Connect with us
Pubblicità

L'Editoriale

Le divertenti piroette dei tre «paladini» dell’autonomia Trentina, Cia: «Il bue che dice cornuto all’asino»

Pubblicato

-

«Autonomia, Giorgia Meloni non convince». Questo il titolo ieri di un articolo pubblicato su un media provinciale vicino alla sinistra trentina. 

Nell’articolo sono stati riportati i pareri di Sara Ferrari, Donatella Conzatti e Simone Marchiori sulle parole proferite da Giorgia Meloni durante il comizio di sabato in piazza santa Maria Maggiore.

Secondo i tre esimi «specialisti» dell’autonomia trentina quindi le parole della Meloni non convincerebbero e la nostra autonomia sarebbe a rischio. Praticamente le stesse parole gridate prima delle elezioni provinciali del 2018 e smentite nei fatti dalla giunta a traino leghista.

È la solita «cantilena» di chi è ormai povero di argomenti. La nostra autonomia non è mai stata così solida, e lo sarà sempre qualsiasi sia il partito che la governerà.

Pare giusto ora andare a vedere chi sono questi tre «soloni» che girano per le strade (poco in verità) gridando «aiuto, la nostra autonomia è in pericolo».

Parlare di Sara Ferrari è come sparare sulla croce rossa. Il partito che rappresenta infatti negli ultimi 10 anni di governo ha continuato a tagliare le risorse sulla nostra autonomia.

L’esponente del PD le cui gaffes (clicca qui per leggerle) in campagna elettorale entreranno nella storia Trentina si è alleata con Donatella Conzatti. E qui la cosa diventa comica. Conzatti che dichiara che l’autonomia è a rischio si dimentica che 5 anni fa si era candidata con coloro che ora vengono addidati come «distruttori» della nostra autonomia. Credibilità zero insomma. 

La cosa che fa diventare uno spettacolo di Zelig le sue dichiarazioni è il fatto che il suo partito, quello di Renzi per intenderci, è stato lo stesso che durante il combattuto referendum del 2016 disse chiaramente che in caso di vittoria dei SI al referendum di dicembre avrebbe azzerato le competenze della nostra autonomia svuotandola completamente e rendendo così nullo l’accordo De Gasperi-Gruber così chiamato dai nomi degli allora ministri degli Esteri italiano (Alcide De Gasperi) e austriaco (Karl Gruber), firmato il 5 settembre 1946 a Parigi a margine dei lavori della Conferenza di pace, per definire la questione della tutela della minoranza linguistica tedesca del Trentino-Alto Adige.  Vi rendete conto? 

Fanno sorridere anche le parole di Simone Marchiori che sta ormai portando gli autonomisti all’estinzione. Si parla infatti forse di un 3% di consensi per il Patt che consigliano di non votare anche gli stessi consiglieri provinciali del partito. Michele Dallapiccola infatti sul suo profilo social si chiede: «Chi dobbiamo votare?».

Cioè nemmeno lui sa bene per chi votare. E questo la dice lunga sulla situazione all’interno del partito che fu di Pruner e che da anni ormai si starà rivoltando nella tomba.

Alle incredibili dichiarazioni dei tre «paladini» della nostra autonomia ha replicato ieri il consigliere provinciale di Fratelli d’Italia Claudio Cia. «Fanno sorridere le dichiarazioni contro Giorgia Meloni dei nuovi sedicenti paladini dell’autonomia Ferrari, Conzatti e Marchiori. Ferrari forse dimentica di essere in un partito che nell’ultimo decennio di governo nazionale ha eroso la nostra autonomia con continui tagli alle risorse. Conzatti scorda che il suo leader, Matteo Renzi, ha addirittura affermato che “l’autonomia è un danno”. Infine Marchiori, che ha tradito la nobile tradizione autonomista del suo partito per consegnarlo nelle mani dell’SVP, artefice dello svuotamento di competenze della Regione in favore dell’Alto Adige, non certo del Trentino. Insomma, pare proprio che Ferrari, Conzatti e Marchiori – e i rispettivi partiti- non abbiano le carte in regola per professarsi campioni dell’autonomia. Sembra la storia del bue che dà del cornuto all’asino».

In campagna elettorale va bene tutto e il contrario di tutto. Ma certo i tre paladini questa volta hanno superato se stessi. Agli elettori del 25 settembre l’ardua sentenza quindi. 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento5 minuti fa

16 milioni di euro di arretrati al personale sanitario: firmato l’accordo per il contratto 2019/2021

Rovereto e Vallagarina11 minuti fa

Rovereto: sequestrati oltre sei quintali di rifiuti ferrosi. Denunciato un pensionato per attività abusiva

Arte e Cultura16 minuti fa

«I ragazzi delle scorte», il film memories per il trentennale delle stragi di Capaci e Via D’Amelio

economia e finanza42 minuti fa

Bankitalia boccia la manovra su contante, flat tax e reddito: in contrasto con Pnrr

Spettacolo47 minuti fa

Brenner 66: al Teatro Zandonai uno spettacolo, tutto al femminile, di Musica Teatro Danza

Rovereto e Vallagarina50 minuti fa

Apsp Benedetti di Mori, presentato il primo bilancio: «Pandemia non ha influito sui decessi»

Piana Rotaliana1 ora fa

Chiude «Da Demetrio» a Mezzocorona: «È giunto il momento di congedarci e goderci la pensione»

Valsugana e Primiero1 ora fa

Confermata la condanna a 20 anni di carcere per l’omicidio di Agitu

Vita & Famiglia1 ora fa

Carriera Alias. Pro Vita & Famiglia diffida 150 scuole e chiede intervento di Valditara

Trento2 ore fa

Terrore e devastazioni Torino: identificati anche degli anarchici trentini

Rovereto e Vallagarina2 ore fa

Centra con l’auto il centro commerciale in corso Rosmini e fugge

Arte e Cultura2 ore fa

L’artista nonesa Francesca Dolzani espone a Trento per solidarietà

Aziende3 ore fa

Servizi di stampa: Sprint24 si conferma tipografia online di riferimento per le imprese

Trento13 ore fa

Conferenza delle regioni, Fugatti: «La sanità emergenza nazionale». Giorgia Meloni: «Investire su sinergia a tutti i livelli»

Val di Non – Sole – Paganella14 ore fa

A Rabbi si impara a tagliare gli alberi

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Monica Cadau perde il ricorso al TAR e dovrà risarcire il comune di Borgo e il Ministero

Trento3 settimane fa

A Trento è arrivata “Pokè Monade”, la Poke trentina!

Io la penso così…4 giorni fa

Coredo: «I maiali che mangiavano fango: il veterinario si dimetta»

Trento2 settimane fa

Avvistato un branco di lupi tra Centa San Nicolò e Caldonazzo

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Morte neonato a Cles: era già successo 42 anni fa

Trento4 settimane fa

Occupa abusivamente 3 parcheggi da anni e nessuno fa nulla

Trento2 settimane fa

I pendolari della sanità trentina: «È l’unico modo per curarsi e rimanere in vita»

Trento6 giorni fa

Gallerie Martignano: da dicembre saranno attivi gli autovelox

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

Massimiliano Lucietti è morto mentre era a terra per sparare

Trento4 settimane fa

Le sconcertanti e imbarazzanti parole di Antonio Ferro sulle Oss trentine

Le ultime dal Web3 settimane fa

Tesla Model Y impazzita uccide due persone – IL VIDEO

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Non più lezioni, ma esperienze in montagna. A Molveno apre la nuova «Non scuola di sci»

Trento4 settimane fa

Non poteva essere l’avvocato della Provincia di Trento. La corte dei Conti chiede 113 mila euro di risarcimento a Giacomo Bernardi

Val di Non – Sole – Paganella2 giorni fa

Paura nella notte a Cles: a fuoco un’abitazione in zona Spinazzeda

Trento3 settimane fa

Gardolo: autobus va contro un’auto, manda a quel paese il guidatore e scappa

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza