Connect with us
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Rovereto, Zambelli attacca Valduga: «È cieco, sordo e vive su Marte. Il suo è un costante disinteresse verso la città»

La Lega tende una mano al Sindaco: «Ci chieda di collaborare, noi siamo pronti»

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

A Rovereto per il Sindaco della sinistra Valduga non ci sarebbe nessun allarme sicurezza e gli episodi di violenza e microcriminalità successi negli ultimi giorni sarebbero quasi di ordinaria amministrazione.

È questa la rassicurazione di Valduga che parla anche a nome di tutta la giunta in una intervista rilasciata ad un media provinciale. Anzi, secondo lui gli episodi sarebber0 stati strumentalizzati a fini elettorali.

Quindi a Rovereto va tutto bene e regnano pace e serenità. Purtroppo per Valduga in molti, anzi moltissimi, non la pensano come lui. Dopo la pubblicazione sul nostro quotidiano dei molti articoli (clicca qui per leggerli) che dimostrano episodi di violenza di ogni tipo che mettono a rischio l’incolumità di cittadini, commercianti e bambini, sui social è cominciata una rivolta con centinaia di messaggi critici nei confronti del Sindaco, peraltro rimasto troppo tempo in silenzio.

Va sottolieato che gli episodi riportati dalla stampa negli ultimi giorni sono solo una parte di quanto succede a Rovereto.

A prendere posizione anche la politica. Andrea Zambelli, Consigliere Comunale di Rovereto e candidato sindaco del centrodestra alle ultime elezioni comunali ha attaccato Valduga.

«Quella di Valduga è una difesa tracotante. Talmente fuori controllo da prendersela addirittura coi cittadini che commentano sui social: una messe di giudizi talmente univoca e omogenea che avrebbe dovuto suggerire di farsi qualche domanda sull’efficacia del proprio operato piuttosto che scatenare una reazione isterica. Ma per fare questo occorre avere un briciolo di umiltà di spirito, e non è il nostro caso. E’ sicuramente eccessivo dipingere la città come un “Bronx”, ma è ancor più grave e intollerabile che sia proprio il sindaco a trattare con disprezzo i suoi cittadini dichiarando che Rovereto è tranquilla e che può vantare un immutato livello di vivibilità . Ma allora come mai proteste tanto veementi e immediate da parte dei commercianti; come mai i sindacati di polizia lamentano la fragilità del comparto in termini di organico. Sono in campagna elettorale pure loro forse?» – Scrive Zambelli.

Pubblicità
Pubblicità

Secondo il consigliere di centrodestra sarebbe ormai  sotto gli occhi di tutti, «e bisogna essere ciechi e sordi o vivere su Marte per non accorgersene – aggiunge Zambelli – che la realtà è ben diversa da quella rappresentata dal Sindaco. Lo dicono in modo ampio, trasversale e inequivocabile i cittadini comuni che – a differenza dei nostri amministratori – frequentano e vivono la città e non si sentono più sicuri».

Zambelli nella nota ringrazia le forze dell’ordine che sono tempestivamente intervenute ad evitare conseguenze peggiori (in un caso è testimoniata la presenza di bambini nelle vicinanze) e ricorda che gli episodi criminosi di questi giorni non sono fatti isolati, «anche se al sindaco fa comodo sostenerlo, ma rappresentano le manifestazioni più crude e acute di un degrado sommerso e progressivo dentro il quale è scivolata la città. La responsabilità del sindaco sta quindi in un atteggiamento di costante disinteresse che nulla ha fatto per arginare il deterioramento della qualità di vita di Rovereto e per contenere l’innalzamento del suo livello criminogeno».

Zambelli incalza Valduga chiedendo che faccia sentire la propria voce nei tavoli dove si decidono le politiche della sicurezza assicurando una pattuglia notturna di polizia o carabinieri, presidiando di più e meglio il territorio con il corpo di polizia locale anziché disperderne le energie con convenzioni con altri comuni. «Nel mio programma di sindaco, ad esempio – ricorda ancora – prevedevo la presenza h24 del corpo di polizia locale e l’attivazione di un’unità cinofila. Unità attivata dal Comune di Trento e da numerosissimi altri comuni in Italia ben più piccoli di Rovereto con risultati molto positivi in termini di prevenzione. A fronte di questo clima ci si chiede anche che risultato abbiano ottenuto le molto ben remunerate iniziative educative finanziate dal Comune. E’ di tutta evidenza che esse siano state del tutto fallimentari e ci si aspetta una decisa correzione».

«Sul tema campagna elettorale – conclude infine Zambelli –  Valduga non è secondo a nessuno. Lui lo è dal 2015 con lo sguardo costantemente rivolto alla presidenza di piazza Dante. Tentativo fallito nel 2018 e che tarda ad arrivare anche per il 2023. Nel frattempo Rovereto ha perso anni preziosi nei quali il potere è stato solo occupato anziché essere esercitato. Che Valduga, quindi, si occupi più dei danni provocati alla città dal suo intendere il potere come mera occupazione, anziché di lamentare danni di immagine provocati da qualche post».

La Lega invece difende Matteo Salvini e tende la mano al Sindaco Valduga e chiedendo di non sottovalutare il problema sicurezza a Rovereto proponendo una sua possibile collaborazione.

«Mi pare fuori luogo l’attacco da parte del Sindaco di Rovereto Valduga nei confronti del leader della Lega Matteo Salvini – dichiara l’onorevole Vanessa Cattoi –  colpevole solo di aver mostrato una situazione che interessa da troppo tempo il comune della città della Quercia. Come Lega – ma soprattutto da rappresentanti di onesti cittadini – è da anni che viene sollecitato nell’affrontare il problema e io stessa anche nella giornata di ieri gli ho rinnovato privatamente la mia piena disponibilità nel collaborare per affrontarlo. Occuparsi della sicurezza non deve rappresentare l’appartenenza ad una determinata area politica ma deve significare tutelare e garantire il quieto vivere in favore di bambini, giovani, adulti ed anziani.

Confido che il Sindaco Valduga ritorni sui suoi passi e chieda quella collaborazione che saremo lieti di dare per affrontare e risolvere insieme un problema che deve vederci tutti coinvolti in prima linea per trovare una soluzione in favore della Comunità di Rovereto. La sicurezza deve essere una priorità per tutti e dare il massimo per garantirla è un dovere delle istituzioni a tutti i livelli».

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Fiemme, Fassa e Cembra8 minuti fa

Val di Fiemme e Fassa: blitz dei Carabinieri nelle scuole con il cane antidroga. Controlli tutti negativi

Val di Non – Sole – Paganella23 minuti fa

“Taio Ieri” si rinnova: tre nuovi membri entrano nel direttivo

Trento1 ora fa

Il turismo trentino cerca personale: ecco come candidarsi

Trento2 ore fa

Sabato la festività di S. Barbara: in piazza Duomo i Vigili del fuoco volontari

Arte e Cultura2 ore fa

Venerdì 2 inaugurazione della mostra «Cinque percorsi d’arte si incontrano» in sala Thun

Valsugana e Primiero2 ore fa

“Frontiere-Grenzen”, il Premio letterario internazionale delle Alpi, finisce qui la sua avventura culturale

Italia ed estero2 ore fa

Agrigento: litiga col cardiologo e gli spara, fermato un 47 enne

Italia ed estero2 ore fa

Tragedia Ischia, la procura indaga per gli allarmi inascoltati: le autorità competenti sapevano del rischio

Val di Non – Sole – Paganella3 ore fa

Rocambolesco incidente al tornante sopra l’abitato di Denno: coinvolti un autoarticolato e due vetture

Trento3 ore fa

Spaccio: 3 denunce e 17 segnalazioni per uso personale. Fra di loro anche un 14 enne

Italia ed estero3 ore fa

Guerra, Tajani: “La Nato proteggerà i Balcani e i vicini dell’Ucraina”. Ue propone tribunale per crimini russi

Trento3 ore fa

Levata di scudi tra Fp Cgil e Muse: «Ancora una volta si rimbalzano le responsabilità»

Trento4 ore fa

Gallerie Martignano: da dicembre saranno attivi gli autovelox

Val di Non – Sole – Paganella4 ore fa

L’UPT di Cles sabato 3 dicembre presenta “Scuola aperta” per illustrare il nuovo programma formativo

Italia ed estero4 ore fa

Manovra, Meloni convoca i sindacati: “Servono misure che combattono disuguaglianze. Avanti con la mobilitazione”

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Monica Cadau perde il ricorso al TAR e dovrà risarcire il comune di Borgo e il Ministero

Trento2 settimane fa

A Trento è arrivata “Pokè Monade”, la Poke trentina!

Trento7 giorni fa

Avvistato un branco di lupi tra Centa San Nicolò e Caldonazzo

Trento3 settimane fa

Occupa abusivamente 3 parcheggi da anni e nessuno fa nulla

Val di Non – Sole – Paganella1 settimana fa

Morte neonato a Cles: era già successo 42 anni fa

Trento1 settimana fa

I pendolari della sanità trentina: «È l’unico modo per curarsi e rimanere in vita»

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Massimiliano Lucietti è morto mentre era a terra per sparare

Trento3 settimane fa

Le sconcertanti e imbarazzanti parole di Antonio Ferro sulle Oss trentine

Le ultime dal Web2 settimane fa

Tesla Model Y impazzita uccide due persone – IL VIDEO

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Non più lezioni, ma esperienze in montagna. A Molveno apre la nuova «Non scuola di sci»

Trento3 settimane fa

Non poteva essere l’avvocato della Provincia di Trento. La corte dei Conti chiede 113 mila euro di risarcimento a Giacomo Bernardi

Trento2 settimane fa

Gardolo: autobus va contro un’auto, manda a quel paese il guidatore e scappa

Trento2 settimane fa

Trento in lutto, è morto Rinaldo Detassis fondatore di Elettrocasa

Trento3 settimane fa

Paura in Trentino per una scossa di Terremoto

Rovereto e Vallagarina5 giorni fa

Via libera per la costruzione della mega stalla a Terragnolo. La polemica però continua

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza