Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

A San Romedio un luogo dedicato alla memoria di Fausto Iob

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Sono trascorsi tre mesi, tra sentimenti di incredulità e sgomento, dalla tragica scomparsa di Fausto Iob, custode forestale fin dai primi anni ’90, prima alle dipendenze del Comune di Coredo, e poi del Comune di Predaia, impiegato nell’ambito del servizio di custodia forestale che da Sanzeno si estende su tutto il territorio di Predaia e di Sfruz, fino a Ton.

I dipendenti del Comune di Predaia, colleghi di Fausto, unitamente all’amministrazione comunale, avevano manifestato immediatamente dopo l’accaduto la volontà di realizzare un ricordo tangibile e duraturo in memoria del loro collega “custode dell’orso”, così amichevolmente chiamato per via del suo incarico di cura e somministrazione alimenti all’orso ospitato al Santuario di San Romedio, dove lui era considerato uno di famiglia.

Ed è stato proprio grazie al prezioso contributo dei frati del Santuario di San Romedio, e all’idea suggerita dal priore padre Giorgio Silvestri, come anticipata già in occasione della celebrazione del funerale, che è stato individuato il luogo e il modo per conservare nel tempo il ricordo di Fausto.

Pubblicità
Pubblicità

Nei pressi del Santuario, infatti, vi è un grande albero plurisecolare (si stimano circa 300 anni), appoggiato su di una roccia, quasi ad imitare il vicino luogo di eremitaggio, riguardo al quale più volte Fausto aveva manifestato il sogno di poterne valorizzare l’importanza, mediante la sistemazione dell’area in cui sorge e la realizzazione di un piccolo sentiero con idonea segnaletica.

I dipendenti e l’amministrazione del Comune di Predaia hanno quindi favorevolmente accolto questa idea, e vi hanno aderito mettendosi a disposizione per i lavori di sistemazione e ripristino della zona e del sentiero, nonché mediante la realizzazione e posa di una stele commemorativa.

Nelle scorse settimane sono quindi stati eseguiti da parte dei custodi forestali e degli operai comunali, con l’aiuto dei collaboratori dell’ex Intervento 19, i lavori per liberare l’area e tracciare il sentiero di accesso, nonché per realizzare alcuni elementi (parapetti, scalini) per migliorare la percorrenza del sentiero.

Pubblicità
Pubblicità

Terminati i lavori, è stata quindi posata una stele realizzata in acciaio corten, su cui sono state intagliate alcune immagini che richiamano le passioni e il lavoro di Fausto, con una targa commemorativa.

Lunedì prossimo, 5 settembre, al termine della santa messa celebrata da pdre Giorgio alle ore 17.00 nella chiesa superiore del Santuario di San Romedio, si terrà un momento di commemorazione per inaugurare la nuova area, d’ora in poi liberamente visitabile e accessibile da parte di chi conserva il ricordo di Fausto Iob e da turisti e visitatori che ne conosceranno la memoria.

Durante la cerimonia sarà anche piantato un piccolo albero affinché la sua crescita e la sua vita aiuti a mantenere vivo il ricordo affettuoso di questa persona che con tanta passione ha lavorato per la conservazione della natura, così rigogliosa in questi luoghi.

In questa occasione il Circolo Anziani della Pieve di Sanzeno affiderà ai familiari di Fausto Job un omaggio floreale da portare poi nel cimitero di Cunevo. È questa una consuetudine del Circolo anziani per i propri iscritti e per chi come Fausto partecipava ai loro momenti conviviali.

La targa porterà la seguente dicitura: «L’ombra di questo abete plurisecolare possa conservare nel tempo la memoria di Fausto Iob, custode dell’orso e della natura, in questo luogo a lui caro. Con stima e riconoscenza, l’amministrazione, i colleghi del Comune di Predaia e i frati del Santuario di San Romedio».

Informazione logistica: per agevolare la partecipazione da parte di tutti alla Santa Messa e al successivo appuntamento, a partire dalle ore 16.30 si potrà salire in macchina fino al Santuario, raccomandando comunque di organizzarsi per ottimizzare gli spostamenti e ridurre il numero di veicoli utilizzati.

Per quanti chiedono informazioni sull’assistenza all’orso: continua ad essere seguito da controllo veterinario e a partire dal 5 giugno stesso è stato affidato il compito di custode a Emanuele Paternoster, già esperto custode degli orsi precedenti.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Valsugana e Primiero3 minuti fa

Telve: inaugurata la nuova sede del Gruppo Alpini

Hi Tech e Ricerca4 minuti fa

Public AI Challenge: premiata la sfida di Progetto Fondo Caproni

Trento31 minuti fa

Gestori dei rifugi in assemblea: «Ottimo andamento della stagione estiva»

Trento32 minuti fa

Code, incidenti e traffico intenso: mercoledì di disagi sulle strade di Trento

Telescopio Universitario39 minuti fa

UniTrento – C3A, il nuovo direttore è Riccardo Rigon

Hi Tech e Ricerca40 minuti fa

Robotica Antropocentrica: Università di Bolzano, centro di competenza Smact Eos Solutions per realizzare la Factory 5.0 a misura d’uomo

Italia ed estero47 minuti fa

Famiglia e impresa, il Governo apre a Calenda: irritazione da Forza Italia

Trento53 minuti fa

Sgombero centro Bruno, Rossato: «Destiniamolo alle donne vittime di violenza». Lucia Coppola: «Deve continuare a vivere»

Trento1 ora fa

Approvato dal Consiglio Comunale il Piano di politica turistica

Trento1 ora fa

Concessioni idroelettriche: via libera al rinvio fino al 2029

Trento2 ore fa

«Aiutami a fare da solo. Bambini oggi, fragilità e risorse»: stasera il secondo appuntamento per le scuole primarie trentine

Trento2 ore fa

Nasce il Consorzio delle APT del Trentino: «Una grande opportunità»

Fiemme, Fassa e Cembra2 ore fa

Anna Reolon, «Mamma d’Italia 1970»: Il Sindaco di Fornace racconta la sua incredibile storia

Trento14 ore fa

Basta catene ai cani, multe fino a 800 euro. Claudio Cia: «Disegno di legge di civiltà»

Val di Non – Sole – Paganella14 ore fa

Messa in sicurezza della SS421, la soddisfazione di Denis Paoli: «Appalto del secondo lotto previsto a inizio 2023»

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Monica Cadau perde il ricorso al TAR e dovrà risarcire il comune di Borgo e il Ministero

Trento2 settimane fa

A Trento è arrivata “Pokè Monade”, la Poke trentina!

Trento1 settimana fa

Avvistato un branco di lupi tra Centa San Nicolò e Caldonazzo

Trento3 settimane fa

Occupa abusivamente 3 parcheggi da anni e nessuno fa nulla

Trento1 settimana fa

I pendolari della sanità trentina: «È l’unico modo per curarsi e rimanere in vita»

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Morte neonato a Cles: era già successo 42 anni fa

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Massimiliano Lucietti è morto mentre era a terra per sparare

Trento3 settimane fa

Le sconcertanti e imbarazzanti parole di Antonio Ferro sulle Oss trentine

Le ultime dal Web2 settimane fa

Tesla Model Y impazzita uccide due persone – IL VIDEO

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Non più lezioni, ma esperienze in montagna. A Molveno apre la nuova «Non scuola di sci»

Trento3 settimane fa

Non poteva essere l’avvocato della Provincia di Trento. La corte dei Conti chiede 113 mila euro di risarcimento a Giacomo Bernardi

Trento2 settimane fa

Gardolo: autobus va contro un’auto, manda a quel paese il guidatore e scappa

Trento2 settimane fa

Trento in lutto, è morto Rinaldo Detassis fondatore di Elettrocasa

Trento3 settimane fa

Paura in Trentino per una scossa di Terremoto

Rovereto e Vallagarina6 giorni fa

Via libera per la costruzione della mega stalla a Terragnolo. La polemica però continua

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza