Connect with us
Pubblicità

Trento

Compie 20 anni il Centro Diurno Alzheimer di Trento: età della malattia si abbassa sempre di più

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Compie vent’anni il Centro Diurno Alzheimer, in via San Giovanni Bosco a Trento, un punto di riferimento fondamentale sia per gli assistiti sia per i loro familiari.

Per i suoi locali sono passate, a più riprese, circa 350 persone, ricevendo assistenza, sollievo, e condividendo con il tessuto sociale, oggi in maniera sempre più intensa e soddisfacente, anche percorsi che passano per le varie espressioni artistiche, la musica, la pittura, il teatro e così via.

Stupisce invece l’età dei nuovi pazienti che entrano nella struttura che si abbassa sempre di più. Si pensa infatti erroneamente che la malattia di Alzheimer colpisca per lo più gli over 80, ma invece no è così. Oggi a frequentare queste strutture ci sono anche molti cinquantenni e sessantenni.

Sono 600.000 i malati di Alzheimer in Italia. Numeri destinati a crescere negli anni a causa dell’invecchiamento della popolazione. L’Italia è infatti il Paese più longevo d’Europa, con i suoi 13,4 milioni gli ultrasessantenni, pari al 22% della popolazione. Un problema non solo di salute ma anche economico. I costi diretti per l’assistenza superano gli 11 miliardi di euro, di cui il 73% è a carico delle famiglie.

La malattia di Alzheimer esordisce nella maggior parte dei casi dopo i 60 anni (7% dei casi tra 65 e 74 anni; 53% dei casi tra 75 e 84 anni; 40% dei casi dopo gli 85 anni), con un’incidenza che raddoppia ogni cinque anni, arrivando a interessare circa una persona su 3-4 dopo gli 80 anni.

Perché il linguaggio delle emozioni e della bellezza non conosce confini. Alla presentazione delle iniziative che si svolgeranno il 2 e 3 dicembre – dalle “porte aperte” ad eventi musicali organizzati assieme al vicino Conservatorio Bonporti – ha partecipato stamani anche l’assessore provinciale alla salute e politiche sociali Stefania Segnana, assieme alla collega del Comune di Trento Chiara Maule.

Pubblicità
Pubblicità

I bisogni sono tanti e sempre più complessi. – ha detto l’assessore SegnanaOccasioni come questa sono quindi preziose anche per le istituzioni, perché ci consentono di ringraziare tutti coloro che operano, con una professionalità mai disgiunta da sensibilità e passione in un campo così delicato come l’alzheimer. Abbiamo avviato da qualche mese una sperimentazione che coinvolge l’Apsp Civica di Trento e l’Apsp di Pinzolo, per ampliare l’offerta di presa in carico di persone con Alzheimer aprendo anche a utenti esterni, con un supporto particolare alle loro famiglie, per la gestione dei momenti di maggiore criticità della malattia.

Contemporaneamente si sta lavorando in sinergia con le comunità di valle e i comuni per implementare il progetto Comunità amiche della demenza, sottolineando l’importanza che una comunità attenta e sensibile può avere nel fare la differenza“. Qui l’intervista a Stefania Segnana.

Un contributo importante può arrivare inoltre dall’arte, come spiegato dalla presidente dell’Apsp Civica di Trento Michela Chiogna (qui l’intervista), e dalla coordinatrice delle iniziative di venerdì 2 e sabato 3 dicembre Giorgia Caldini.

Venerdì, con alcuni utenti e i loro familiari, sono state organizzate delle attività con il Conservatorio di Trento, con cui il Centro collabora da tempo, e con cui sta per sottoscrivere una convenzione che approfondirà ulteriormente la collaborazione, in particolare portando gli utenti ad ascoltare gli studenti e, viceversa, gli studenti all’interno della sede per l’esecuzione di brevi concerti. Le iniziative si estenderanno anche alle quattro RSA che fanno capo alla Civica e a tutte le altre realtà socio sanitarie interessate.

La giornata di sabato 3 dicembre prevede un coinvolgimento a più ampio raggio con una mattinata di porte aperte al Centro diurno, iniziativa che assume un particolare significato all’indomani del venir meno delle restrizioni imposte dalla pandemia. Sempre nel mattino di sabato si è tenuta nell’auditorium del Conservatorio un seminario con Albert Hera, che ha proposto anche nel pomeriggio, alle 16, un concerto pubblico assieme anche agli utenti del Centro, all’insegna della magia dell’improvvisazione.

Un calendario  intenso, quindi, per riannodare i fili di una storia ormai ventennale, fatta di generosità e impegno quotidiano. Una storia che continua.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Politica9 ore fa

Fedriga presenta la sua lista personale: Salvini e la Lega spariscono dai simboli

Val di Non – Sole – Paganella10 ore fa

Nuovi orari per il Crm di Fai della Paganella

Val di Non – Sole – Paganella10 ore fa

“Per chi splende questo lume”: a Fondo la storia di Virginia Gattegno

Vita & Famiglia10 ore fa

Sanremo. Pro Vita & Famiglia: «Amadeus e Rai lascino in pace i bambini»

Piana Rotaliana10 ore fa

Mezzolombardo, da giovedì via ai lavori agli uffici postali (che potrebbero durare meno del previsto)

Alto Garda e Ledro12 ore fa

Rolex finisce negli oggetti smarriti del comune, la polizia Locale però scopre che è un falso

Trento12 ore fa

Vigili del fuoco volontari, la nuova sede a Ravina nei pressi dell’uscita A22

Trento13 ore fa

Corte dei Conti, nominato l’ex Commissario del Governo, Gianfranco Bernabei

Italia ed estero13 ore fa

Piccolo miracolo in Siria, neonata trovata viva tra le macerie

Val di Non – Sole – Paganella13 ore fa

Alla Csen Arena di Cavareno arrivano i campi da padel

Le ultime dal Web13 ore fa

Il web si scatena: chi è e perché nelle ultime ore viene nominato Frank Hoogerbeets?

Val di Non – Sole – Paganella13 ore fa

“Predaia Arte & Natura”: aperte le iscrizioni alla quinta edizione del simposio di scultura

Rovereto e Vallagarina14 ore fa

L’eresia della giovinezza: una serata dedicata a Sylvano Bussotti nelle sale della mostra “Eretici. Arte e vita”

Hi Tech e Ricerca14 ore fa

Wired Next Fest Trentino: presentato stamattina il nuovo festival

Trento14 ore fa

Patt in assemblea, Marchiori: «Parleremo con i candidati presidenti»

Trento2 settimane fa

Continuano le truffe del reddito di cittadinanza. Ecco quanti lo ricevono in Trentino

Trento3 giorni fa

È finita la storia d’amore tra Ignazio Moser e Cecilia Rodriguez

Valsugana e Primiero4 settimane fa

Nuovo lutto per la famiglia Cantaloni, dopo la figlia Chiara muore anche il papà Giorgio

Offerte lavoro2 settimane fa

Cercasi commessa/o per nuova apertura negozio centro storico di Trento

Trento3 settimane fa

Condominio da incubo, pluripregiudicato tiene in ostaggio i residenti da anni. Il giudice: «Non si può sfrattare perchè è ai domiciliari»

Vista su Rovereto3 settimane fa

Spazi vuoti e serrande abbassate: la desolazione di Rovereto

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Tragico incidente in Vallagarina, auto contro un Tir: 37 enne muore sul colpo

Trento3 settimane fa

Dalla Security ai set cinematografici: la storia del trentino Stefano Mosca

Trento4 settimane fa

Morto Marco Dorigoni, storico Dj di Studio uno. Aveva 57 anni

Trento18 ore fa

Occupazione abusiva Cognola: dopo il danno arriva anche la beffa

Trento4 settimane fa

60 enne denunciato per bracconaggio e per distillazione illegale di grappa

Trento3 settimane fa

Condominio da incubo via Perini: il soggetto entrerà in comunità alla fine del mese

Giudicarie e Rendena7 giorni fa

Non ce l’ha fatta Luigi Poli: il gestore del Palaghiaccio di Pinzolo è morto ieri

Trento3 settimane fa

«Soliti noti», abusivismo a Villazzano: una storia tutta trentina

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Sviluppo turistico di Coredo, un gruppo di esercenti (e non) chiama a raccolta i cittadini: «Ora tocca a noi darci da fare»

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza