Connect with us
Pubblicità

L'Editoriale

Ha cambiato 10 partiti in 12 anni: Donatella Conzatti, la più «Invotabile» di tutti

Pubblicato

-

Credibilità politica significa coerenza, possibilità di esser ritenuto vero, attendibilità, prestigio personale, stima acquistata con una condotta irreprensibile.

Caratteristiche che politicamente non sembra possedere Donatella Conzatti, la candidata al Senato del collegio di Rovereto per «Alleanza democratica per l’autonomia», un ventaglio di partiti che vanno dal PD, a Calenda per finire con Renzi. Alleanza peraltro portata a termine solo in Trentino e rinnegata in tutto il resto d’Italia.

Il curriculum della Conzatti è da brivido e da guiness dei primati. È riuscita infatti dal 2010 a cambiare ben 8 partiti e a rappresentarne altri due nuovi (calenda + PD) come candidata alle prossime elezioni del 25 settembre.  Per un totale di 10 quindi.  E potevano essere anche di più se Futura e i Verdi non si fossero tirati indietro su “consiglio” di Sara Ferrari

Viene considerata ormai la regina dei «Voltagabbana» (dal dizionario: Chi cambia opinione facilmente e con grande leggerezza per il proprio tornaconto), la principessa dei cosiddetti transfughi, che ormai forse non fanno nemmeno più notizia. È sicuramente, come si dice in termini politici, la candidata più «invotabile» del panorama di questa tornata elettorale. 

Ricostruire la carriera politica di Donatella Conzatti è come fare delle piroette o dei salti mortali carpiati. È passata con “nonchalance” da partiti di sinistra a quelli di destra, e poi di centro. Un vero saltimbanco di professione. 

Il suo percorso politico poco coerente inizia nel 2013 con l’adesione a Scelta Civica di Mario Monti (ricordate, lacrime e sangue?) con cui si è candidata alla Camera senza però essere eletta. Ma tre anni prima era stata eletta consigliera nella Comunità di Valle-Vallagarina con “Comunità Civica”

L’anno successivo si candida alla segreteria dell’Unione per il Trentino (UPT) e sconfigge lo sfidante Corrado Buratti per una manciata di voti. Fino al 2016 rimane in carica come segretaria.

Nello stesso anno sostiene l’ex assessore provinciale Mellarini nel congresso farsa dell’Unione per il Trentino dove avviene di tutto, basti ricordare la modifica postuma dello statuto del partito per evitare l’incompatibilità manifesta dello stesso assessore.

Successivamente l’ex segretaria abbandona l’UPT e, dopo un fugace passaggio in Alternativa Popolare di Angelino Alfano, si riavvicina a Scelta Civica, che nel contempo è passata all’opposizione del Governo Gentiloni.

Nel 2018 concorre alla costituzione della lista elettorale Noi con l’Italia – UDC con l’amico Enrico Zanetti all’interno del centrodestra. Nello stesso anno pare esserci un riavvicinamento all’UPT e al centrosinistra con la sua comparsata alla presentazione della Civica Popolare dell’ex Ministra della Salute Lorenzin e nella quale si candiderà l’ex Onorevole Dellai alle elezioni politiche del 2018.

In prossimità delle elezioni politiche del 2018, la Senatrice passa però improvvisamente nella coalizione di centrodestra e si candida nel collegio uninominale al Senato di Rovereto contro l’ex assessore Mellarini, sostenuto nel 2016 al congresso dell’UPT e lo sconfigge sonoramente grazie ai voti della Lega di Salvini.

Divenuta finalmente Senatrice si iscrive al gruppo di Forza Italia e dal 2018 diventa vicepresidente della Commissione parlamentare di inchiesta sul femminicidio e membro anche della Commissione finanze del Senato.

Nel settembre 2019 ritiene di non partecipare al voto di fiducia al Governo Conte bis, in spregio alle indicazioni del gruppo di Forza Italia di votare contro e annuncia l’adesione al nuovo partito di Matteo Renzi Italia Viva abbandonando il centrodestra con il quale era stata eletta nel 2018. Ma prima di entrare in Italia Viva forse per poche ore soltanto aveva dato l’adesione al partito Democratico per poi fare dietrofront.

Dopo questo percorso fatto di ben 10 salti della quaglia l’”affidabilità” politica di Donatella Conzatti sembra pari a zero. Insomma c’è davvero da perdere la testa nel ricontare il cambio di casacche della candidata del Partito Democratico.

La Conzatti è riuscita a cambiare tanti di quei partiti da mandare in crisi persino un Premio Nobel per la matematica. Insomma,  Chissenefrega  degli ideali, dei valori, del programma, delle idee, delle pianificazioni. L’importante è tenere ben salda la «carega» sotto il sedere, se poi è a sinistra o a destra poco importa, almeno secondo la Conzatti.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento14 minuti fa

Sabato la festività di S. Barbara: in piazza Duomo i Vigili del fuoco volontari

Arte e Cultura29 minuti fa

Venerdì 2 inaugurazione della mostra «Cinque percorsi d’arte si incontrano» in sala Thun

Valsugana e Primiero38 minuti fa

“Frontiere-Grenzen”, il Premio letterario internazionale delle Alpi, finisce qui la sua avventura culturale

Italia ed estero52 minuti fa

Agrigento: litiga col cardiologo e gli spara, fermato un 47 enne

Italia ed estero52 minuti fa

Tragedia Ischia, la procura indaga per gli allarmi inascoltati: le autorità competenti sapevano del rischio

Val di Non – Sole – Paganella2 ore fa

Rocambolesco incidente al tornante sopra l’abitato di Denno: coinvolti un autoarticolato e due vetture

Trento2 ore fa

Spaccio: 3 denunce e 17 segnalazioni per uso personale. Fra di loro anche un 14 enne

Italia ed estero2 ore fa

Guerra, Tajani: “La Nato proteggerà i Balcani e i vicini dell’Ucraina”. Ue propone tribunale per crimini russi

Trento2 ore fa

Levata di scudi tra Fp Cgil e Muse: «Ancora una volta si rimbalzano le responsabilità»

Trento2 ore fa

Gallerie Martignano: da dicembre saranno attivi gli autovelox

Val di Non – Sole – Paganella2 ore fa

L’UPT di Cles sabato 3 dicembre presenta “Scuola aperta” per illustrare il nuovo programma formativo

Italia ed estero2 ore fa

Manovra, Meloni convoca i sindacati: “Servono misure che combattono disuguaglianze. Avanti con la mobilitazione”

Io la penso così…2 ore fa

Calcio giovanile troppo violento, anche sulle tribune

Hi Tech e Ricerca3 ore fa

Il cloud riduce del 76% i costi informatici: Esakon protagonista al Forum N.A

Tecnologia3 ore fa

Cybersecurity: lunedì la conferenza dedicata alla sicurezza delle infrastrutture e dei dati digitali

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Monica Cadau perde il ricorso al TAR e dovrà risarcire il comune di Borgo e il Ministero

Trento2 settimane fa

A Trento è arrivata “Pokè Monade”, la Poke trentina!

Trento7 giorni fa

Avvistato un branco di lupi tra Centa San Nicolò e Caldonazzo

Trento3 settimane fa

Occupa abusivamente 3 parcheggi da anni e nessuno fa nulla

Val di Non – Sole – Paganella1 settimana fa

Morte neonato a Cles: era già successo 42 anni fa

Trento1 settimana fa

I pendolari della sanità trentina: «È l’unico modo per curarsi e rimanere in vita»

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Massimiliano Lucietti è morto mentre era a terra per sparare

Trento3 settimane fa

Le sconcertanti e imbarazzanti parole di Antonio Ferro sulle Oss trentine

Le ultime dal Web2 settimane fa

Tesla Model Y impazzita uccide due persone – IL VIDEO

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Non più lezioni, ma esperienze in montagna. A Molveno apre la nuova «Non scuola di sci»

Trento3 settimane fa

Non poteva essere l’avvocato della Provincia di Trento. La corte dei Conti chiede 113 mila euro di risarcimento a Giacomo Bernardi

Trento2 settimane fa

Gardolo: autobus va contro un’auto, manda a quel paese il guidatore e scappa

Trento2 settimane fa

Trento in lutto, è morto Rinaldo Detassis fondatore di Elettrocasa

Trento3 settimane fa

Paura in Trentino per una scossa di Terremoto

Rovereto e Vallagarina5 giorni fa

Via libera per la costruzione della mega stalla a Terragnolo. La polemica però continua

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza