Connect with us
Pubblicità

Trento

Tamponi falsi: 92 persone rinviate a giudizio

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Segna una svolta l’indagine sui falsi tamponi che ha preso il via nei primi giorni del 2022 a seguito di alcune segnalazioni giunte agli inquirenti circa le anomale modalità con cui venivano praticati i test da parte di Gabriele Macinati, (foto) un infermiere che agiva in regime di libera professione (esiti che giungevano al cellulare dei pazienti prima ancora che fosse trascorso il tempo minimo di immersione del campione nel reagente) presso 2 ambulatori allestiti nel palazzetto dello sport di Pergine Valsugana e in uno stabile di Trento Nord.

La Procura della Repubblica presso il Tribunale di Trento aveva concluso la fase delle indagini preliminari nel mese di giugno insieme ai Carabinieri del Comando Provinciale che hanno investigato sul caso del tamponificio trentino che vendeva i certificati con esito a richiesta.

Nel giro erano state coinvolte 92 le persone che, a diverso titolo, sono state chiamate a rispondere dei reati di associazione per delinquere, corruzione, falsità ideologica e accesso abusivo a sistema informatico. 

Pubblicità
Pubblicità

Tutti sono stati rinviati a giudizio alla fine delle indagini. Si tratta dell’infermiere Gabrielle Macinati, la moglie, i tre collaboratori e 87 clienti che si erano rivolti ai due centri per ottenere una falsa certificazione di positività a avere il green pass evitando il vaccino.

Tra gli indagati insegnanti, funzionari pubblici e uomini delle forze dell’ordine.

Secondo gli accertamenti dei carabinieri, nei due “tamponifici” sono stati eseguiti 33mila test in due mesi, in media oltre 600 al giorno. La prima udienza è stata fissata per il 28 maggio 2023.

Pubblicità
Pubblicità

Nello specifico, chi aveva bisogno di una certificazione verde valevole per 48 ore, richiedeva un esito negativo, chi invece, volendo evitare la vaccinazione senza rinunciare alle libertà consentite dal cd. green pass rafforzato, richiedeva una attestazione di positività, al fine di conseguire l’agognato certificato al termine del periodo di isolamento prescritto.

Nel corso delle investigazioni sono stati chiusi 2 centri dove venivano effettuati i tamponi, sequestrati 120.000 euro provento dell’attività illecita e sottoposti a sequestro 100 green pass falsi.

Gli imputati, se tutte le accuse fossero provate, rischiano pene pesantissime. Soprattutto se fosse provato il reato di associazione a delinquere. 

  • Pubblicità
    Pubblicità
Io la penso così…4 settimane fa

«Il Trentino Alto Adige, un luogo da sogno con persone (spesso turisti) da incubo»

Trento4 settimane fa

Dramma a Trento: ricercatrice muore a 42 anni per un malore improvviso

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Torna in Val di Non la grande “Festa di San Romedio”

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Nuovo lutto per la famiglia Cantaloni, dopo la figlia Chiara muore anche il papà Giorgio

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Tragedia di Capodanno: è morta la 25 enne roveretana Valentina Vallenari Benedetti, troppo gravi le ferite riportate nell’incidente lo scorso 31 dicembre

Trento2 settimane fa

Condominio da incubo, pluripregiudicato tiene in ostaggio i residenti da anni. Il giudice: «Non si può sfrattare perchè è ai domiciliari»

Vista su Rovereto2 settimane fa

Spazi vuoti e serrande abbassate: la desolazione di Rovereto

Trento1 giorno fa

Continuano le truffe del reddito di cittadinanza. Ecco quanti lo ricevono in Trentino

economia e finanza3 settimane fa

Il colosso Amazon licenzia 18 mila dipendenti

Rovereto e Vallagarina2 settimane fa

Tragico incidente in Vallagarina, auto contro un Tir: 37 enne muore sul colpo

Offerte lavoro2 giorni fa

Cercasi commessa/o per nuova apertura negozio centro storico di Trento

Trento2 settimane fa

Morto Marco Dorigoni, storico Dj di Studio uno. Aveva 57 anni

Trento7 giorni fa

Dalla Security ai set cinematografici: la storia del trentino Stefano Mosca

Trento3 settimane fa

60 enne denunciato per bracconaggio e per distillazione illegale di grappa

Trento1 settimana fa

Condominio da incubo via Perini: il soggetto entrerà in comunità alla fine del mese

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza