Connect with us
Pubblicità

Fiemme, Fassa e Cembra

Maltempo in Alta Val di Fassa, dichiarato lo stato di calamità

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

La Giunta ha dichiarato lo stato di calamità per i territori dell’Alta Val di Fassa interessati dai danni causati dagli intensi fenomeni di maltempo dello scorso 5 agosto.

Il documento è stato portato sui banchi dell’esecutivo dal presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti. Le operazioni di accertamento dei danni sono tuttora in corso e non è dunque possibile – ad oggi – definire l’ammontare della spesa necessaria per gli interventi di ripristino e sistemazione.

Quando la stima dei danni sarà completata, la Giunta provinciale stabilirà i criteri e le modalità di accesso a contributi e indennizzi per i danni causati dalla calamità. Intanto, sono in corso diversi lavori di ripristino in somma urgenza, guardando in particolare alla viabilità oltre che alla riduzione del rischio residuo, in regime di prevenzione urgente.

Pubblicità
Pubblicità

L’intenso nubifragio si era abbattuto in particolare sui comuni di Campitello di Fassa, San Giovanni di Fassa – Sèn Jan, Mazzin. Tra le 17.15 e le 19.45 del 5 agosto 2022 a Monzon erano stati misurati più di 123 millimetri di pioggia, di cui più di 100 millimetri caduti tra le 18.30 e le 19.30.

Sul posto erano intervenuti i Vigili del fuoco volontari dei Distretti Fassa, Fiemme, Primiero, Valsugana e Tesino ed il Corpo permanente dei Vigili del fuoco di Trento – con il supporto di Corpo forestale del Trentino, Arma dei carabinieri e Polizia locale – oltre al Dipartimento protezione civile, foreste e fauna con i Servizi competenti (Prevenzione rischi e Cue, Bacini montani e Geologico). Le persone evacuate da strutture ricettive e abitazioni erano state accolte per circa 24 ore in una struttura gestita dalla Croce Rossa.

Oltre a valutare la situazione sotto il profilo dei danni provocati, il sistema di Protezione civile del Trentino ha pianificato le attività di monitoraggio e organizzazione delle azioni di ripristino e ripresa delle normali condizioni di vita.

Pubblicità
Pubblicità

Il maltempo ha causato criticità sul sistema della viabilità provinciale, in particolare a carico della SS 48 delle Dolomiti e della SP 238 di Moncion, che erano state chiuse al traffico per qualche ora. Le strutture provinciali e comunali competenti erano dovute intervenire inoltre sul sistema idraulico (Rio della Chiesa, Rio Udai, Rio Soial, Rio Dona, Rio Duron).

Gli scantinati e i garage di parecchie strutture erano stati invasi da fango e acqua; numerosissime erano state infatti le richieste di intervento dei Vigili del fuoco. Inoltre, diverse realtà ricettive turistiche risultano ora danneggiate dalle colate di fango, detriti e acqua che hanno attraversato i centri abitati.

I danni al patrimonio forestale hanno interessato le infrastrutture di tutti i tipi: strade, piste e sentieri. Il rilievo dei danni sulla rete sentieristica è al momento sommario, a causa della difficoltà di percorrenza di molti tratti interessati dai danneggiamenti.

Risulta inoltre danneggiato il sistema di viabilità comunale, con la necessità di intervenire per il ripristino di numerose strade, nonché la rete idraulica di competenza comunale che richiede parecchie interventi per la riparazione dei danni e di sistemazione su cui si sta già lavorando in somma urgenza. Emerge inoltre la necessità di ripristinare alcuni versanti interessati da fenomeni di smottamento.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento3 ore fa

Festival dello Sport: 50 mila presenze decretano il successo della quinta edizione

Trento5 ore fa

Aggredisce i carabinieri in Piazza Dante, arrestato 36 enne tunisino pluripregiudicato

Trento6 ore fa

Prima riunione del neo costituito tavolo di confronto tra Assessorato e Ordine delle Professioni Infermieristiche

Val di Non – Sole – Paganella6 ore fa

Che successo le mostre estive di Predaia: per due mesi Coredo è stata la “capitale” dell’arte e della cultura

Trento6 ore fa

Coronavirus: non si arrestano i contagi in Trentino, nelle ultime 24 ore sono 779

Le ultime dal Web6 ore fa

«I vecchi devono stare a casa fermi, immobili, e non devono votare». è bufera su Giulia Torelli – IL VIDEO

Val di Non – Sole – Paganella7 ore fa

La patata, prodotto povero della dieta contadina, diventa la “reginetta della festa” a Ronzone

Trento7 ore fa

Loris Puleo, il pallavolista trapiantato campione europeo, ringraziato a palazzo Geremia

Fiemme, Fassa e Cembra7 ore fa

«Posatori per un giorno»: a Fornace un progetto per far conoscere a scuola il mondo del porfido e delle cave

Rovereto e Vallagarina7 ore fa

Ala: il primo di ottobre «Palazzi aperti»

Trento7 ore fa

Parcheggio pertinenziale di piazza Centa, ripresi i lavori

Trento8 ore fa

Riduzione fondi: associazione Famiglie Tossicodipendenti classificata come dormitorio

Arte e Cultura8 ore fa

Ultimi giorni per la mostra: «La contemporaneità della tradizione. Sguardi sulle comunità cimbra, ladina e mòchena»

L'Editoriale9 ore fa

Crollo lega in Trentino: le colpe partono da lontano

Valsugana e Primiero9 ore fa

Cade e perde conoscenza mentre è in cerca di funghi sul Ceramonte: 65 enne in elicottero al Santa Chiara

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza