Connect with us
Pubblicità

Trento

I no-vax tornano al lavoro: le parole di chi non ha mai smesso, “perché io sì e loro no?”

Pubblicato

-

Photo by Mufid Majnun on Unsplash
Pubblicità

Pubblicità

In questi giorni stanno rientrando al lavoro tutti quei no vax che erano stati sospesi fino al 31 dicembre 2022, ma che grazie al governo Meloni possono tornare in campo già da queste giornate di inizio novembre. 

Per il Trentino si tratta ci circa 300 persone tra Oss, medici e infermieri: con tutti i problemi riguardanti la carenza di personale, questo ritorno di chi era stato sospeso dovrebbe essere un sollievo per tutti.

Eppure, con la questione vaccini e no-vax sembra essersi creata una sorta di barriera tra le due parti.

Pubblicità
Pubblicità

S – che giustamente preferisce l’anonimato per non incorrere in problemi sul lavoro – ci ha raccontato il suo punto di vista.

Premetto che non sono una no-vax. Ho fatto tutti i vaccini e anche le tre dosi per il Covid e, nonostante i dubbi, ho sempre pensato che il vaccino fosse la via da prendere per superare la pandemia. 

Contro i no vax non ho nulla, anzi. I vaccini non vanno presi alla leggera, le reazioni ci possono essere sempre e i media con il Covid sono stati come dei falchi: hanno cavalcato l’onda e dato voce a tutti. Ottima cosa, ma ovviamente era un caos di versioni e informazioni e focus sugli effetti negativi. 

Pubblicità
Pubblicità

Io ho subito fatto i vaccini, ho messo mascherine ed il Covid non l’ho mai preso. Lavorando in sanità. Fortuna o accortezza che sia, a me è andata così. Le discussioni, quando lavoravo fuori Trentino, sono avvenute con un coinquilino no vax. 

Coinquilino che nel 2020 ha negato l’esistenza del Covid, dato contro ai vaccini e poi si è ammalato stando tra l’altro molto male nel 2021 per due volte. Si è ricreduto, ma il vaccino non lo ha voluto fare. 

Ed è pensando a lui che mi chiedo: perché io sì e lui no? Non è che io fossi tranquillissima nel fare un vaccino sperimentale, ma era la cosa giusta da fare, credo. 

Non potevo sopportare di lavorare tra i malati e magari rischiare di essere asintomatica e trasmettere il virus a chi già fragile. Ho dei parenti a casa. Il Covid mi ha portato via qualcuno, non potevo neanche pensare lontanante di poter essere la causa. O di prenderlo forte io stessa. 

Mi spiace per chi ha faticato in questi anni, economicamente, però davvero si sarebbero sentiti tranquilli in reparto o tra gli anziani o dove dovevano lavorare?

Anche R., ha voluto dire la sua. “Se posso dire, del Covid sappiamo ancora molto poco. È un virus che mi ha dato molto da pensare. In Italia c’è stata una gestione caotica e severa che – come ha detto la Meloni giusto l’altro giorno – non ha portato i risultati che avrebbe dovuto.

Il vaccino l’ho fatto per dovere e necessità mesi dopo aver preso il Covid. Non mi fidavo e non mi fido. Ho tanti dubbi. Sono stata a casa il più possibile e poi ho dovuto cedere per potermi mantenere. Dico cedere ma non è in senso dispregiativo. 

Ho visto no vax insultare chi si è vaccinato e viceversa. Ci sono opinioni e opinioni ma la libertà personale dovrebbe arrivare fino a dove non si mette a rischio quella degli altri. 

Ringrazio per l’anonimato, avrei paura a parlare così alla luce del sole. Non è normale voler dire la propria ma aver paura delle ripercussioni di chi la pensa diversamente. Per quanti dubbi avessi, alla fine era buonsenso.

Conosco gente cagionevole che ha preso il Covid in modo leggero e gente super in salute star malissimo e portarsi dietro le conseguenze della malattia ancora adesso. Il vaccino era la via più veloce, per quanto sperimentale.

Si potrebbe parlare in eterno di questo argomento, ma è giusto che con il Covid ai livelli attuali anche chi non ha il vaccino torni a lavorare. Sarebbe carino se giudicassero anche meno chi invece si è vaccinato. Perché continuare a parlare di complotti, dittature e compagnia bella? Come se loro avessero delle risposte vere.

Ripeto, ho fatto il vaccino per necessità e non perché ci credessi a fondo. Però riconosco che senza vaccino saremmo quasi certamente ancora con una situazione difficile. Poi ognuno la pensa come vuole: dal medico alla persona che cammina per strada, sul Covid rimarranno comunque troppi interrogativi per avere fiducia cieca nelle versioni date sulla questione.”

Pubblicità
rel="nofollow"Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    rel="nofollow"Pubblicità
Val di Non – Sole – Paganella14 minuti fa

La Pro Loco di Revò chiama a raccolta soci, simpatizzanti, volontari per dare nuovo slancio e vitalità all’associazione

Bolzano2 ore fa

Strage di Lutago: chiesti 3,7 milioni di euro all’autista del bus

Val di Non – Sole – Paganella3 ore fa

Tassullo: il 26 febbraio sfida tra lucaniche casalinghe nel rione di Campo

Trento4 ore fa

Il presidente del Parco Naturale Adamello Brenta Walter Ferrazza eletto nel Consiglio direttivo di Federparchi

Trento4 ore fa

Donazioni di organi, Trentino al top nazionale

Trento5 ore fa

Associazione Rasom, oltre 2.500 civili aiutati dal Trentino in Ucraina

Trento5 ore fa

Bypass Trento, conclusa la seconda fase monitoraggio ambientale: «Risultati rassicuranti»

Fiemme, Fassa e Cembra5 ore fa

Tamponamento fra tre macchine a Moena, un ferito

Arte e Cultura6 ore fa

“Giannis Antetokounmpo, Odissea”: un libro che attraversa i confini ed arriva alle stelle

Piana Rotaliana6 ore fa

Partito il progetto “Win4Feed”, per mangimi animali sostenibili

Riflessioni fra Cronaca e Storia7 ore fa

Sono i giornali il nuovo megafono del potere

Trento7 ore fa

Ieri la visita del ministro per le disabilità Locatelli in Trentino

Cani Gatti & C7 ore fa

Dog Gone, lo straordinario viaggio di Gonker: un commovente film tratto da una storia vera

Spettacolo8 ore fa

La compagnia Babilonia Teatri alla guida artistica di Pergine Spettacolo Aperto

Val di Non – Sole – Paganella17 ore fa

Il Gruppo Teatro Ragazzi di Tuenno torna in scena

Io la penso così…4 settimane fa

«Il Trentino Alto Adige, un luogo da sogno con persone (spesso turisti) da incubo»

Trento4 settimane fa

Dramma a Trento: ricercatrice muore a 42 anni per un malore improvviso

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Torna in Val di Non la grande “Festa di San Romedio”

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Nuovo lutto per la famiglia Cantaloni, dopo la figlia Chiara muore anche il papà Giorgio

Trento1 giorno fa

Continuano le truffe del reddito di cittadinanza. Ecco quanti lo ricevono in Trentino

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Tragedia di Capodanno: è morta la 25 enne roveretana Valentina Vallenari Benedetti, troppo gravi le ferite riportate nell’incidente lo scorso 31 dicembre

Trento2 settimane fa

Condominio da incubo, pluripregiudicato tiene in ostaggio i residenti da anni. Il giudice: «Non si può sfrattare perchè è ai domiciliari»

Vista su Rovereto2 settimane fa

Spazi vuoti e serrande abbassate: la desolazione di Rovereto

economia e finanza3 settimane fa

Il colosso Amazon licenzia 18 mila dipendenti

Rovereto e Vallagarina2 settimane fa

Tragico incidente in Vallagarina, auto contro un Tir: 37 enne muore sul colpo

Offerte lavoro2 giorni fa

Cercasi commessa/o per nuova apertura negozio centro storico di Trento

Trento2 settimane fa

Morto Marco Dorigoni, storico Dj di Studio uno. Aveva 57 anni

Trento7 giorni fa

Dalla Security ai set cinematografici: la storia del trentino Stefano Mosca

Trento3 settimane fa

60 enne denunciato per bracconaggio e per distillazione illegale di grappa

Trento1 settimana fa

Condominio da incubo via Perini: il soggetto entrerà in comunità alla fine del mese

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza