Connect with us
Pubblicità

Trento

Donne e scienza: le storie delle prime laureate trentine per abbattere gli stereotipi culturali

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Ieri pomeriggio a Trento l’incontro per promuovere la partecipazione femminile al mondo delle scienze e della tecnologia attraverso gli esempi concreti delle prime laureate trentine in ingegneria, matematica, scienze cognitive.

Sulla base dei dati Istat 2021, oltre la metà dei laureati italiani sono donne. Di queste, tuttavia, solo 16 su 100 hanno un titolo in discipline STEM, acronimo inglese che indica le materie scientifiche (letteralmente Science, Technology, Engineering e Mathematics).

Gli uomini, invece, sono il 35%. Contribuire a colmare questo divario in termini di presenza ma anche di narrazione era tra gli obiettivi principali dell’incontro svoltosi questo pomeriggio a Trento: “Ritratti – Le prime laureate STEM dell’Ateneo Trentino”.

L’evento, organizzato dall’Ordine degli Ingegneri della provincia di Trento, AIDIA Trento e il Consiglio delle Donne del Comune di Trento, con il patrocinio dell’Università di Trento, Provincia Autonoma di Trento, Ordine degli Architetti della Provincia di Trento e Fondazione Negrelli, è stato un’occasione per celebrare le professionalità declinate al femminile e raccontare le storie di donne sicuramente eccezionali per il capoluogo e l’Ateneo trentino: le prime ad essersi messe in gioco, con scelte anche controcorrente e coraggiose, per dedicarsi alla matematica, all’ingegneria, alle scienze cognitive.

Ospiti di spicco a Palazzo Geremia Amalia Ercoli Finzi (in collegamento), prima donna laureata in Ingegneria aerospaziale in Italia, e Maria Acrivoulis, architetto e presidente di AIDIA nazionale. Successivamente, il pubblico ha ascoltato le testimonianze delle prime laureate STEM dell’Università di Trento, moderate dalla giornalista Francesca Merz: Paola Dallago, Ingegneria Civile; Francesca Chinetti, Ingegneria dei Materiali; Barbara Froner, Ingegneria dell’Informazione; Maria Alba Cesarini Sforza, Matematica; Camilla Lenti e Veronica Cembrani, Scienze Cognitive.

“Diffondere gli esempi positivi di donne che hanno realizzato i propri obiettivi di studio e professionali, può aiutare a colmare il divario di genere che ancora oggi caratterizza le discipline STEM ha detto in apertura Silvia Di Rosa, Presidente dell’Ordine degli Ingegneri –. Nel mondo della scienza e della ricerca il gap tra donne e uomini in termini di formazione, occupazione e possibilità di carriera è ancora enorme ed è dovuto a fattori culturali. Per questo abbiamo voluto ribadire che donne e uomini devono avere le stesse possibilità, devono essere liberi di scegliere”.

Pubblicità
Pubblicità

Siete un modello positivo, abbiamo bisogno di voi e del vostro esempio, grazie per quello che rappresentateha detto l’assessore all’istruzione, università e cultura della Provincia autonoma di Trento, Mirko Bisesti nel rivolgersi alle prime donne laureate STEM dell’Ateneo trentino –. Siamo consapevoli che esiste un divario di genere nelle discipline STEM, ma stiamo lavorando con le nostre istituzioni scolastiche per colmare questo divario, per valorizzare e supportare le nostre studentesse, consentire loro una scelta consapevole del proprio percorso scolastico.

La nostra scuola ha concluso l’assessore Bisesti sta cambiando, ci stiamo approcciando sempre più ad un modello europeo, ad esempio abbiamo introdotto i percorsi quadriennali per le scuole superiori a partire dal prossimo anno. Vogliamo sempre più essere un esempio sano, positivo e virtuoso, aperto ed inclusivo”.

Quello dell’equilibrio di genere è un tema particolarmente sentito dall’Università di Trentoha commentato il Rettore Flavio Deflorian –. Siamo consapevoli che in alcune discipline STEM ci sia un problema di presenza femminile, con un numero di studentesse ancora troppo basso. Iniziative come questa valorizzano le storie di ragazze e donne che hanno scelto di seguire i propri interessi e le proprie passioni al di là di stereotipi e ruoli precostituiti”.

È importante sensibilizzare il mondo scolastico e le istituzioni ha detto Minella Chilà, Presidente del Consiglio delle Donne del Comune di Trento –. Le donne hanno performance eccellenti nello studio, ma è evidente lo sbilanciamento della loro presenza nelle facoltà scientifiche. Non solo: hanno più difficoltà a essere occupate e a ricoprire ruoli apicali. Più donne laureate nelle materie scientifiche, significano più capitale umano per affrontare le sfide tecnologiche del futuro”.

Amalia Ercoli Finzi, ingegnera aerospaziale e accademica italiana che è stata fra l’altro consulente scientifica della NASA, ha ricordato comesecondo il World Economic Forum occorrono 135 anni per colmare il gender gap e arrivare alla parità di genere. Nel caso delle materie scientifiche, bisogna agire aiutando le bambine ad orientarsi nel percorso scolastico dalle scuole primarie in poi. È in quel momento che le ragazzine, sotto la pressione di stereotipi e condizionamenti culturali, cominciano a pensare di non essere adatte per matematica e scienze.

Ma le materie STEM sono le materie del futuro: chi vorrà avere competenze nelle materie di comando dovrà conoscere le materie STEM. Non solo: la matematica è anche un linguaggio trasversale e universale. E sono proprio le materie STEM quelle che fanno entrare noi donne nel futuro in maniera dignitosa. Anche se per secoli hanno cercato di convincerci che non fossero per noi”.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento11 minuti fa

Sabato la festività di S. Barbara: in piazza Duomo i Vigili del fuoco volontari

Arte e Cultura26 minuti fa

Venerdì 2 inaugurazione della mostra «Cinque percorsi d’arte si incontrano» in sala Thun

Valsugana e Primiero35 minuti fa

“Frontiere-Grenzen”, il Premio letterario internazionale delle Alpi, finisce qui la sua avventura culturale

Italia ed estero49 minuti fa

Agrigento: litiga col cardiologo e gli spara, fermato un 47 enne

Italia ed estero49 minuti fa

Tragedia Ischia, la procura indaga per gli allarmi inascoltati: le autorità competenti sapevano del rischio

Val di Non – Sole – Paganella2 ore fa

Rocambolesco incidente al tornante sopra l’abitato di Denno: coinvolti un autoarticolato e due vetture

Trento2 ore fa

Spaccio: 3 denunce e 17 segnalazioni per uso personale. Fra di loro anche un 14 enne

Italia ed estero2 ore fa

Guerra, Tajani: “La Nato proteggerà i Balcani e i vicini dell’Ucraina”. Ue propone tribunale per crimini russi

Trento2 ore fa

Levata di scudi tra Fp Cgil e Muse: «Ancora una volta si rimbalzano le responsabilità»

Trento2 ore fa

Gallerie Martignano: da dicembre saranno attivi gli autovelox

Val di Non – Sole – Paganella2 ore fa

L’UPT di Cles sabato 3 dicembre presenta “Scuola aperta” per illustrare il nuovo programma formativo

Italia ed estero2 ore fa

Manovra, Meloni convoca i sindacati: “Servono misure che combattono disuguaglianze. Avanti con la mobilitazione”

Io la penso così…2 ore fa

Calcio giovanile troppo violento, anche sulle tribune

Hi Tech e Ricerca3 ore fa

Il cloud riduce del 76% i costi informatici: Esakon protagonista al Forum N.A

Tecnologia3 ore fa

Cybersecurity: lunedì la conferenza dedicata alla sicurezza delle infrastrutture e dei dati digitali

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Monica Cadau perde il ricorso al TAR e dovrà risarcire il comune di Borgo e il Ministero

Trento2 settimane fa

A Trento è arrivata “Pokè Monade”, la Poke trentina!

Trento7 giorni fa

Avvistato un branco di lupi tra Centa San Nicolò e Caldonazzo

Trento3 settimane fa

Occupa abusivamente 3 parcheggi da anni e nessuno fa nulla

Val di Non – Sole – Paganella1 settimana fa

Morte neonato a Cles: era già successo 42 anni fa

Trento1 settimana fa

I pendolari della sanità trentina: «È l’unico modo per curarsi e rimanere in vita»

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Massimiliano Lucietti è morto mentre era a terra per sparare

Trento3 settimane fa

Le sconcertanti e imbarazzanti parole di Antonio Ferro sulle Oss trentine

Le ultime dal Web2 settimane fa

Tesla Model Y impazzita uccide due persone – IL VIDEO

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Non più lezioni, ma esperienze in montagna. A Molveno apre la nuova «Non scuola di sci»

Trento3 settimane fa

Non poteva essere l’avvocato della Provincia di Trento. La corte dei Conti chiede 113 mila euro di risarcimento a Giacomo Bernardi

Trento2 settimane fa

Gardolo: autobus va contro un’auto, manda a quel paese il guidatore e scappa

Trento2 settimane fa

Trento in lutto, è morto Rinaldo Detassis fondatore di Elettrocasa

Trento3 settimane fa

Paura in Trentino per una scossa di Terremoto

Rovereto e Vallagarina5 giorni fa

Via libera per la costruzione della mega stalla a Terragnolo. La polemica però continua

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza