Tematiche attuali e obiettivi comuni per una collaborazione efficace: l'Italia passa il testimone alla Svizzera per la presidenza di Eusalp.
Connect with us
Pubblicità

Trento

Annual Forum Eusalp 2022: tematiche attuali e obiettivi comuni per una collaborazione efficace

Pubblicato

-

@PAT
Pubblicità

Pubblicità

L’EUSALP è un accordo nato nel 2013 (ma con delle basi che già erano state messe nel 2012 in Svizzera) che riguarda 7 Paesi, di cui 5 Stati membri dell’UE (Austria, Francia, Germania, Italia e Slovenia) e 2 paesi non UE (Liechtenstein e Svizzera) e 48 regioni.

Per l’Italia sono interessate le regioni Liguria, Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia e le province autonome di Trento e Bolzano.

In questo 2022, le province autonome di Trento e Bolzano hanno contribuito alla Presidenza italiana EUSALP. (QUI link)

Pubblicità
Pubblicità

L’Annual Forum, ovvero l’evento finale della Presidenza Eusalp e che ha avuto inizio ieri (QUI link), è stato prevalentemente all’insegna dei giovani e dell’ambiente.

In questa occasione, i territori alpini si sono trovati per affrontare tematiche e problemi comuni quali i cambiamenti climatici, lo spopolamento della montagna e l’inquinamento delle aree montane solo per citarne alcuni.

Giovedì 24 novembre (QUI link) in Sala Depero del Palazzo della Provincia autonoma di Trento, in occasione dell’Assemblea Generale, hanno poi parlato alla stampa Maurizio Fugatti, Mirko Bisesti, Arno Kompatscher, Anton Mattle e Christian Rathgeb, per sottolineare il passaggio di testimone tra la presidenza italiana e la prossima, ovvero quella Svizzera.

Pubblicità
Pubblicità

Un passaggio importante – fondamentale – anche per l’urgenza delle tematiche attuali: la crisi energetica – che pesa sul l’Europa e sui paesi più freddi come una spada di Damocle sulla testa – è ovviamente uno dei temi principali che la presidenza italiana ha dovuto affrontare, ma è anche uno dei più critici che la Svizzera dovrà gestire.

Si aggiunge poi l‘esodo di persone che dalle periferie e dalle montagne vanno nelle città, nei centri più grandi, e lo sviluppo sostenibile, con gli obiettivi dell’Agenda 2030 ben davanti agli occhi.

Collaborare – per le zone dell’arco alpino – è una necessità ed una importante rampa di lancio al fine di lanciare un segnale all’Europa.

Kompatscher – il Landeshauptmann altoatesino – ha ringraziato per la collaborazione la Provincia autonoma di Trento, i colleghi della Provincia di Bolzano, tutte le regioni ed i rappresentanti delle commissioni di Eusalp, nonché l’assessore Bisesti “che ha svolto qualcosa di encomiabile nell’interesse comune”.

Dal punto di vista degli obiettivi, abbiamo avviato una serie di processi concentrandoci su pochi argomenti prioritari: decarbonizzazione, economia circolare, biodiversità, mobilità sostenibile, digitalizzazione per migliorare le condizioni socio economiche delle zone rurali e periferiche. Da un lato concludiamo con dei passi avanti questa presidenza e poi mi fa piacere che la guida successiva sia svizzera, sia a livello di Confederazione elvetica che dei Cantoni.

Eusalp è quindi un esempio di collaborazione efficace fra Unione Europea e Svizzera, un ottimo segnale”.

Bisesti ha poi definito il passaggio di testimone “un momento importante per dare lustro a lavoro di Eusalp, che rappresenta lo spazio alpino coinvolgendo realtà Ue e non Ue come Svizzera e Lichtenstein”.

Durante la presidenza italiana – ha aggiunto – ci sono iniziative di messa a terra, visto che oltre alla visione condivisa servono azioni concrete per il rafforzamento dell’arco alpino che è uno spazio di vita e futuro per le nuove generazioni, una grande area che va da Nizza alla Slovenia comprendendo tutte le zone.

Buon lavoro dunque alla presidenza svizzera, noi ci saremo per supportare il lavoro”.

Per il Capitano del Tirolo Anton Mattle è  altresì importante affrontare gli argomenti insieme, anche con la Svizzera che è confinante con i nostri territori ed è partner rilevante di Eusalp. Non dobbiamo dimenticare che noi operiamo per la vita nelle Alpi dove i cambiamenti climatici e l’aumento delle temperature si fanno sentire più che in pianura.

Ci sono temi da affrontare insieme, ad esempio lo spostamento verso le grandi città, l’abbandono delle zone montane, il traffico pesante di transito, per tutelare le persone che abitano nelle alpi e il loro futuro”.

La chiusura finale della conferenza stampa è stata poi affidata a Christian Rathgeb, presidente della Conferenza dei governi cantonali della Svizzera, in rappresentanza della nuova presidenza di Eusalp.

Per me è una gioia poter assumere la guida di Eusalp a nome della Svizzera, che forse non tutti sanno è il Paese che nel 2012 ha ospitato la Conferenza delle Regioni alpine, uno dei passi fondamentali verso la Macrostrategia regionale alpina. Abbiamo una cultura comune e sfide comuni che ci attendono.

Collaborare è un’estrema necessità e un modo per dare un segnale assieme. Su economia, sviluppo, gestione delle risorse come l’acqua, su energia, agricoltura, sicurezza, mobilità sostenibile. La presidenza italiana ha svolto un lavoro ottimo e prezioso, ricevere questo testimone è un privilegio che ci carica di entusiasmo e voglia di fare”.

Attenzione particolare anche ai giovani con lo Youth Council: perché le nuove generazioni, i nuovi adulti che iniziano a muovere i primi passi in questi ambiti, hanno una grande consapevolezza della situazione attuale sia per quanto riguarda le risorse che per quanto riguarda il clima ed i suoi cambiamenti.

Lo sviluppo locale sostenibile e la riflessione su come rafforzare le relazioni tra le aree alpine centrali e interne – al fine di garantire maggiori opportunità in termini di lavoro, studio e accesso ai servizi pubblici – sono stati i temi maggiormente trattati da queste nuove generazioni: un dato importante e che fa ben sperare per un futuro migliore sia per l’arco alpino che per la società.

La montagna, le Alpi, sono le aree che più soffrono dei cambiamenti climatici e dello spostarsi più in valle delle persone. La montagna è bella, certo, ma è pure incredibilmente fragile: ogni cambiamento che in valle viene percepito come minimo, tra le cime delle montagne, più in alto, va a lasciare un profondo segno. Basti solo pensare alla recente tragedia della Marmolada o alla tempesta Vaia (per nominare le più note): sono eventi eccezionali – quasi estranei –  ma che accadono perché sono in atto profondi cambiamenti del clima.

Servono quindi coesione e collaborazione. Volontà e desiderio di trovare punti di incontro e soluzioni reali, concrete e fattibili.

Forse, Eusalp può essere la via giusta per riparare i danni che negli anni sono stati fatti, nella speranza che in futuro questo capitolo dell’umanità venga utilizzato come esempio da seguire solo nella voglia di impegnarsi e di lavorare insieme per trovare buone soluzioni per un domani migliore. 

WEBSITE EUSALP

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Meteo2 ore fa

Neve e ghiaccio sulle strade: guidare con prudenza

Alto Garda e Ledro5 ore fa

Riva del Garda: il cordoglio del sindaco per la scomparsa di Giuseppe Degara

Val di Non – Sole – Paganella5 ore fa

«Il Presepe più bello di Malosco»: successo per il concorso organizzato dalla pro loco

Italia ed estero7 ore fa

C’è chi dice di no al reddito di cittadinanza e si alza alle 4 del mattino per guadagnare 1.600 euro al mese

Alto Garda e Ledro8 ore fa

Deceduta Anna Perugini l’ex presidente degli albergatori investita lo scorso 20 novembre a Torbole

Ambiente Abitare12 ore fa

Clima: Coldiretti, ghiacciai addio in anno più caldo di sempre +1,6 C°

Trento12 ore fa

Firmato un protocollo d’intesa per sostenere le aziende che lavorano sui mercati esteri

Bolzano12 ore fa

Alpe di Siusi: valanga travolge scialpinisti, per fortuna finisce tutto bene

Bolzano12 ore fa

Auto si schianta contro un albero: feriti trasportati al pronto soccorso

Piana Rotaliana12 ore fa

Istituto Agrario, iscrizioni fino al 10 dicembre e “premio” Eduscopio per la preparazione universitaria

Trento15 ore fa

Consiglio di Stato: altra sospensione della legge provinciale sul gioco d’azzardo

Valsugana e Primiero16 ore fa

Primiero: truffe agli anziani, la Chiesa scende in campo con i Carabinieri

Trento16 ore fa

Asse Brennero: incontro tra le Camere di Commercio e dell’Economia

Ambiente Abitare16 ore fa

Bene la qualità dell’aria nel mese di novembre in tutto il Trentino

Trento17 ore fa

Ieri a palazzo Chigi ncontro tra la Commissione Protezione civile e il ministro Musumeci

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Monica Cadau perde il ricorso al TAR e dovrà risarcire il comune di Borgo e il Ministero

Trento3 settimane fa

A Trento è arrivata “Pokè Monade”, la Poke trentina!

Io la penso così…7 giorni fa

Coredo: «I maiali che mangiavano fango: il veterinario si dimetta»

Trento2 settimane fa

Avvistato un branco di lupi tra Centa San Nicolò e Caldonazzo

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Morte neonato a Cles: era già successo 42 anni fa

Trento2 settimane fa

I pendolari della sanità trentina: «È l’unico modo per curarsi e rimanere in vita»

Trento1 settimana fa

Gallerie Martignano: da dicembre saranno attivi gli autovelox

Io la penso così…4 giorni fa

Sono fan dei Maneskin…ma quando si esagera non va bene

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

Massimiliano Lucietti è morto mentre era a terra per sparare

Trento2 giorni fa

Circonvallazione ferroviaria Trento: pian piano la verità viene a galla

Le ultime dal Web3 settimane fa

Tesla Model Y impazzita uccide due persone – IL VIDEO

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Non più lezioni, ma esperienze in montagna. A Molveno apre la nuova «Non scuola di sci»

Meteo1 giorno fa

Da giovedì sera sul Trentino torna la neve anche a quote basse

Trento4 settimane fa

Non poteva essere l’avvocato della Provincia di Trento. La corte dei Conti chiede 113 mila euro di risarcimento a Giacomo Bernardi

Val di Non – Sole – Paganella5 giorni fa

Paura nella notte a Cles: a fuoco un’abitazione in zona Spinazzeda

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza