Connect with us
Pubblicità

Trento

Aggredisce i carabinieri in Piazza Dante, arrestato 36 enne tunisino pluripregiudicato

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Nel corso dell’ultimo fine settimana i Carabinieri della Compagnia di Trento hanno effettuato una sistematica serie di controlli in alcune zone del centro cittadino maggiormente interessate dal fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti.

Come risultato dell’attività, a fronte di più di 100 persone identificate, sono state segnalati complessivamente 10 soggetti al locale Commissariato del Governo ai sensi dell’art.75 d.p.r. 309/1990 per detenzione di modici quantitativi di sostanze stupefacenti (prevalentemente hashish e marijuana): tra questi vi è anche un minorenne.

Proprio nell’ambito di tali controlli, nella serata di sabato 24 settembre, i Carabinieri della Sezione Radiomobile hanno arrestato un uomo di origine tunisina di 36 anni, pluripregiudicato, per resistenza a Pubblico Ufficiale e danneggiamento.

Pubblicità
Pubblicità

Nell’occasione, i militari, mentre si trovavano in Piazza Dante intenti ad effettuare una delle sanzioni di cui sopra per detenzione di una modica quantità di sostanza stupefacente, sono stati avvicinati da un individuo apparentemente piuttosto risentito per la presenza della pattuglia in zona, tanto da arrivare ad insultare e quindi minacciare direttamente i Carabinieri, per poi sputare sulla vettura di servizio.

A questo punto, nella difficoltà di poter continuare il controllo in atto a causa della presenza molesta del soggetto, i militari hanno deciso di identificarlo compiutamente, invitandolo a salire sull’autoradio per essere condotto in caserma: a tale atto lo stesso, tuttavia, ha reagito con spintoni ed ulteriori minacce, per poi – una volta caricato fisicamente sul mezzo – cercare in tutti i modi una via per uscirne, fino ad arrivare a rompere la maniglia interna della portiera.

L’uomo è stato così arrestato e trattenuto presso le camere di sicurezza della caserma di via Barbacovi: l’arresto è stato convalidato nell’udienza tenutasi lunedì 26 settembre presso il Tribunale di Trento ed al soggetto è stata applicata la misura cautelare della detenzione in carcere.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Italia ed estero4 settimane fa

Venivano in Italia per ottenere il reddito di cittadinanza per poi tornare nei loro paesi. Scoperta maxi truffa da 4 milioni di euro

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Maxi rissa davanti alla coop di viale Trento a Rovereto

Valsugana e Primiero1 settimana fa

Monica Cadau perde il ricorso al TAR e dovrà risarcire il comune di Borgo e il Ministero

Trento1 settimana fa

A Trento è arrivata “Pokè Monade”, la Poke trentina!

Trento3 giorni fa

Avvistato un branco di lupi tra Centa San Nicolò e Caldonazzo

Trento3 settimane fa

Occupa abusivamente 3 parcheggi da anni e nessuno fa nulla

Trento5 giorni fa

I pendolari della sanità trentina: «È l’unico modo per curarsi e rimanere in vita»

Val di Non – Sole – Paganella6 giorni fa

Morte neonato a Cles: era già successo 42 anni fa

Trento3 settimane fa

Le sconcertanti e imbarazzanti parole di Antonio Ferro sulle Oss trentine

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Massimiliano Lucietti è morto mentre era a terra per sparare

Le ultime dal Web2 settimane fa

Tesla Model Y impazzita uccide due persone – IL VIDEO

Trento4 settimane fa

34 fallimenti in Trentino negli ultimi 12 mesi

Val di Non – Sole – Paganella1 settimana fa

Non più lezioni, ma esperienze in montagna. A Molveno apre la nuova «Non scuola di sci»

eventi4 settimane fa

«Boci del Number»: lunedì al Teatro Matisse di Pergine la notte dei ricordi

Trento2 settimane fa

Non poteva essere l’avvocato della Provincia di Trento. La corte dei Conti chiede 113 mila euro di risarcimento a Giacomo Bernardi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza