Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Che successo le mostre estive di Predaia: per due mesi Coredo è stata la “capitale” dell’arte e della cultura

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Si sono chiuse nelle scorse settimane, a conclusione di un’estate ricca di soddisfazioni, le mostre ospitate a Coredo durante il periodo estivo.

Sono tre i protagonisti che hanno animato i palazzi storici della frazione di Predaia grazie al lavoro dell’assessorato e dell’ufficio dedicati alla cultura.

GLI OMINI DI SARAH MUTINELLI A CASA DA MARTA – La splendida Sala della Trifora a Casa da Marta, nel cuore del paese, ha fatto da scenografia alla personale “Omini” di Sarah Mutinelli, nota artista locale.

Pubblicità
Pubblicità

Filo conduttore della mostra un omino, protagonista di quadri, sculture in legno e multipli in ferro.

«Dipingo da più di 25 anni un Omino – spiega Sarah Mutinelli –. Si potrebbe pensare che sia banale, ma non lo è. Anzi è diventata una ricerca, uno studio, quasi una missione, un viaggio interno e un’immagine ferma nella mia vita. È grazie a questo che riesco a esprimermi. L’Omino, questo mio soggetto, ha attraversato con me ogni stato d’animo ed è un sogno ogni volta che mi appare una nuova immagine, una nuova sfida. Come l’incontro con la scultura, grazie al maestro, amico e artista Paolo Vivian, dove hanno trovato fusione tutte le esperienze artistiche. Dal tratto volutamente quasi elementare per farne risaltare l’essenza dell’espressione».

Nel ferro e nel legno hanno dunque preso forma gli omini di Sarah Mutinelli, che sono stati esposti nella dimora storica nel cuore del paese di Coredo.

Pubblicità
Pubblicità

«I miei pensieri si sono finalmente materializzati in un oggetto da poter toccare, con il quale avere un rapporto che va oltre a quello visivo – conclude l’artista –. Li posso toccare, questa è la mia magnifica Ossessione. L’Omino ha trovato me e io ho trovato l’Omino. Ringrazio il Comune di Predaia, in particolare l’Ufficio Cultura, per avermi invitata ad esporre le mie opere».

“LA NATURA E L’UOMO” – Ha riscosso un ottimo successo anche l’esposizione di sculture e quadri di illustrazione botanica “La natura e l’uomo” di Gianni Mascotti e Maria Euthum, equilibrato percorso tra quadri di arte botanica e sculture di piccole figure umane.

Questa piacevole cornice artistica nell’estate coredana ha inaugurato di fatto lo spazio espositivo appositamente ricavato nella sede periferica di Coredo del Comune di Predaia, ospitando, dal 2 luglio al 31 agosto, le migliori opere degli artisti locali Gianni Mascotti, professionista in campo musicale e qui in veste di scultore, e Maria Euthum, pittrice riservata e silenziosa osservatrice delle meraviglie floreali presenti sul territorio.

Gianni Mascotti, musicista e scultore, da oltre 30 anni si occupa in maniera parallela delle due arti. «La scultura mi aiuta a concretizzare nella forma il pensiero musicale – racconta –. Una sinergia che riesce a stabilire un dialogo forte tra spazio e suono. Il legno è il materiale che più mi stimola e aiuta a trovare e trasmettere questo dialogo tra le due arti, nel tentativo di rendere, appunto, tangibile l’impalpabile».

All’interno della mostra erano esposte le sue sculture realizzate in legno e in resina, cemento e bronzo. Quest’ultima è una tecnica affinata dall’artista al fine di realizzare sculture particolarmente slanciate e sottili. Lo studio anatomico, in alcuni lavori più esplicito e in altri più stilizzato, è comunque sempre presente nelle opere che indagano appunto “l’equilibrio” della figura umana.

Maria Euthum è invece una giovane artista che sta perfezionando la sua tecnica in diversi corsi di illustrazione botanica in Austria e a Londra. Ha esposto disegni a matita, china e acquerello con particolare attenzione alle orchidee spontanee presenti sul territorio di Coredo e Predaia.

Durante l’apertura della mostra è stata molto apprezzata la presenza frequente degli artisti, spesso anche impegnati nella realizzazione pratica, che hanno potuto rispondere alle domande del pubblico riguardanti le diverse tecniche usate.

L’assessorato alla cultura ha così proposto, nell’ambito del ricco progetto “Predaia Arte & Natura” e in contemporanea con l’esposizione “Omini” di Sarah Mutinelli a Casa da Marta, la consueta esposizione artistica estiva che, con grandissima soddisfazione per organizzazione e artisti, ha dato modo a più di un migliaio di visitatori, tra turisti e residenti, di poter godere delle meravigliose opere.

Arte e natura sono i temi intorno a cui ruotano tutte le iniziative e le forme artistiche promosse dal progetto giunto ormai al suo quarto anno, con lo scopo di favorire la conoscenza del territorio e delle tradizioni locali, creando una consapevolezza delle realtà e possibilità ambientali e lo sviluppo della creatività.

Da parte degli artisti è giunto un grande ringraziamento all’Ufficio Cultura di Predaia per l’organizzazione della mostra, e all’amministrazione comunale per la disponibilità dello spazio espositivo, con l’augurio che possa essere dedicato all’arte anche in futuro.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Italia ed estero4 settimane fa

Venivano in Italia per ottenere il reddito di cittadinanza per poi tornare nei loro paesi. Scoperta maxi truffa da 4 milioni di euro

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Maxi rissa davanti alla coop di viale Trento a Rovereto

Valsugana e Primiero1 settimana fa

Monica Cadau perde il ricorso al TAR e dovrà risarcire il comune di Borgo e il Ministero

Trento1 settimana fa

A Trento è arrivata “Pokè Monade”, la Poke trentina!

Trento3 giorni fa

Avvistato un branco di lupi tra Centa San Nicolò e Caldonazzo

Trento3 settimane fa

Occupa abusivamente 3 parcheggi da anni e nessuno fa nulla

Trento5 giorni fa

I pendolari della sanità trentina: «È l’unico modo per curarsi e rimanere in vita»

Val di Non – Sole – Paganella6 giorni fa

Morte neonato a Cles: era già successo 42 anni fa

Trento3 settimane fa

Le sconcertanti e imbarazzanti parole di Antonio Ferro sulle Oss trentine

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Massimiliano Lucietti è morto mentre era a terra per sparare

Le ultime dal Web2 settimane fa

Tesla Model Y impazzita uccide due persone – IL VIDEO

Trento4 settimane fa

34 fallimenti in Trentino negli ultimi 12 mesi

Val di Non – Sole – Paganella1 settimana fa

Non più lezioni, ma esperienze in montagna. A Molveno apre la nuova «Non scuola di sci»

Trento2 settimane fa

Non poteva essere l’avvocato della Provincia di Trento. La corte dei Conti chiede 113 mila euro di risarcimento a Giacomo Bernardi

Trento2 settimane fa

Gardolo: autobus va contro un’auto, manda a quel paese il guidatore e scappa

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza