Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Anestesia di Cles: il nuovo direttore è Michela Zardin

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Prosegue l’impegno dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari per garantire alle unità operative degli ospedali trentini guide di comprovata esperienza e professionalità. A un mese e mezzo dalla chiusura delle iscrizioni è stato pubblicato sul sito dell’Apss l’esito della selezione per la direzione dell’Unità operativa di anestesia e rianimazione dell’ospedale di Cles.

Le normative concorsuali prevedono che i candidati siano valutati sulla base dei colloqui selettivi e dei curricula professionali. La graduatoria di merito per la selezione di anestesia e rianimazione vede al primo posto la dottoressa Michela Zardin che sarà nominata nella seduta del comitato direttivo di domani.

Sempre per quanto riguarda l’ospedale di Cles stati banditi la selezione per la direzione dell’unità operativa di medicina interna, la cui presentazione delle domande scadrà lunedì prossimo, e quella per l’ostetricia e ginecologia con iscrizioni chiuse a fine settembre.

Michela Zardin è nata a Legnago (VR). Dopo la laurea in medicina e chirurgia conseguita nel 2000 all’Università degli studi Verona, nel 2004 si specializza in anestesia e rianimazione con indirizzo terapia del dolore sempre a Verona. Nel 2016 consegue il master di secondo livello in terapia intensiva all’Università degli studi di Milano e quello in medicina del dolore all’Advance Alcology Research e nel 2020 partecipa al corso di perfezionamento leadership in medicina all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma.

La dottoressa Zardin ha maturato un’esperienza di 18 anni nel settore dell’anestesia e rianimazione, di cui circa 7 anni in Azienda provinciale per i servizi sanitari e i restanti in varie strutture ospedaliere della Lombardia, Emilia Romagna e Veneto tra cui l’Azienda ospedaliera Carlo Poma di Mantova, l’Azienda ospedaliera universitaria Luigi Sacco di Milano e l’Azienda ospedaliera universitaria di Verona.

La dottoressa Zardin è stata titolare degli incarichi di alta professionalità «Controllo delle infezioni in terapia intensiva» e «Monitoraggio e gestione emodinamica dei pazienti critici in terapia intensiva» dell’ospedale Santa Chiara di Trento.

Pubblicità
Pubblicità

La professionista vanta una corposa produzione scientifica, inerente alle tematiche specifiche della anestesia e rianimazione. Ha svolto inoltre attività di docenza all’Università degli studi di Verona nel corso di laurea in infermieristica e nelle scuole di specialità di Anestesia e rianimazione e Malattie dell’apparato digerente nonché nella Scuola di formazione in medicina generale di Verona.

È responsabile per il Trentino-Alto Adige della Società italiana di anestesia, analgesia, rianimazione e terapia intensiva (Siaarti).

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Italia ed estero4 settimane fa

Venivano in Italia per ottenere il reddito di cittadinanza per poi tornare nei loro paesi. Scoperta maxi truffa da 4 milioni di euro

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Maxi rissa davanti alla coop di viale Trento a Rovereto

Valsugana e Primiero1 settimana fa

Monica Cadau perde il ricorso al TAR e dovrà risarcire il comune di Borgo e il Ministero

Trento1 settimana fa

A Trento è arrivata “Pokè Monade”, la Poke trentina!

Trento3 giorni fa

Avvistato un branco di lupi tra Centa San Nicolò e Caldonazzo

Trento3 settimane fa

Occupa abusivamente 3 parcheggi da anni e nessuno fa nulla

Trento5 giorni fa

I pendolari della sanità trentina: «È l’unico modo per curarsi e rimanere in vita»

Val di Non – Sole – Paganella6 giorni fa

Morte neonato a Cles: era già successo 42 anni fa

Trento3 settimane fa

Le sconcertanti e imbarazzanti parole di Antonio Ferro sulle Oss trentine

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Massimiliano Lucietti è morto mentre era a terra per sparare

Le ultime dal Web2 settimane fa

Tesla Model Y impazzita uccide due persone – IL VIDEO

Trento4 settimane fa

34 fallimenti in Trentino negli ultimi 12 mesi

Val di Non – Sole – Paganella1 settimana fa

Non più lezioni, ma esperienze in montagna. A Molveno apre la nuova «Non scuola di sci»

eventi4 settimane fa

«Boci del Number»: lunedì al Teatro Matisse di Pergine la notte dei ricordi

Trento2 settimane fa

Non poteva essere l’avvocato della Provincia di Trento. La corte dei Conti chiede 113 mila euro di risarcimento a Giacomo Bernardi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza