Connect with us
Pubblicità

Trento

Affido minori: «Il Trentino non è Bibbiano, ma serve maggiore assistenza psicologica e psichiatrica»

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Si sono conclusi ieri  i lavori della Commissione speciale di indagine sui minori in affido.  La commissione era nata sull’onda emotiva di quanto successo nel 2019 a Bibbiano per poi trasformarsi in una struttura di indagine che ieri ha diffuso i primi dati sulla situazione in Trentino.

Il sistema dei servizi sociali e delle strutture di accoglienza sia del pubblico sia affidate al Terzo Settore di cui il Trentino dispone per occuparsi dei minori la cui tutela ha reso opportuno il loro allontanamento dalla famiglia, è di buona qualità ma presenta alcune criticità che richiedono interventi da progettare soprattutto sul versante dell’assistenza psicologica e psichiatrica allo scopo di aggiornare e migliorare ulteriormente l’approccio a questo complesso e delicato settore.

Il Trentino, insomma, non è Bibbiano. Questo in sintesi l’esito di tre anni di lavoro della Commissione speciale di indagine in materia di affidamento dei minori istituita nel 2019 dal Consiglio provinciale per verificare le procedure e i servizi attivi in questo campo nel nostro territorio. A presentare le conclusioni a cui l’organismo è arrivato sono stati ieri i consiglieri provinciale chiamati a farne parte: la presidente Mara Dalzocchio (Lega), la vicepresidente Sara Ferrari (Pd), Lucia Coppola (gruppo misto-Europa Verde), Pietro De Godenz (UpT), Luca Guglielmi (gruppo Fassa) e Katia Rossato (FdI).

Pubblicità
Pubblicità

Dalzocchio ha ricordato che a chiedere al Consiglio di istituire questa Commissione speciale di indagine era stata la Lega e che ciò ha permesso di approfondire il tema dell’affidamento dei minori in affido nel Trentino con un lavoro durato tre anni che ha permesso anche di visitare 5 strutture di accoglienza per bambini e adolescenti.

Le conclusioni di questa verifica della situazione sono state raccolte in una relazione finale e sintetizzate con una mozione proposta al Consiglio.

Il documento che arriverà in aula a fine ottobre, chiede di impegnare la Giunta provinciale in 4 direzioni: a potenziare l’assistenza psicologica oggi carente nelle strutture che ospitano i minori in affido; ad assegnare ad almeno due assistenti sociali la valutazione e la decisione circa l’eventuale allontanamento di bambini e ragazzi dalla famiglia; a creare un equipe multidisciplinare che analizzi caso per caso queste scelte; e infine a istituire un osservatorio che garantisca il monitoraggio dell’intero sistema.

Pubblicità
Pubblicità

La storia dell’organismo – Nominata il 9 ottobre del 2019 dal Consiglio provinciale e insediatasi il 5 novembre dello stesso anno, la Commissione speciale d’indagine in materia di affidamento dei minori ha concluso i suoi lavori. L’organismo è stato presieduto da Mara Dalzocchio (Lega) e dai consiglieri Sara Ferrari (Pd, vicepresidente), Luca Guglielmi (Fassa), Lucia Coppola (Misto-Europa Verde), Pietro De Godenz (UpT), Denis Paoli (Lega), Katia Rossato (Fratelli d’Italia). Il mandato che la Commissione speciale aveva ricevuto dall’assemblea legislativa provinciale era di verificare entro due anni (ma nel novembre del 2021 era stata concessa una proroga fino ad oggi) le procedure relative all’affidamento di minori e l’adeguatezza dei relativi servizi.

L’attività svolta – Dopo essersi insediata il 5 novembre 2019, la Commissione ha intrapreso un lungo percorso conoscitivo e di approfondimento delle procedure di affidamento e dei relativi servizi esistenti in Trentino. Nel 2020 a causa dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, l’attività ha subito un rallentamento e per questo si è resa opportuna la proroga di anno.

Complessivamente l’organismo si è riunito 17 volte e ha dedicato 7 di queste sedute all’ascolto di 32 soggetti. Prima di effettuare le consultazioni la Commissione ha voluto inquadrare la disciplina che regola l’istituto dell’affidamento, le procedure e i servizi. Poi si è confrontata con i vari attori che intervengono nella procedura di affido e si occupano della gestione dei servizi dedicati. Per l’istruttoria la Commissione speciale ha anche visitato alcune comunità socio-educative per l’accoglienza di minori in affido e si è soffermata sul tema della prevenzione.

  • Pubblicità
    rel="nofollow"Pubblicità
Val di Non – Sole – Paganella35 minuti fa

A fuoco una canna fumaria, limitati i danni

Val di Non – Sole – Paganella1 ora fa

Marilleva: ruba uno snowboard sulle piste, rintracciato e denunciato padre insospettabile

Giudicarie e Rendena1 ora fa

È grave al Santa Chiara il 68 enne trovato ieri nella vasca di smaltimento del ghiaccio

Fiemme, Fassa e Cembra3 ore fa

Ospedale Cavalese, Fugatti: «Pronti a sostenere la decisione dei territori»

Fiemme, Fassa e Cembra3 ore fa

Brt di Fiemme e Fassa, l’analisi delle 130 osservazioni formulate dai Comuni

Fiemme, Fassa e Cembra3 ore fa

Val di Fassa, operazione «Sciamano 2»: arrestate 14 persone per spaccio di droga

Sport Trentino3 ore fa

A Gennaio Trentino protagonista sui media nazionali

Trento3 ore fa

Tossicodipendente aggredisce tabaccaio in Corso 3 novembre

Trento4 ore fa

Medicina, nominati i primi quattro professori clinici ma manca la sede. Polemica fra il rettore e Segnana

Val di Non – Sole – Paganella4 ore fa

Sono aperte le domande per la nuova assegnazione degli orti comunali a Cles

Valsugana e Primiero5 ore fa

Borgo Valsugana: La storica bottega Cicli Debortoli oggi chiude i battenti dopo 63 anni di attività

Trento11 ore fa

Elezioni provinciali: nuova fumata nera, rimangono in lizza Fugatti e Gerosa

Val di Non – Sole – Paganella15 ore fa

A Coredo un “canto di speranza” capace di toccare l’anima

Val di Non – Sole – Paganella16 ore fa

A Denno una serata informativa sull’uso del defibrillatore

Rovereto e Vallagarina16 ore fa

Rovereto: la città della cultura rimane senza personale per i musei

Trento4 giorni fa

Continuano le truffe del reddito di cittadinanza. Ecco quanti lo ricevono in Trentino

Trento4 settimane fa

Dramma a Trento: ricercatrice muore a 42 anni per un malore improvviso

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Torna in Val di Non la grande “Festa di San Romedio”

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Nuovo lutto per la famiglia Cantaloni, dopo la figlia Chiara muore anche il papà Giorgio

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Tragedia di Capodanno: è morta la 25 enne roveretana Valentina Vallenari Benedetti, troppo gravi le ferite riportate nell’incidente lo scorso 31 dicembre

Trento2 settimane fa

Condominio da incubo, pluripregiudicato tiene in ostaggio i residenti da anni. Il giudice: «Non si può sfrattare perchè è ai domiciliari»

Offerte lavoro5 giorni fa

Cercasi commessa/o per nuova apertura negozio centro storico di Trento

Vista su Rovereto2 settimane fa

Spazi vuoti e serrande abbassate: la desolazione di Rovereto

economia e finanza4 settimane fa

Il colosso Amazon licenzia 18 mila dipendenti

Rovereto e Vallagarina3 settimane fa

Tragico incidente in Vallagarina, auto contro un Tir: 37 enne muore sul colpo

Trento1 settimana fa

Dalla Security ai set cinematografici: la storia del trentino Stefano Mosca

Trento3 settimane fa

Morto Marco Dorigoni, storico Dj di Studio uno. Aveva 57 anni

Trento3 settimane fa

60 enne denunciato per bracconaggio e per distillazione illegale di grappa

Trento2 settimane fa

Condominio da incubo via Perini: il soggetto entrerà in comunità alla fine del mese

Trento4 settimane fa

Lutto nell’azienda sanitaria: muore a 58 anni Martina Liber

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza