Connect with us
Pubblicità

Trento

Manovra finanziaria: 7,5 milioni per sistemare gli alloggi di riserva Itea

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

In Prima commissione, presieduta da Vanessa Masè (La Civica), la mattinata di ieri è stata  dedicata al confronto con gli assessori sulla manovra finanziaria.

La prima ad essere ascoltata è stata l’assessora alla salute, Stefania Segnana che nella finanziaria, ha ricordato, sono state poste novità che riguardano gli psicologi che avranno una maggiore rappresentanza nella commissione di valutazione; viene data la possibilità agli infermieri di svolgere attività aggiuntive per coprire i vuoti nelle Rsa e viene introdotto il limite di un anno per gli incarichi ai medici.

Sull’offerta turistica, inoltre, nella legge collegata al bilancio viene inoltre normato il marchio di garanzia per l’accessibilità per i disabili. Importanti per l’assessora sono gli interventi previsti (due milioni di euro) per permettere alle Rsa di portare a termine i lavori sospesi a causa dei rincari.

Pubblicità
Pubblicità

Infine, Segnana, ha ricordato gli aiuti per i canoni di affitto per chi sceglie di andare a vivere in zone disagiate. Un provvedimento da 500 mila euro sperimentale che ha l’obiettivo di contrastare lo spopolamento dei piccoli comuni.

Durante la discussione Paolo Zanella (Futura) ha detto che gli interventi in campo socio – sanitario in questo bilancio sono minimi, e non c’è nulla per affrontare il problema casa che è sempre più urgente e che certo non si risolve con un contributo di tre anni per chi va a vivere nei territori periferici. Sul versante sanitario non si capisce la strategia dell’assessorato anche a fronte del fenomeno dei medici “gettonisti” che rischiano di portare al collasso i bilanci della sanità pubblica. Una “bomba” che non si è mai vista, ma per la quale la Giunta non sembra avere un’idea. La medicina generale, inoltre, si lascia in mano a professionisti inesperti, come gli specializzandi del terzo anno.

Ugo Rossi (Misto) ha chiesto quali siamo le linee di priorità di politica sanitaria dell’assessorato per il 2023, soprattutto quando si parla di una dotazione di un miliardo e 600 milioni su un bilancio di quattro miliardi e 700. E’ evidente che l’utilizzo di una risorsa così imponente finisce per influenzare l’intero bilancio e quindi avere una linea di priorità è fondamentale.

Pubblicità
Pubblicità

Pietro De Godenz (UpT) ha sottolineato che, per quanto riguarda il marchio dii garanzia per la disabilità, andrebbe fatto esplicito riferimento al marchio Open. Marchio, ha detto nella sua audizione l’assessore Failoni, che, pur non citato nella legge, sarà al centro di questa iniziativa.

L’assessora sulla casa ha detto che è stato previsto uno stanziamento per gli aiuti agli affitti di 6 milioni 910 mila euro esteso anche al 2025, mentre per gli alloggi di riserva Itea sono stati stanziati 7,5 milioni, per sistemarli.

Sui medici specialisti, ha continuato, va recepita la norma nazionale, che limita a un anno gli incarichi ma va ricordato che grazie allo strumento del “gettone” si sono potuti tenere aperti reparti e Ps. Il tema dei licenziamenti di medici che rientrano nella sanità pubblica da “gettonisti” è reale ed è sul tavolo anche a livello nazionale.

La norma sugli specializzandi di medicina generale al secondo e terzo anno che possono seguire fino a 500 pazienti ha anche lo scopo di permettere ai giovani medici una formazione pratica.

Anche perché altrimenti, una volta usciti dalla specializzazione, si trovano a dover gestire 1500 pazienti improvvisamente. A Rossi, Segnana ha risposto affermando che sul sociale si sta affrontando le revisione delle rette e delle tariffe. Mentre sulla sanità le priorità sono quelle di portare a compimento la riorganizzazione dell’Azienda sanitaria e rimane aperto il capitolo del rinnovo dei contratti sul quale c’è la volontà della Giunta di andare avanti con le trattative.

Ugo Rossi ha ricordato che anche nel bilancio della sanità del 2022 si registra un avanzo di amministrazione di 100 milioni. Soldi che invece si dovrebbero indirizzare ad esempio sulla casa o a un intervento sulla povertà. Comunque, ha concluso il consigliere, non ci si può permettere di avere risorse bloccate di queste dimensioni.

Per Zanella gli aiuti agli affitti vanno adeguati all’inflazione. Marini (5 Stelle) ha chiesto se ci sarà la possibilità di accedere alla conferenza sull’edilizia pubblica e ha ricordato che non è stato ancora approvato il bilancio sociale di Itea 2022 che andrebbe anticipato ai partecipanti alla conferenza.

Per Giorgio Tonini (Pd) è necessaria una revisione del welfare che non si può fare se si ha una visione a soli sei mesi. Così, ha continuato, si finisce per fare interventi simbolici o strani come quello dei contributi per trovare una casa nelle realtà periferiche. I problemi della casa, ha detto ancora, ci sono nelle città o nelle zone turistiche come Riva del Garda o in val di Fassa e non a Sagron Mis. Non avere una prospettiva, ha aggiunto, ti porta a fare scelte irrazionali anche per quanti riguarda l’ottimale allocazione delle risorse.

L’assessora Segnana ha chiuso affermando che la conferenza sull’edilizia è stata convocata a norma di legge e a Tonini ha risposto che girando per il Trentino ci si rende conto della necessità di lavorare per far restare sul territorio in particolar modo le giovani famiglie. Questo non significa non avere una visione, ha aggiunto, ma avere una visione diversa. Il problema della casa nelle zone ad altra densità turistica c’è da sempre, ma non si può dimenticare lo spopolamento di alcune zone. Rispondendo a Zanella ha detto che si sta ragionando sul rinnovo del contratto delle cooperative sociali.

Il dottor Ruscitti, riguardo agli avanzo di bilancio, ha detto che nella sanità ci sono molte incognite che spingono l’assessorato a mettere nero su bianco bilanci cauti nel taglio delle risorse.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Valsugana e Primiero3 settimane fa

Monica Cadau perde il ricorso al TAR e dovrà risarcire il comune di Borgo e il Ministero

Trento3 settimane fa

A Trento è arrivata “Pokè Monade”, la Poke trentina!

Io la penso così…5 giorni fa

Coredo: «I maiali che mangiavano fango: il veterinario si dimetta»

Trento2 settimane fa

Avvistato un branco di lupi tra Centa San Nicolò e Caldonazzo

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Morte neonato a Cles: era già successo 42 anni fa

Trento2 settimane fa

I pendolari della sanità trentina: «È l’unico modo per curarsi e rimanere in vita»

Trento1 settimana fa

Gallerie Martignano: da dicembre saranno attivi gli autovelox

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

Massimiliano Lucietti è morto mentre era a terra per sparare

Le ultime dal Web3 settimane fa

Tesla Model Y impazzita uccide due persone – IL VIDEO

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Non più lezioni, ma esperienze in montagna. A Molveno apre la nuova «Non scuola di sci»

Trento4 settimane fa

Non poteva essere l’avvocato della Provincia di Trento. La corte dei Conti chiede 113 mila euro di risarcimento a Giacomo Bernardi

Val di Non – Sole – Paganella4 giorni fa

Paura nella notte a Cles: a fuoco un’abitazione in zona Spinazzeda

Trento3 settimane fa

Gardolo: autobus va contro un’auto, manda a quel paese il guidatore e scappa

Trento3 settimane fa

Trento in lutto, è morto Rinaldo Detassis fondatore di Elettrocasa

Trento4 settimane fa

Paura in Trentino per una scossa di Terremoto

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza