Connect with us
Pubblicità

Trento

Funivia Trento-Bondone, la Giunta provinciale ha approvato la richiesta

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Il nuovo collegamento funiviario previsto fra Trento e il monte Bondone risulta sostenibile dal punto di vista tecnico, economico e delle prospettive future di gestione.

È il requisito fondamentale, emerso dall’analisi trasportistica condotta in una ventina di giorni su una grande quantità di dati, che ha consentito di dare l’ok alla richiesta di finanziamento al Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili.

Domanda di finanziamento che riguarda il primo lotto dell’opera, dal costo di 37 milioni di euro circa (su quasi 75 milioni complessivi), per il tragitto dalla città al sobborgo di Sardagna. Punto importante, nel caso di un via libera dal Mims, le risorse saranno la base di partenza per realizzare non solo una parte, ma tutta l’infrastruttura, quindi dal fondovalle a Vaneze e Vason, attraverso il partenariato pubblico privato.

Pubblicità
Pubblicità

Questo il valore aggiunto della delibera approvata dalla Giunta provinciale, con la quale è stato dato il via libera alla domanda di finanziamento per la parte pubblica del collegamento funiviario Trento-monte Bondone. Lo hanno sottolineato, nella conferenza stampa di oggi, l’assessore provinciale a sport e turismo, l’assessore provinciale a trasporti e mobilità, affiancati dal dirigente generale del dipartimento territorio e trasporti.

Con il provvedimento, l’esecutivo ha approvato gli esiti dello studio di fattibilità e il progetto preliminare, frutto del lavoro del gruppo congiunto Trentino Sviluppo, Provincia e Comune. Passo necessario per l’invio della documentazione al ministero entro la scadenza prevista.

Il lavoro svolto, ha precisato l’assessore provinciale a sport e turismo, è cruciale per il percorso concreto verso un’infrastruttura, prevista nel protocollo siglato tra le due Amministrazioni, provinciale e comunale, che può rappresentare un enorme salto di qualità per il capoluogo. Dando una risposta complessiva ai temi che riguardano la crescita turistica della montagna di Trento.

Pubblicità
Pubblicità

Gli aspetti economici e di sostenibilità sono quindi determinanti. Nel caso di un ok del ministero in base alla documentazione allegata alla richiesta, il finanziamento potrà rappresentare la base di partenza per il project financing. Costituirà infatti il contributo del partner pubblico al privato che verrà individuato attraverso una manifestazione di interesse e che dovrà realizzare l’intero tracciato.

Lo scopo condiviso, ha aggiunto l’assessore ad enti locali, trasporti, è far decollare un’opera attesa, che può dare un valore aggiunto decisivo a Trento nella direzione di una mobilità sostenibile per il futuro del collegamento con i sobborghi e la frequentazione della montagna. Aumentando anche l’attrattività delle nostre “terre alte” vicine alla città.

Come è stato precisato, il presupposto per avere il contributo del ministero è che almeno il 35% del costo sia pagato dalle tariffe all’utente. In base allo studio trasportistico si evidenzia in modo prudenziale che i flussi di traffico prospettici consentono una copertura del 40% dei costi, quindi in linea con le percentuali fissate dal ministero.

Il lavoro di analisi ha consentito dunque di passare dall’intuizione della bontà dell’investimento a numeri che supportano la sostenibilità dell’opera stessa, come richiesto dal Mims per tutte le opere di trasporto pubblico locale.

Dagli stessi numeri emerge che il primo tratto (Trento-Sardagna) potrà intercettare 600.000 passeggeri annui e il secondo (fino a Vaneze e Vason) 900.000, che si traducono rispettivamente in 900.000 euro e 1.300.000 euro di incassi, dunque garantendo le soglie di sostenibilità gestionale.

Ritenuto decisivo il criterio adottato di realizzare un impianto che non sia esclusivamente a specifico uso turistico ma che si configuri anche cometrasporto pubblico locale”.

Assorbendo quindi la funzione ad oggi svolta dalla Funivia Trento-Sardagna, migliorandone funzionalità e localizzazione anche attraverso un collegamento urbano tra sinistra e destra Adige presso il polo intermodale ex SIT. Andando poi a prolungare il percorso a fune fino alle località di Vaneze e Vason, portando così un servizio anche ai residenti e ai fruitori turistici della montagna.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento4 ore fa

Basta catene ai cani, multe fino a 800 euro. Claudio Cia: «Disegno di legge di civiltà»

Val di Non – Sole – Paganella4 ore fa

Messa in sicurezza della SS421, la soddisfazione di Denis Paoli: «Appalto del secondo lotto previsto a inizio 2023»

Val di Non – Sole – Paganella5 ore fa

Vigili del Fuoco Val di Sole: quest’anno 1.500 interventi per 380 pompieri effettivi

Fiemme, Fassa e Cembra5 ore fa

Ospedale Cavalese: la Giunta dichiara l’interesse pubblico

Val di Non – Sole – Paganella5 ore fa

Bentornato sci: a Pontedilegno-Tonale aprono gli impianti, via a una nuova stagione invernale

Val di Non – Sole – Paganella6 ore fa

Melinda vince il premio «Vivere a spreco zero 2022» nella categoria ortofrutta

Sport7 ore fa

Morto il ciclista Davide Rebellin: è stato travolto da un camion

Piana Rotaliana8 ore fa

Living LAB alla FEM «Vite e clima: quali scenari futuri?»

Trento8 ore fa

Trento terza nella classifica italiana delle città più digitalizzate ICity Rank ‘22

Bolzano8 ore fa

Rubano i vestiti ad un anziano in ospedale: l’azienda sanitaria chiede lo scontrino per risarcire

economia e finanza9 ore fa

L’indice di fiducia dei consumatori trentini rimane negativo. Cala anche il potere d’acquisto dei consumatori

Ambiente Abitare9 ore fa

Lupi, Enpa: «un’altra conferma che l’allarme-lupo è strumentale»

Trento9 ore fa

APT: Pinè e Cembra cambiano casa e si uniscono con Trento

Val di Non – Sole – Paganella9 ore fa

Caso Iob: David Dallago rimane in carcere

Trento9 ore fa

Manifesti contro il gender all’Università di Trento, Coordinamento DAria: «Propaganda gender business sulla pelle delle persone»

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Monica Cadau perde il ricorso al TAR e dovrà risarcire il comune di Borgo e il Ministero

Trento2 settimane fa

A Trento è arrivata “Pokè Monade”, la Poke trentina!

Trento1 settimana fa

Avvistato un branco di lupi tra Centa San Nicolò e Caldonazzo

Trento3 settimane fa

Occupa abusivamente 3 parcheggi da anni e nessuno fa nulla

Trento1 settimana fa

I pendolari della sanità trentina: «È l’unico modo per curarsi e rimanere in vita»

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Morte neonato a Cles: era già successo 42 anni fa

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Massimiliano Lucietti è morto mentre era a terra per sparare

Trento3 settimane fa

Le sconcertanti e imbarazzanti parole di Antonio Ferro sulle Oss trentine

Le ultime dal Web2 settimane fa

Tesla Model Y impazzita uccide due persone – IL VIDEO

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Non più lezioni, ma esperienze in montagna. A Molveno apre la nuova «Non scuola di sci»

Trento3 settimane fa

Non poteva essere l’avvocato della Provincia di Trento. La corte dei Conti chiede 113 mila euro di risarcimento a Giacomo Bernardi

Trento2 settimane fa

Gardolo: autobus va contro un’auto, manda a quel paese il guidatore e scappa

Trento2 settimane fa

Trento in lutto, è morto Rinaldo Detassis fondatore di Elettrocasa

Trento3 settimane fa

Paura in Trentino per una scossa di Terremoto

Rovereto e Vallagarina5 giorni fa

Via libera per la costruzione della mega stalla a Terragnolo. La polemica però continua

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza