Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Addio a Freya: il tricheco star ucciso a causa dei turisti

Pubblicato

-

screen instagram
Pubblicità

Pubblicità

Il tricheco mascotte di Oslo, star indiscussa del fiordo, è stato recentemente soppresso. La decisione del governo norvegese è arrivata dopo “numerose e attente riflessioni”.

Freya, questo il nome del tricheco, a causa dei turisti e della sua capacità nel sentirsi a proprio agio con le persone, ha iniziato a dare segnali di stress: non dormiva quanto avrebbe dovuto, non si nutriva a dovere e stava rischiando di diventare un pericolo per quelle stesse persone che l’avevano resa famosa. O meglio, dava segnali di stress ma non era aggressiva.

“(…) La decisione di praticare l’eutanasia sul tricheco e’ stata presa sulla base di una valutazione completa della continua minaccia alla sicurezza umana (…)“, ha dichiarato in un comunicato il capo della Direzione norvegese della pesca, Frank Bakke-Jensen. “(…) Attraverso le osservazioni in loco della scorsa settimana è stato chiarito che il pubblico ha ignorato l’attuale raccomandazione di mantenere una chiara distanza dal tricheco. Pertanto, la direzione ha concluso che la possibilità di potenziali danni alle persone era alta e il benessere dell’animale non veniva mantenuto (…)

Pubblicità
Pubblicità

Questo tricheco – quindi – è vittima dei turisti stessi che tanto aveva attirato: dormiva sulle barche, a volte le affondava, si avvicinava alle persone, nuotava con loro. La sua unica colpa è quella di essersi fidata del cibo e delle persone amichevoli che volevano invece solo sfruttarla per le proprie foto senza pesare al suo benessere.

Le persone non hanno rispettato la distanza da mantenere ed a rimetterci è stata solo Freya. Una vera ingiustizia.
Di recente è inoltre partita una raccolta fondi al fine di far erigere una statua che la ritragga e ricordi.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Giudicarie e Rendena8 ore fa

Scivola per 80 metri sotto il passo di Ortiche, gravissimo al santa Chiara

Politica10 ore fa

Dopo Claudio Cia anche «Coraggio Italia» chiede chiarimenti a Fugatti

Alto Garda e Ledro10 ore fa

Nuovi Sguardi Gardesani: al via la nuova campagna fotografica

Val di Non – Sole – Paganella11 ore fa

“Termenago a teatro. La rinascita di un borgo”: il progetto finanziato dal Pnrr ai nastri di partenza

Arte e Cultura12 ore fa

«Venezia millenaria» in scena al Castello del Buonconsiglio

Val di Non – Sole – Paganella12 ore fa

“Sinfonie d’autunno”: in Val di Sole una stagione da vivere con tutti i sensi

Trento12 ore fa

Coronavirus: 696 nuovi positivi nelle ultime 24 ore in Trentino

Arte e Cultura12 ore fa

Al Teatro Sociale di Trento oggi un workshop con i principali rappresentanti delle imprese culturali di livello internazionale

Trento13 ore fa

Prevenzione delle epidemie: si è aperto oggi il workshop scientifico organizzato da FEM con FBK e MUSE

Val di Non – Sole – Paganella13 ore fa

Ospedale di Cles «Amico delle Bambine e dei Bambini»: stamattina la cerimonia di assegnazione del riconoscimento

fashion14 ore fa

Torna le settima edizione del Galà della Moda Sotto al Nettuno

Fiemme, Fassa e Cembra14 ore fa

Dal 1° ottobre la raccolta delle richieste di indennizzo per i danni da maltempo in Val di Fassa

Trento14 ore fa

Sanità: «Basta discriminazioni, tutti i sospesi rientrino al lavoro»

Trento14 ore fa

Furti negozi, denunciati un 27 enne tunisino e una 39 enne italiana

Trento14 ore fa

Controlli piazza Dante: trovata della droga nascosta, espulso cittadino straniero

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza