Connect with us
Pubblicità

Le Vignette di Fabuffa

Perchè in questa campagna elettorale non si parla delle mafie?

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Avete notato che nelle dichiarazioni e nei comizi elettorali di questa tornata non si sente mai parlare di mafia? Anzi, di mafie.

Si parla di sbarchi, di energia, di gas, di bollette, di Putin, della Cina, dell’Ungheria, della Finlandia, delle tasse, di fede (intesa come religione, non come Emilio), di giovani, di anziani, di anoressiche e perfino della Pausini.

Si parla di Fedez e della Ferragni (come influencer in grado di indirizzare il voto del 25 settembre), di Pnrr, di rinegoziare il Pnrr oppure di farcelo andar bene così com’è, di aborto e di imprese, di tik tok, di Mussolini, del fascismo e dei sinistri (cioè i comunisti, quelli a sinistra di Berlusconi, compreso Pier Ferdinando Casini). Ma di mafia no. Mai.

Eppure la mafia sottrare tra il 15 e il 20% del Pil all’Italia, dicono alcuni. Altri affermano che questa cifra è esagerata, perchè le mafie arriverebbero a rosicchire l’1,9% del Pil che, in base a Prodotto Interno Lordo del 2021, sarebbero 34 miliardi di euro e, badate bene, è la cifra dei più ottimisti analisti.

Cosa si potrebbero fare con 34 miliardi di euro? Chiudete gli occhi, pensateci, fatevi venire delle idee, ma subito dopo aprite gli occhi e datevi una sberla, perchè i progetti che avete pensato non è possibile realizzarli, per colpa, appunto, della mafia.

La mafia non è solo denaro rubato allo Stato, ma è violenza, morte, paura, minacce, disperazione, subcultura, inquinamento dell’ambiente e dei politici, strozzinaggio e pizzo.

E la mafia non ha più un territorio circoscritto di azione, ormai da anni opera in lungo e in largo per l’Italia, esportando il proprio malaffare e i propri criminali all’estero.

Si può partire dall’America e da Al Capone, che iniziò a vent’anni (era il 1919) a delinquere. Quindi capite come sono antiche queste nostre tradizioni?

Eppure sembra che parlare di mafia sia diventato demodè, roba che ti fa perdere le elezioni; e lo credo bene, visto che in certe zone d’Italia è l’amicizia con la mafia a fartele vincere.

A destra, al centro e a sinistra, parlare in termini chiari, netti e concreti di lotta alla mafia è diventato un esercizio poco apprezzato; vanno più di moda gli sbarchi, i dibattiti Lgbtqqia+ (io sono arrivato all’ormai antico Lgbt, poi mi sono perso), la tassa piatta, le bollette e i rincari per colpa di Putin.

Argomenti dignitosissimi, per carità, ma parlando di mafia si affronterebbero almeno dieci problemi (sicurezza, economia, diritti, cultura, immagine internazionale dell’Italia, ecologia, intrecci con la politica, unità nazionale, storia, passato e futuro), partendo da un unico fenomeno.

Tornando al rifiuto della Pausini di cantare Bella Ciao, mi chiedo se invece avesse accettato di citare la frase, “la mafia è una montagna di merda”, urlata da Peppino Impastato cosa sarebbe successo. Io glielo chiederi, e se rifiutasse pure quello, allora sì che dovremmo toglierle il saluto.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
Giudicarie e Rendena6 ore fa

Scivola per 80 metri sotto il passo di Ortiche, gravissimo al santa Chiara

Politica8 ore fa

Dopo Claudio Cia anche «Coraggio Italia» chiede chiarimenti a Fugatti

Alto Garda e Ledro8 ore fa

Nuovi Sguardi Gardesani: al via la nuova campagna fotografica

Val di Non – Sole – Paganella9 ore fa

“Termenago a teatro. La rinascita di un borgo”: il progetto finanziato dal Pnrr ai nastri di partenza

Arte e Cultura10 ore fa

«Venezia millenaria» in scena al Castello del Buonconsiglio

Val di Non – Sole – Paganella10 ore fa

“Sinfonie d’autunno”: in Val di Sole una stagione da vivere con tutti i sensi

Trento10 ore fa

Coronavirus: 696 nuovi positivi nelle ultime 24 ore in Trentino

Arte e Cultura11 ore fa

Al Teatro Sociale di Trento oggi un workshop con i principali rappresentanti delle imprese culturali di livello internazionale

Trento11 ore fa

Prevenzione delle epidemie: si è aperto oggi il workshop scientifico organizzato da FEM con FBK e MUSE

Val di Non – Sole – Paganella12 ore fa

Ospedale di Cles «Amico delle Bambine e dei Bambini»: stamattina la cerimonia di assegnazione del riconoscimento

fashion12 ore fa

Torna le settima edizione del Galà della Moda Sotto al Nettuno

Fiemme, Fassa e Cembra12 ore fa

Dal 1° ottobre la raccolta delle richieste di indennizzo per i danni da maltempo in Val di Fassa

Trento12 ore fa

Sanità: «Basta discriminazioni, tutti i sospesi rientrino al lavoro»

Trento12 ore fa

Furti negozi, denunciati un 27 enne tunisino e una 39 enne italiana

Trento12 ore fa

Controlli piazza Dante: trovata della droga nascosta, espulso cittadino straniero

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza