Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Tim: entro novembre la fibra ottica raggiungerà oltre 600 utenze di Andalo

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Ad Andalo le attività per la posa della fibra ottica Tim sono già avviate da alcune settimane: il tempo necessario per raccogliere i permessi pubblici (già ottenuti) e quelli privati, poi entreranno in azione le squadre nei diversi cantieri a cielo aperto del comune.

L’obiettivo è di coprire entro novembre la maggioranza delle utenze, così da mettere in “vendibilità” il servizio e attivare la connettività ultraveloce tra il 2022 e il 2023. Ieri sera, presso la sala civica di Andalo, i promotori del progetto – Tim, Provincia autonoma di Trento ed amministrazione comunale – hanno presentato il piano dei lavori alla popolazione.

Nel dettaglio, Tim attraverso FiberCop, la società infrastrutturale del gruppo, ha avviato ad Andalo l’innovativo piano di cablaggio che, con un investimento stimato di circa 350 mila euro porterà la fibra ottica in buona parte delle abitazioni e delle aziende con collegamenti ultraveloci fino a 1 Gigabit/s.

Pubblicità
Pubblicità

Complessivamente, il bacino dovrebbe essere di circa 600 unità abitative. Soddisfazione per il rispetto dei tempi previsti e per l’estensione della rete è stata espressa dall’assessore provinciale allo sviluppo economico, ricerca e lavoro, e dal sindaco di Andalo, secondo i quali la connettività ultraveloce è la risposta migliore alle istanze di cittadini ed imprese, in particolare il comparto turistico che ha nella connettività veloce e sicura un fattore determinante di competitività.

Andalo è stata inserita nel programma nazionale di copertura di FiberCop, che ha l’obiettivo di realizzare la rete di accesso secondaria in fibra ottica nelle aree nere e grigie del Paese per sviluppare soluzioni Ftth (Fiber To The Home) secondo il modello del co-investimento previsto dal nuovo Codice europeo delle comunicazioni elettroniche.

Gli interventi per la realizzazione della nuova rete, che saranno coordinati da TIM, sono iniziati in molte zone della città, in modo da rendere i servizi progressivamente disponibili, con l’obiettivo di collegare circa 300 unità immobiliari alla conclusione del piano.

Pubblicità
Pubblicità

Grazie a questo intervento, Andalo avrà una rete in fibra ottica ancora più performante di quella che già oggi è a disposizione di cittadini e imprese grazie alla tecnologia FTTCab, che rende disponibili collegamenti fino a 200 megabit, per circa 600 unità immobiliari, pari al 95% delle linee del comune.

Grazie agli ingenti investimenti fatti da TIM e FiberCop e alla proficua collaborazione con l’Amministrazione comunale e la Provincia Autonoma di Trento, Andalo rientra in un ambizioso progetto che si propone di realizzare su tutto il territorio nazionale una rete interamente in fibra dichiara Massimo Tarsi, responsabile Field operations Trentino Alto Adige e Verona di Tim -.

Si tratta di un’infrastruttura in grado di erogare volumi di traffico sempre maggiori e con una qualità elevatissima che consentirà ad Andalo di fare un passo importante sulla strada dell’innovazione. A beneficiarne saranno le imprese locali che avranno accesso a tutti i servizi digitali necessari allo sviluppo del proprio business, e i cittadini per i quali disporre di collegamenti ultraveloci è un aspetto fondamentale per migliorare la qualità della vita”.

Per la posa della fibra ottica saranno utilizzate, laddove possibile, le infrastrutture già esistenti. Nel caso sia necessario effettuare scavi, questi saranno realizzati adottando tecniche innovative a basso impatto ambientale, con interventi sulla sede stradale di circa 10-15 centimetri.

Tim sta operando in partnership con l’amministrazione comunale e la Provincia autonoma di Trento per limitare il disagio ai cittadini e procedere speditamente con la realizzazione della nuova rete. Il ruolo di facilitatore svolto dalla pubblica amministrazione è stato rimarcato anche dall’assessore provinciale allo sviluppo economico, ricerca e lavoro.

Alcuni dei settori strategici dell’economia trentina – agricoltura con vino e mele, pmi con aziende artigiane fortemente rivolte alla tecnologia, e turismo – operano in quelle che sono considerate aree bianche, ovvero a fallimento di mercato e prive per la maggior parte degli investimenti da parte delle aziende di telecomunicazioni.

La sinergia tra pubblico e privato ha l’obiettivo di ridurre la criticità di intervento in queste aree, consentendo la realizzazione di reti di nuova generazione in fibra ottica. Lo sviluppo sociale ed economico del territorio provinciale passa anche attraverso connessione ultraveloci e servizi digitali avanzati.

  • Pubblicità
    Pubblicità
Val di Non – Sole – Paganella2 minuti fa

Una serata a Denno per imparare a utilizzare il defibrillatore

Rovereto e Vallagarina21 minuti fa

Rovereto: la città della cultura rimane senza personale per i musei

Italia ed estero2 ore fa

Attentato anarchico, bruciano 5 macchine della TIM

Val di Non – Sole – Paganella2 ore fa

Tra “en bon bicer de vin, na grosta de formai, en piat de tripe” a Masi di Vigo si è festeggiato San Bastian

Trento2 ore fa

No al “condono” da parte di Ianeselli, alzata di scudi del centrodestra: «Solo posizione ideologica che rinuncia ai crediti»

Trento3 ore fa

Upipa replica al comitato «Rsa Unite»: «Noi pronti a dialogare, ma vanno rispettati i ruoli»

Valsugana e Primiero3 ore fa

Partiti i lavori per la ciclabile Trento-Pergine, da Roncogno a Sille

Rovereto e Vallagarina3 ore fa

Partita oggi all’ITT Marconi la campagna di comunicazione per contrastare il cyberbullismo

Arte e Cultura4 ore fa

Beni comuni, è nata la “Piccola biblioteca di Cadine”

Trento4 ore fa

Un “diploma” dipinto a mano per i nuovi nati: il nuovo progetto dell’anagrafe e l’associazione Articà

Valsugana e Primiero5 ore fa

Morto Maurizio Rimondi storico albergatore trentino. Il ricordo di Confcommercio e Unat

Arte e Cultura5 ore fa

Sottoscritto l’accordo tra il Museo degli Alpini di Trento e le scuole trentine

Spettacolo6 ore fa

Ferzan Ozpetek porta a teatro il suo “Mine Vaganti” con un grande cast guidato da Francesco Pannofino e Iaia Forte

Val di Non – Sole – Paganella6 ore fa

Battuta la strada Taiadon-Malga del Doss a Ossana

Trento7 ore fa

Bandi “pari opportunità”, webinar informativo: finalità, scadenze, requisiti, contributi

Trento3 giorni fa

Continuano le truffe del reddito di cittadinanza. Ecco quanti lo ricevono in Trentino

Trento4 settimane fa

Dramma a Trento: ricercatrice muore a 42 anni per un malore improvviso

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Torna in Val di Non la grande “Festa di San Romedio”

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Nuovo lutto per la famiglia Cantaloni, dopo la figlia Chiara muore anche il papà Giorgio

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Tragedia di Capodanno: è morta la 25 enne roveretana Valentina Vallenari Benedetti, troppo gravi le ferite riportate nell’incidente lo scorso 31 dicembre

Trento2 settimane fa

Condominio da incubo, pluripregiudicato tiene in ostaggio i residenti da anni. Il giudice: «Non si può sfrattare perchè è ai domiciliari»

Vista su Rovereto2 settimane fa

Spazi vuoti e serrande abbassate: la desolazione di Rovereto

Offerte lavoro4 giorni fa

Cercasi commessa/o per nuova apertura negozio centro storico di Trento

economia e finanza4 settimane fa

Il colosso Amazon licenzia 18 mila dipendenti

Rovereto e Vallagarina3 settimane fa

Tragico incidente in Vallagarina, auto contro un Tir: 37 enne muore sul colpo

Trento1 settimana fa

Dalla Security ai set cinematografici: la storia del trentino Stefano Mosca

Trento3 settimane fa

Morto Marco Dorigoni, storico Dj di Studio uno. Aveva 57 anni

Trento3 settimane fa

60 enne denunciato per bracconaggio e per distillazione illegale di grappa

Trento2 settimane fa

Condominio da incubo via Perini: il soggetto entrerà in comunità alla fine del mese

Trento4 settimane fa

Arrivano i saldi invernali: ecco quando inizieranno

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza