Connect with us
Pubblicità

Trento

Le sconcertanti e imbarazzanti parole di Antonio Ferro sulle Oss trentine

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Hanno destato sconcerto e perplessità le parole pronunciate al quotidiano IlDolomiti dal direttore generale dell’azienda sanitaria Trentina Antonio Ferro. 

Il direttore parlando del rientro delle Oss dopo il via libera dei non vaccinati, prima ha spiegato che per il rientro del personale “ci dev’essere l’evidenza che chi torna al lavoro non metta a rischio gli altri” per poi aggiungere “di aver inviato delle pec agli Oss invitandoli a ripresentarsi al lavoro. Per questa figura professionale la complessità del rientro è minore perché non vi è il contatto diretto con i pazienti”.

Secondo il direttore dell’azienda sanitaria quindi le Oss non avrebbero nessun contatto con i pazienti. La domanda ora è: «Ma allora che ci vanno a fare in ospedale?».

Pubblicità
Pubblicità

Parole ancora più sconcertanti perchè pronunciate da chi dovrebbe ben conoscere le competenze di tutte le figure che lavorano negli ospedali.

La figura professionale delle Oss (operatore socio sanitario) infatti si occupa di garantire il soddistacimento dei bisogni primari delle persone che assiste, ragion per cui lavora a strettissimo contatto con infermieri e medici. Anzi, è il primo avamposto del servizio fatto ai pazienti.

Le parole di Antonio Ferro non sono passate inosservate e molti lettori ci hanno scritto nel merito piuttosto perplessi sulle qualità conoscitive di Antonio Ferro e sulla scelta dell’assessore Segnana di affidargli la direzione dell’azienda sanitaria Trentina.

Pubblicità
Pubblicità

Ad accorgersi del clamoroso scivolone del direttore della nostra azienda sanitaria è stato anche il consigliere provinciale di Fratelli d’Italia Claudio Cia, che peraltro è anche infermiere professionista in sala operatoria.

«Le parole di Antonio Ferro –  scrive Claudio Cia sul suo profilo social – indicano che egli ignora i ruoli e i profili del personale che lavora in Apss, però si permette di decidere anche per loro e questo è assai grave. Non meraviglia dunque la sua incapacità nel riconoscere ed interpretare le piccole e grandi criticità della sanità trentina».

Potrebbe essere che il direttore dell’Apss abbia scambiato le Oss per il personale inserviente magari per gli addetti alle pulizie scordando che in realtà le Oss si occupano dell’l’igiene personale dei pazienti, della vestizione deambulazione, eliminazione urinaria e fecale, della somministrazione pasti, delle piccole medicazioni, dell’aiuto per la corretta assunzione delle terapie e dell’attività di supporto infermieristico e del mantenimento della postura corretta.

Senza scordare del lavoro di prevenzione di ulcere da decubito, dell’attività di carattere sociale che svolgono oltre alla rilevazione dei parametri vitali di tutti i pazienti. Sia ben chiaro, fosse così non sfuggirebbe certo lo stesso dalle critiche. 

Ora, a meno che Antonio Ferro non abbia inventato la possibilità attraverso la Telemedicina di poter assistere direttamente le pazienti via computer, la cosa si fa terribilmente seria e imbarazzante, poi se detta da un direttore dell’azienda sanitaria….Come dire, siamo proprio in buone mani.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
rel="nofollow"Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento5 minuti fa

Sanità trentina: nel 2022 i medici gettonisti sono stati 90

Trento8 minuti fa

ENPA del Trentino: “Il fenomeno degli avvelenamenti è un problema di sanità e incolumità pubblica”

Trento12 minuti fa

Le richieste delle circoscrizioni alla Giunta: l’Osservatorio ambientale sarà il luogo del confronto con i cittadini

Io la penso così…19 minuti fa

Sanità pubblica: sistema obsoleto che guarda a vecchi modelli privi di ragione

Arte e Cultura26 minuti fa

Garantita l’apertura e la continuità dei musei trentini

Politica1 ora fa

Sondaggio Swg Mentana: crescono Fratelli d’Italia e PD, in calo Lega e Forza Italia

Spettacolo2 ore fa

Al Teatro Sociale arriva “Il Gruffalò” e fa registrare il tutto esaurito

Cani Gatti & C2 ore fa

Bobi è un cane da record: a 30 anni è il cane più anziano di sempre

Trento2 ore fa

Occupazione abusiva Cognola: dopo il danno arriva anche la beffa

Musica3 ore fa

«Finché ce n’è», una storia d’amore in stile country: Lorenzo Lupo con la partecipazione di Bobby Solo

Trento3 ore fa

Not, sentenza del Consiglio di Stato. Fugatti: “Avanti con il percorso intrapreso”

Alto Garda e Ledro3 ore fa

Che impresa per Stefano Ghisolfi: l’atleta ha espugnato Excalibur 9B+

Rovereto e Vallagarina4 ore fa

Scossa di terremoto a Mori, in Vallagarina: immediate le segnalazioni sui social

Italia ed estero4 ore fa

Terremoto tra Turchia e Siria: quasi 5.000 i morti e oltre 13.000 i feriti, si cerca un italiano

Arte e Cultura4 ore fa

Si arricchisce il patrimonio del Mart: acquisito l’intero archivio di Piermario Ciani

Trento2 settimane fa

Continuano le truffe del reddito di cittadinanza. Ecco quanti lo ricevono in Trentino

Trento2 giorni fa

È finita la storia d’amore tra Ignazio Moser e Cecilia Rodriguez

Valsugana e Primiero4 settimane fa

Nuovo lutto per la famiglia Cantaloni, dopo la figlia Chiara muore anche il papà Giorgio

Offerte lavoro2 settimane fa

Cercasi commessa/o per nuova apertura negozio centro storico di Trento

Trento3 settimane fa

Condominio da incubo, pluripregiudicato tiene in ostaggio i residenti da anni. Il giudice: «Non si può sfrattare perchè è ai domiciliari»

Vista su Rovereto3 settimane fa

Spazi vuoti e serrande abbassate: la desolazione di Rovereto

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Tragico incidente in Vallagarina, auto contro un Tir: 37 enne muore sul colpo

Trento2 settimane fa

Dalla Security ai set cinematografici: la storia del trentino Stefano Mosca

Trento4 settimane fa

Morto Marco Dorigoni, storico Dj di Studio uno. Aveva 57 anni

Trento4 settimane fa

60 enne denunciato per bracconaggio e per distillazione illegale di grappa

Trento3 settimane fa

Condominio da incubo via Perini: il soggetto entrerà in comunità alla fine del mese

Giudicarie e Rendena6 giorni fa

Non ce l’ha fatta Luigi Poli: il gestore del Palaghiaccio di Pinzolo è morto ieri

Trento3 settimane fa

«Soliti noti», abusivismo a Villazzano: una storia tutta trentina

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Sviluppo turistico di Coredo, un gruppo di esercenti (e non) chiama a raccolta i cittadini: «Ora tocca a noi darci da fare»

Rovereto e Vallagarina6 giorni fa

Trovato morto in casa un 60 enne di Rovereto

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza