Chiara muore anche il papà Giorgio

Offerte lavoro2 settimane fa

Cercasi commessa/o per nuova apertura negozio centro storico di Trento

Trento3 settimane fa

Condominio da incubo, pluripregiudicato tiene in ostaggio i residenti da anni. Il giudice: «Non si può sfrattare perchè è ai domiciliari»

Vista su Rovereto3 settimane fa

Spazi vuoti e serrande abbassate: la desolazione di Rovereto

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Tragico incidente in Vallagarina, auto contro un Tir: 37 enne muore sul colpo

Trento3 settimane fa

Dalla Security ai set cinematografici: la storia del trentino Stefano Mosca

Trento4 settimane fa

Morto Marco Dorigoni, storico Dj di Studio uno. Aveva 57 anni

Trento17 ore fa

Occupazione abusiva Cognola: dopo il danno arriva anche la beffa

Trento4 settimane fa

60 enne denunciato per bracconaggio e per distillazione illegale di grappa

Trento3 settimane fa

Condominio da incubo via Perini: il soggetto entrerà in comunità alla fine del mese

Giudicarie e Rendena7 giorni fa

Non ce l’ha fatta Luigi Poli: il gestore del Palaghiaccio di Pinzolo è morto ieri

Trento3 settimane fa

«Soliti noti», abusivismo a Villazzano: una storia tutta trentina

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Sviluppo turistico di Coredo, un gruppo di esercenti (e non) chiama a raccolta i cittadini: «Ora tocca a noi darci da fare»

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza