Connect with us
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Vallagarina: “decapitata” una banda di nigeriani dedita allo spaccio. Un arresto e due denunce

Il sodazio criminale si era stabilito in Vallagarina. Tutti le denunce riguardano giovani ragazze

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Continua l’incessante azione di prevenzione e repressione attuata dai Carabinieri della Compagnia di Rovereto: la pressante attività di controllo, posta in atto per arginare la diffusione di sostanze stupefacenti, quali eroina e hashish, ha permesso nel corso della passata settimana ai militari di arrestare una ragazza e a denunciarne altre due per detenzione di sostanze stupefacenti.

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile, al termine dell’operazione denominata SERD2”, hanno proceduto all’arresto in flagranza di una persona ed al deferimento di altre due per spaccio di droga, sequestrando nel corso dell’operazione  eroina, confezionata e pronta per essere posta sulle locali piazze, ed una cospicua somma di denaro provento dell’attività illecita.

Gli investigatori, sotto la direzione della Procura della Repubblica di Rovereto, dopo aver raccolto alcune segnalazioni da parte dei residenti delle aree centrali della città della “Quercia, hanno puntato gli occhi su di un gruppo di soggetti soliti frequentare le zone ove la presenza di tossicodipendenti è più assidua.

Pubblicità
Pubblicità

Da lì sono partite le indagini che hanno permesso di individuare un sodalizio composto principalmente da cittadini nigeriani stabilitisi nella Vallagarina e dalla donna arrestata, la quale, oltre ad essere un assiduo assuntore, destinava gran parte della sostanza a lei recapitata allo spaccio.

Attraverso una meticolosa attività di osservazione, analisi e riscontro, i militari sono riusciti a chiudere il cerchio intorno ai sospettati, documentando: le numerose cessioni, il metodo di conservazione, le modalità di smercio, gli orari e i luoghi d’incontro. Inquadrato l’ambiente e il modus operandi dei soggetti individuati, e fornendo all’Autorità Giudiziaria elementi tali da comprovarne l’attività illecita posta in essere, nella settimana appena trascorsa si è dato corso alla fase esecutiva, eseguendo vari decreti di perquisizione locale e personale a carico dei soggetti individuati nel corso delle indagini.

La capacità di ascolto e l’operazione messa in atto dai Militari hanno permesso di rispondere, in maniera concreta, agli appelli rivolti dai cittadini che, negli ultimi mesi, hanno puntato il dito sul fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, segnalando l’andirivieni di persone sospette nelle zone centrali e nei parchi cittadini.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
rel="nofollow"Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    rel="nofollow"Pubblicità
Io la penso così…4 settimane fa

«Il Trentino Alto Adige, un luogo da sogno con persone (spesso turisti) da incubo»

Trento4 settimane fa

Dramma a Trento: ricercatrice muore a 42 anni per un malore improvviso

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Torna in Val di Non la grande “Festa di San Romedio”

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Nuovo lutto per la famiglia Cantaloni, dopo la figlia Chiara muore anche il papà Giorgio

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Tragedia di Capodanno: è morta la 25 enne roveretana Valentina Vallenari Benedetti, troppo gravi le ferite riportate nell’incidente lo scorso 31 dicembre

Trento2 settimane fa

Condominio da incubo, pluripregiudicato tiene in ostaggio i residenti da anni. Il giudice: «Non si può sfrattare perchè è ai domiciliari»

Vista su Rovereto2 settimane fa

Spazi vuoti e serrande abbassate: la desolazione di Rovereto

Trento1 giorno fa

Continuano le truffe del reddito di cittadinanza. Ecco quanti lo ricevono in Trentino

economia e finanza3 settimane fa

Il colosso Amazon licenzia 18 mila dipendenti

Rovereto e Vallagarina2 settimane fa

Tragico incidente in Vallagarina, auto contro un Tir: 37 enne muore sul colpo

Offerte lavoro2 giorni fa

Cercasi commessa/o per nuova apertura negozio centro storico di Trento

Trento2 settimane fa

Morto Marco Dorigoni, storico Dj di Studio uno. Aveva 57 anni

Trento7 giorni fa

Dalla Security ai set cinematografici: la storia del trentino Stefano Mosca

Trento3 settimane fa

60 enne denunciato per bracconaggio e per distillazione illegale di grappa

Trento1 settimana fa

Condominio da incubo via Perini: il soggetto entrerà in comunità alla fine del mese

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza