Connect with us
Pubblicità

Trento

Weekend della Protezione civile, il ‘caso’ Alta Val di Fassa

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

La sinergia tra le diverse strutture operative della Protezione civile del Trentino è fondamentale per la buona riuscita degli interventi di emergenza. La cittadinanza potrà prenderne coscienza di persona, nel weekend del 15 e 16 ottobre, all’interno della Cittadella della Protezione civile, ieri in fase di allestimento nel parco di Piazza Dante a Trento.

Il programma prevede tre manovre dimostrative al giorno, attività ricreative dedicate a bambini e ragazzi e dialoghi pubblici aperti a tutta la cittadinanza. Perché è fondamentale l’impegno di tutti per preservare il territorio e gestire le situazioni di emergenza assumendo comportamenti che non mettano a rischio la propria (e l’altrui) incolumità.

Ne sono convinti operatori e persone che – anche recentemente – hanno affrontato calamità legate al dissesto idrogeologico. L’ultimo caso risale alla serata dello scorso 5 agosto, nei comuni di San Giovanni di Fassa-Sèn Jan, Campitello di Fassa e Mazzin, per i quali la Giunta provinciale ha dichiarato lo stato di calamità.

Pubblicità
Pubblicità

In questi video, il lavoro instancabile dei Vigili del fuoco volontari in seguito alla bomba d’acqua che aveva colpito l’Alta Val di Fassa, nel racconto di Silvia Giacomuzzi (Ziano di Fiemme) qui il video, che ricorda: “Siamo accorsi in caserma e ci siamo trovati in centinaia nei centri abitati più colpiti. Nel giro di 24 ore l’emergenza è rientrata e in circa 60 ore di lavoro, grazie all’impegno di tutti, i borghi sono tornati allo splendore che gli ospiti apprezzano e gli abitanti amano”Quindi, l’invito ai giovani trentini affinché entrino nei Corpi presenti nei diversi paesi: “E’ importante mettersi a disposizione della propria comunità”.

Il volontario della Croce Rossa Italiana della Val di Fassa, Luca Follador (qui il video), ricorda invece l’intervento sanitario e per l’assistenza di residenti e ospiti che – al momento dell’evento – si trovavano all’interno di strutture investite o lambite dalle colate di fango: “All’interno della palestra erano state posizionate oltre 200 brandine per la notte: abbiamo rassicurato le persone costrette a lasciare tutto e spiegato loro cosa stava accadendo. L’unione delle forze tra le diverse realtà della Protezione civile è fondamentale per il buon esito delle operazioni”.

L’appello, anche in questo caso, è di fare la propria parte, partecipando ai corsi che consentono di entrare nell’associazione. “Le nostre comunità si nutrono di volontariato”. Infine, la gratitudine dell’albergatrice di Pozza di Fassa, Alessandra Gross: “La strada che porta alla nostra struttura si era trasformata in poco tempo in un torrente. Gli operatori della Protezione civile ci hanno assistito, facilitando l’evacuazione dell’hotel e accogliendo i nostri ospiti. Sono orgogliosa di essere trentina”. Qui il videoQUI IL PROGRAMMA DEL WEEKEND 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
rel="nofollow"Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    rel="nofollow"Pubblicità
Io la penso così…4 settimane fa

«Il Trentino Alto Adige, un luogo da sogno con persone (spesso turisti) da incubo»

Trento4 settimane fa

Dramma a Trento: ricercatrice muore a 42 anni per un malore improvviso

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Torna in Val di Non la grande “Festa di San Romedio”

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Nuovo lutto per la famiglia Cantaloni, dopo la figlia Chiara muore anche il papà Giorgio

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Tragedia di Capodanno: è morta la 25 enne roveretana Valentina Vallenari Benedetti, troppo gravi le ferite riportate nell’incidente lo scorso 31 dicembre

Trento2 settimane fa

Condominio da incubo, pluripregiudicato tiene in ostaggio i residenti da anni. Il giudice: «Non si può sfrattare perchè è ai domiciliari»

Vista su Rovereto2 settimane fa

Spazi vuoti e serrande abbassate: la desolazione di Rovereto

Trento1 giorno fa

Continuano le truffe del reddito di cittadinanza. Ecco quanti lo ricevono in Trentino

economia e finanza3 settimane fa

Il colosso Amazon licenzia 18 mila dipendenti

Rovereto e Vallagarina2 settimane fa

Tragico incidente in Vallagarina, auto contro un Tir: 37 enne muore sul colpo

Offerte lavoro2 giorni fa

Cercasi commessa/o per nuova apertura negozio centro storico di Trento

Trento2 settimane fa

Morto Marco Dorigoni, storico Dj di Studio uno. Aveva 57 anni

Trento7 giorni fa

Dalla Security ai set cinematografici: la storia del trentino Stefano Mosca

Trento3 settimane fa

60 enne denunciato per bracconaggio e per distillazione illegale di grappa

Trento1 settimana fa

Condominio da incubo via Perini: il soggetto entrerà in comunità alla fine del mese

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza