Connect with us
Pubblicità

L'Editoriale

Mario Tonina sfida il governatore Fugatti e invita a votare per le opposizioni

Un fatto anomalo e senza precedenti nella storia politica della nostra provincia. Si attende la reazione del presidente

Pubblicato

-

Quando nel 1990 il Parlamento approvò la legge Mammì per disciplinare le emittenti televisive private, i ministri democristiani della corrente “demitiana” uscirono, per contrarietà alla norma, dal Governo, allora presieduto da Giulio Andreotti.

Tra i cinque il ministro della Difesa Sergio Mattarella, oggi Presidente della Repubblica. Un atto di coerenza, indubbiamente, a prescindere dal merito del provvedimento che ha lanciato in Italia la televisione privata.

Questa breve premessa storica per descrivere l’atteggiamento poco istituzionale dell’attuale vice presidente della giunta provinciale, Mario Tonina.

Proprio lui che si richiama all’esperienza democristiana, si dimostra solo a parole coerente con la storia e le azioni di quel partito. E’ eticamente deprecabile il suo atteggiamento di fare campagna elettorale a favore del Partito Autonomista, che sul territorio trentino sfida i candidati al parlamento della coalizione di centrodestra, la stessa che governa la Provincia autonoma di Trento, di cui lui stesso ne è vice presidente.

L’obiettivo, velato non ancora esplicitato, è quello di opporsi con tutte le forze al primato di prima forza politica trentina, a seguito del voto del prossimo 25 settembre, che nei sondaggi sembra ormai quasi certo sarà per Fratelli d’Italia (Fdi), il movimento presieduto da Giorgia Meloni. “Mai con la destra” ha tuonato il segretario del Partito autonomista Marchiori.

Una presa di posizione legittima, ma che dovrebbe avere delle conseguenze dirette: le dimissioni dalla giunta di Tonina. Lui non lo farà mai. La scusa è quella che va dicendo ormai da un paio d’anni, che non ricandiderà alle prossime provinciali, ma il suo attivismo ed i rumors ci raccontano invece di intenzioni totalmente diverse.

Se Tonina rimane inamovibile nella sua incoerenza, chi dovrebbe muoversi è il presidente della Provincia, il leghista Maurizio Fugatti. Come può accettare che il suo vice sul territorio faccia campagna elettorale contro i candidati della coalizione di centrodestra, incluso gli esponenti della Lega?

Ognuno ha le sue debolezze, tra quelle del presidente della Provincia sembra esserci l’amore incondizionato verso il partito autonomista. Incondizionato è la parola che al meglio descrive questa situazione: nella base del partito delle stelle alpine il malcontento contro il presidente della Provincia è molto diffuso, in particolare per la gestione dell’emergenza sanitaria.

La maretta sulla figura di Fugatti non si ferma al Trentino, ma è scesa anche a livello romano. Giorgia Meloni in persona ne ha parlato direttamente con il leader della Lega Matteo Salvini: la vicenda Tonina, la quasi candidatura dello stesso sul collegio di Rovereto, l’inamovibilità dello stesso Tonina dalla giunta, l’assenza sul palco accanto alla leader di Fdi lo scorso sabato a Trento, rendono precaria la sua posizione quale candidato unitario della coalizione di centrodestra per le elezioni provinciali del 2023.

Nel gruppo consigliare della Lega in consiglio provinciale nessuno prende posizione. Certo è, tuttavia, che qualora la Lega scendesse a livello trentino sotto la soglia del 10%, il fuggi fuggi sarà generalizzato nel partito del Carroccio. Il primo segnale lo si è visto la scorsa settimana con il consigliere Ivano Job, passato con Coraggio Italia ma pronto a candidare per Fratelli d’Italia alle prossime provinciali del 2023.

In via Bellerio a Milano, sede storica della Lega, si attendono i risultati elettorali de 25 settembre: se la Lega trentina dovesse fare un risultato deludente, magari con la mancata elezione alla Camera del segretario Diego Binelli, il futuro di Fugatti potrebbe essere piuttosto scuro. I primi a lasciarlo sarebbero proprio gli esponenti del partito autonomista, poi il suo vice Tonina…

 

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento39 minuti fa

Il turismo trentino cerca personale: ecco come candidarsi

Trento1 ora fa

Sabato la festività di S. Barbara: in piazza Duomo i Vigili del fuoco volontari

Arte e Cultura1 ora fa

Venerdì 2 inaugurazione della mostra «Cinque percorsi d’arte si incontrano» in sala Thun

Valsugana e Primiero1 ora fa

“Frontiere-Grenzen”, il Premio letterario internazionale delle Alpi, finisce qui la sua avventura culturale

Italia ed estero2 ore fa

Agrigento: litiga col cardiologo e gli spara, fermato un 47 enne

Italia ed estero2 ore fa

Tragedia Ischia, la procura indaga per gli allarmi inascoltati: le autorità competenti sapevano del rischio

Val di Non – Sole – Paganella2 ore fa

Rocambolesco incidente al tornante sopra l’abitato di Denno: coinvolti un autoarticolato e due vetture

Trento2 ore fa

Spaccio: 3 denunce e 17 segnalazioni per uso personale. Fra di loro anche un 14 enne

Italia ed estero3 ore fa

Guerra, Tajani: “La Nato proteggerà i Balcani e i vicini dell’Ucraina”. Ue propone tribunale per crimini russi

Trento3 ore fa

Levata di scudi tra Fp Cgil e Muse: «Ancora una volta si rimbalzano le responsabilità»

Trento3 ore fa

Gallerie Martignano: da dicembre saranno attivi gli autovelox

Val di Non – Sole – Paganella3 ore fa

L’UPT di Cles sabato 3 dicembre presenta “Scuola aperta” per illustrare il nuovo programma formativo

Italia ed estero3 ore fa

Manovra, Meloni convoca i sindacati: “Servono misure che combattono disuguaglianze. Avanti con la mobilitazione”

Io la penso così…3 ore fa

Calcio giovanile troppo violento, anche sulle tribune

Hi Tech e Ricerca4 ore fa

Il cloud riduce del 76% i costi informatici: Esakon protagonista al Forum N.A

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Monica Cadau perde il ricorso al TAR e dovrà risarcire il comune di Borgo e il Ministero

Trento2 settimane fa

A Trento è arrivata “Pokè Monade”, la Poke trentina!

Trento7 giorni fa

Avvistato un branco di lupi tra Centa San Nicolò e Caldonazzo

Trento3 settimane fa

Occupa abusivamente 3 parcheggi da anni e nessuno fa nulla

Val di Non – Sole – Paganella1 settimana fa

Morte neonato a Cles: era già successo 42 anni fa

Trento1 settimana fa

I pendolari della sanità trentina: «È l’unico modo per curarsi e rimanere in vita»

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Massimiliano Lucietti è morto mentre era a terra per sparare

Trento3 settimane fa

Le sconcertanti e imbarazzanti parole di Antonio Ferro sulle Oss trentine

Le ultime dal Web2 settimane fa

Tesla Model Y impazzita uccide due persone – IL VIDEO

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Non più lezioni, ma esperienze in montagna. A Molveno apre la nuova «Non scuola di sci»

Trento3 settimane fa

Non poteva essere l’avvocato della Provincia di Trento. La corte dei Conti chiede 113 mila euro di risarcimento a Giacomo Bernardi

Trento2 settimane fa

Gardolo: autobus va contro un’auto, manda a quel paese il guidatore e scappa

Trento2 settimane fa

Trento in lutto, è morto Rinaldo Detassis fondatore di Elettrocasa

Trento3 settimane fa

Paura in Trentino per una scossa di Terremoto

Rovereto e Vallagarina5 giorni fa

Via libera per la costruzione della mega stalla a Terragnolo. La polemica però continua

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza