Connect with us
Pubblicità

Trento

Rincari e effetti per i servizi di assistenza, Segnana ha incontrato U.P.I.P.A e Spes

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Il tema dei rincari delle tariffe energetiche e dell’inflazione innescata dall’aumento dei costi di materie e servizi – con gli effetti che si sono generati anche nell’ambito delle Rsa – è stato oggetto dell’incontro che si è tenuto questa mattina presso il palazzo della Provincia tra l’assessore alla salute Stefania Segnana e i rappresentanti di U.P.I.P.A e Spes.

Alla riunione hanno partecipato anche il dirigente generale del Dipartimento Salute e politiche sociali, Giancarlo Ruscitti, e il dirigente generale dell’Umst per l’innovazione nei settori energia e telecomunicazioni, Paolo Simonetti.

Durante l’incontro si è parlato dunque dell’aumento dei costi che le strutture stanno sopportando e di come far fronte ad una situazione complessa e in evoluzione. Il confronto si è focalizzato in particolare sulle possibilità di intervenire – anche con risorse dedicate e il supporto della Provincia – per migliorare l’efficienza energetica degli edifici e l’organizzazione dei servizi di assistenza e cura.

Pubblicità
Pubblicità

L’assessore Segnana ha sottolineato che in questo momento si sta componendo un quadro generale della situazione e dei bisogni, in vista della predisposizione della prossima manovra di bilancio.

Stiamo raccogliendo le varie esigenze espresse dalle realtà che a livello territoriale si occupano di assistenza socio sanitaria al fine di definire una mappatura dei bisogni finanziari a sostegno” ha precisato l’assessore Segnana che si è impegnata a portare all’attenzione della Giunta provinciale i temi oggetto dell’incontro e le possibilità di intervento sulle quali si sta lavorando e per le quali proseguirà il confronto con i rappresentanti del settore.

Il dottor Ruscitti ha ricordato inoltre che si sta predisponendo una norma che, in materia di aiuti economici, consentirebbe di estendere al settore delle Rsa i sostegni economici attribuiti in risposta al rincaro delle bollette. “Per intervenireha aggiuntoservirà verificare puntualmente l’entità dei maggiori costi in capo al settore suddivisi per ciascuna struttura”.

Pubblicità
Pubblicità

Dai rappresentanti di U.P.I.P.A e Spes è stata espressa preoccupazione per l’aumento dei costi energetici e di quelli di beni e servizi anche alla luce dell’inflazione.

L’ingegner Simonetti ha ricordato infine che alle strutture del settore pubblico provinciale sono state date indicazioni precise su come agire e comportarsi per migliorare il risparmio energetico nell’ottica di mantenere comunque i livelli di comfort all’interno delle strutture che ospitano persone fragili e anziani.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Italia ed estero4 settimane fa

Venivano in Italia per ottenere il reddito di cittadinanza per poi tornare nei loro paesi. Scoperta maxi truffa da 4 milioni di euro

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Maxi rissa davanti alla coop di viale Trento a Rovereto

Valsugana e Primiero1 settimana fa

Monica Cadau perde il ricorso al TAR e dovrà risarcire il comune di Borgo e il Ministero

Trento1 settimana fa

A Trento è arrivata “Pokè Monade”, la Poke trentina!

Trento3 giorni fa

Avvistato un branco di lupi tra Centa San Nicolò e Caldonazzo

Trento3 settimane fa

Occupa abusivamente 3 parcheggi da anni e nessuno fa nulla

Trento5 giorni fa

I pendolari della sanità trentina: «È l’unico modo per curarsi e rimanere in vita»

Val di Non – Sole – Paganella6 giorni fa

Morte neonato a Cles: era già successo 42 anni fa

Trento3 settimane fa

Le sconcertanti e imbarazzanti parole di Antonio Ferro sulle Oss trentine

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Massimiliano Lucietti è morto mentre era a terra per sparare

Le ultime dal Web2 settimane fa

Tesla Model Y impazzita uccide due persone – IL VIDEO

Trento4 settimane fa

34 fallimenti in Trentino negli ultimi 12 mesi

Val di Non – Sole – Paganella1 settimana fa

Non più lezioni, ma esperienze in montagna. A Molveno apre la nuova «Non scuola di sci»

eventi4 settimane fa

«Boci del Number»: lunedì al Teatro Matisse di Pergine la notte dei ricordi

Trento2 settimane fa

Non poteva essere l’avvocato della Provincia di Trento. La corte dei Conti chiede 113 mila euro di risarcimento a Giacomo Bernardi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza