Connect with us
Pubblicità

Trento

I vandali colpiscono ancora: decapitata una statua a Villa de Mersi

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Il bel giardino di Villa de Mersi a Villazzano è stato nuovamente vittima di atti di vandalismo. Già nel 2020 (QUI link) avevamo segnalato il disagio dei residenti nei confronti dell’area giochi presente nel parco, ma a quanto pare negli anni la situazione non è poi migliorata.

Di recente, dalla circoscrizione di Villazzano è stata fatta la denuncia riguardo a nuovi atti vandalici: i muri sono stati imbrattati, una porta rovinata e una statua decapitata.

Un grave danno – quindi – ad una struttura che è parte del patrimonio storico e culturale del Trentino: nonostante i documenti riguardanti la Villa siano scarsi, questa abitazione è stata costruita nella prima metà del XVIII secolo, sui resti di un antico maso distrutto in un incendio, diventando un bellissimo esempio di residenza signorile di villeggiatura.

La villa e il giardino sono stati acquistati dal Comune di Trento nel 1988. Dopo un lungo restauro, Villa de Mersi è tornata ad essere una delle più belle ville del Trentino grazie anche allo splendido giardino. Il parco – infatti – con i suoi 16.700 metri quadrati di superficie è una vera perla rara.

Il parco – aperto a tutti con orari che cambiano in base alle stagioni –  ha un’area giochi per i più piccoli, ma la maggior parte della superficie è composta da – come si può leggere sul sito del comune di Trento – “una parte storica di impianto barocco a ridosso della villa, con una fontana centrale in asse con il viale di accesso, sei parterre di lavanda a mezzogiorno e un’area di epoca ottocentesca a marcato gusto romantico a nord.

L’ex frutteto de Mersi posto a settentrione è stato riproposto sulla scorta del disegno in una mappa del catasto austriaco con alberi di pero e di melo. Tutto il perimetro del giardino è percorso da una siepe di carpino bianco.

Pubblicità
Pubblicità

Il piccolo giardino pensile a est è rappresentato come “giardino bianco”, evocando maestri del paesaggismo del ’900 e in particolare Vita Sackville-West.

Una curiosità su questo splendido parco: i cipressi presenti sono stati piantati dalla famiglia de Mersi in occasione della nascita di ogni figlio maschio, mentre per ogni figlia femmina veniva portato un cespuglio di rose.

Dispiace molto venire a conoscenza del fatto che delle persone non sappiano apprezzare il bello della cultura e l’importanza di questo tipo di luoghi, al punto tale da vandalizzarli senza ritegno andando anche a decapitare una delle bellissime – ed importanti – statue.

 

Pubblicità
rel="nofollow"Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Io la penso così…4 settimane fa

«Il Trentino Alto Adige, un luogo da sogno con persone (spesso turisti) da incubo»

Trento4 settimane fa

Dramma a Trento: ricercatrice muore a 42 anni per un malore improvviso

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Torna in Val di Non la grande “Festa di San Romedio”

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Nuovo lutto per la famiglia Cantaloni, dopo la figlia Chiara muore anche il papà Giorgio

Rovereto e Vallagarina4 settimane fa

Tragedia di Capodanno: è morta la 25 enne roveretana Valentina Vallenari Benedetti, troppo gravi le ferite riportate nell’incidente lo scorso 31 dicembre

Trento2 settimane fa

Condominio da incubo, pluripregiudicato tiene in ostaggio i residenti da anni. Il giudice: «Non si può sfrattare perchè è ai domiciliari»

Vista su Rovereto2 settimane fa

Spazi vuoti e serrande abbassate: la desolazione di Rovereto

Trento1 giorno fa

Continuano le truffe del reddito di cittadinanza. Ecco quanti lo ricevono in Trentino

economia e finanza3 settimane fa

Il colosso Amazon licenzia 18 mila dipendenti

Rovereto e Vallagarina2 settimane fa

Tragico incidente in Vallagarina, auto contro un Tir: 37 enne muore sul colpo

Offerte lavoro2 giorni fa

Cercasi commessa/o per nuova apertura negozio centro storico di Trento

Trento2 settimane fa

Morto Marco Dorigoni, storico Dj di Studio uno. Aveva 57 anni

Trento7 giorni fa

Dalla Security ai set cinematografici: la storia del trentino Stefano Mosca

Trento3 settimane fa

60 enne denunciato per bracconaggio e per distillazione illegale di grappa

Trento1 settimana fa

Condominio da incubo via Perini: il soggetto entrerà in comunità alla fine del mese

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza