Connect with us
Pubblicità

Trento

Incidente 7 tornanti: insieme alle inutili polemiche spunta un nuovo drammatico video

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

L’articolo pubblicato ieri dal nostro quotidiano ha innescato molte polemiche sulla sicurezza durante le gare automobilistiche. 

Il nuovo video che spunta sui social (clicca qui per vederlo) conferma ancora di più che il pubblico in quel posto non ci doveva stare.

A quanto pare molti testimoni hanno denunciato che poco prima del terribile incidente il giovane e il suo gruppo erano stati invitati dall’organizzazione ad allontanarsi dal guard rail. Da molti è stato evidenziato anche che quasi tutti i componenti del gruppetto di ragazzini erano ubriachi e probabilmente anche sotto l’effetto di hashish. «Di certo – spiega un testimone – erano esaltati e fuori di testa. Erano stati allontanati dall’organizzazione ma poi sono nuovamente tornati lungo la curva».

Pubblicità
Pubblicità

Si torna quindi a parlare di sospensione di questo tipo di gare oppure anche di proporle senza la presenza del pubblico. Quest’ultima sarebbe una ipotesi folle.

In entrambi i video si vede benissimo che il posizionamento del pubblico è irresponsabile. Il commissario di gara e gli organizzatori hanno più volte invitato il pubblico a mettersi in zona di sicurezza. Ma non sono mai stati ascoltati.

Poteva finire peggio? Certamente, il ragazzo poteva essere decapitato, e altri potevano essere coinvolti nell’incidente con le conseguenze che potevano essere tragiche.

Pubblicità
Pubblicità

La verità è più semplice di quello che sembra: la macchina era sul percorso gara mentre il ragazzo e tanti altri erano a filo del guard rail col corpo dentro il perimetro di gara posizionati per fare video e foto all’arrivo delle macchine.

I piloti che partecipano a questo tipo di gare pagano una iscrizione salata, devono avere una licenza, la macchina da gara assicurata che deve rispettare delle normative come l’abbigliamento e via dicendo. Una serie di costi allucinanti che solo la passione può sostenere. Dietro di loro ci sono meccanici, carrozzieri, team preparati che amano questo sport e che, come in questo caso, per colpa di qualche irresponsabile ubriacone vengono anche criticati.

Per non parlare del lavoro degli organizzatori dell’evento che preparano per mesi la gara affinchè vada tutto bene e che a volte ci rimettono  anche dei soldi.

Non possiamo quindi parlare di sicurezza che è venuta meno. E sorrido nei confronti di chi nelle ultime ore ha criticato il sindaco che ha ben altro per la testa in questo momento e che non centra nulla, oppure chi minaccia addirittura di fare una bella interrogazione.

Il problema è nella testa di questi ragazzini che credono di poter fare tutto. E ricordo che sul campo di gara nessuno può nemmeno toccarli, nemmeno la polizia che rischierebbe di essere a sua volta denunciata. Non è quindi un caso che prima dell’incidente fra il gruppo di ragazzini e qualche commissario di gara sia nata qualche discussione.

Cominciamo a parlare chiaro: quello che manca alla fine è un po’ di sale in zucca e responsabilità. Altro che critiche al Sindaco e interrogazioni varie. (clicca qui per vedere il video) Nel caso specifico sarebbe necessario denunciare il giovane scapestrato e mandare un bel conto per il risarcimento. 

Sotto una vignetta, macabra e in linea col fumetto. Deve servire per far riflettere gli irresponsabili 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento27 minuti fa

Il turismo trentino cerca personale: ecco come candidarsi

Trento49 minuti fa

Sabato la festività di S. Barbara: in piazza Duomo i Vigili del fuoco volontari

Arte e Cultura1 ora fa

Venerdì 2 inaugurazione della mostra «Cinque percorsi d’arte si incontrano» in sala Thun

Valsugana e Primiero1 ora fa

“Frontiere-Grenzen”, il Premio letterario internazionale delle Alpi, finisce qui la sua avventura culturale

Italia ed estero1 ora fa

Agrigento: litiga col cardiologo e gli spara, fermato un 47 enne

Italia ed estero1 ora fa

Tragedia Ischia, la procura indaga per gli allarmi inascoltati: le autorità competenti sapevano del rischio

Val di Non – Sole – Paganella2 ore fa

Rocambolesco incidente al tornante sopra l’abitato di Denno: coinvolti un autoarticolato e due vetture

Trento2 ore fa

Spaccio: 3 denunce e 17 segnalazioni per uso personale. Fra di loro anche un 14 enne

Italia ed estero2 ore fa

Guerra, Tajani: “La Nato proteggerà i Balcani e i vicini dell’Ucraina”. Ue propone tribunale per crimini russi

Trento2 ore fa

Levata di scudi tra Fp Cgil e Muse: «Ancora una volta si rimbalzano le responsabilità»

Trento3 ore fa

Gallerie Martignano: da dicembre saranno attivi gli autovelox

Val di Non – Sole – Paganella3 ore fa

L’UPT di Cles sabato 3 dicembre presenta “Scuola aperta” per illustrare il nuovo programma formativo

Italia ed estero3 ore fa

Manovra, Meloni convoca i sindacati: “Servono misure che combattono disuguaglianze. Avanti con la mobilitazione”

Io la penso così…3 ore fa

Calcio giovanile troppo violento, anche sulle tribune

Hi Tech e Ricerca3 ore fa

Il cloud riduce del 76% i costi informatici: Esakon protagonista al Forum N.A

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Monica Cadau perde il ricorso al TAR e dovrà risarcire il comune di Borgo e il Ministero

Trento2 settimane fa

A Trento è arrivata “Pokè Monade”, la Poke trentina!

Trento7 giorni fa

Avvistato un branco di lupi tra Centa San Nicolò e Caldonazzo

Trento3 settimane fa

Occupa abusivamente 3 parcheggi da anni e nessuno fa nulla

Val di Non – Sole – Paganella1 settimana fa

Morte neonato a Cles: era già successo 42 anni fa

Trento1 settimana fa

I pendolari della sanità trentina: «È l’unico modo per curarsi e rimanere in vita»

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Massimiliano Lucietti è morto mentre era a terra per sparare

Trento3 settimane fa

Le sconcertanti e imbarazzanti parole di Antonio Ferro sulle Oss trentine

Le ultime dal Web2 settimane fa

Tesla Model Y impazzita uccide due persone – IL VIDEO

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Non più lezioni, ma esperienze in montagna. A Molveno apre la nuova «Non scuola di sci»

Trento3 settimane fa

Non poteva essere l’avvocato della Provincia di Trento. La corte dei Conti chiede 113 mila euro di risarcimento a Giacomo Bernardi

Trento2 settimane fa

Gardolo: autobus va contro un’auto, manda a quel paese il guidatore e scappa

Trento2 settimane fa

Trento in lutto, è morto Rinaldo Detassis fondatore di Elettrocasa

Trento3 settimane fa

Paura in Trentino per una scossa di Terremoto

Rovereto e Vallagarina5 giorni fa

Via libera per la costruzione della mega stalla a Terragnolo. La polemica però continua

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza