Connect with us
Pubblicità

Io la penso così…

 Appello agli scazzati della politica: «il 25 andiamo a votare per cambiare finalmente l’Italia»

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Caro Direttore,

come milioni di italiani sono affacciato al traballante balcone della politica italiana e confesso di avere paura delle prossime elezioni.

Non tanto perché vincerà la coalizione di “Destra” che sinceramente auspico riesca a dare una vera spallata al malgoverno (eufemismo) degli ultimi dieci anni, ma senza volere essere la “Cassandra della politica italiana“, temo fortemente che, sia la macchina del fango, messa immediatamente in moto dalla “Sinistra” italiana (che di vera sinistra non ha proprio nulla di nulla), che la “cordata politica orgiastica in atto, immediatamente allestita con i vari simpatizzanti” possa produrre  un effetto devastante nei confronti di chi ormai da anni si sta astenendo dal diritto/dovere di voto, aumentando tuttavia tale “partito silenzioso” con nuovi e numerosi proseliti!

Pubblicità
Pubblicità

L’elettore medio è sbandato non si interessa più di politica e per non fare errori preferisce non votare, togliendosi così la responsabilità morale di una scelta. Non c’è purtroppo nulla di più infingardo e scellerato per la nostra Patria. Ricordate ancora questo termine che leggevamo tanti anni fa sui libri di scuola? Oggi questa parola la pronuncia solo il Presidente della Repubblica, quasi vergognandosi nel vedere come sta andando la politica italiana. 

L’Italia non è di “sinistra” o di “destra” l’Italia sarebbe degli italiani, ma negli ultimi anni (grazie alla sinistra) è stata il giocattolo finanziario preferito e il tappettino dell’Europa e  della Germania in particolare che ha congiuntamente lucrato su speculazioni finanziarie infinite, insieme alla finanza americana a nostro danno, creando lo spettro economico dello “Spread” e dei “Futures”.

Questi ultimi prima sulla lira e poi  sull’ euro  nell’era moderna, a partire dal 1972, hanno preso di mira in particolare modo l’Italia, poichè “CBOT” (Chicago Board of trade) nacque appunto a Chicago nel 1848! Per onore di cronaca la storia antica li riconduce a “operazioni finanziarie” sulle  merci all’antica Roma, perfezionati poi dai Giapponesi verso il 1600 e modernizzati infine dagli Americani.

Pubblicità
Pubblicità

Inoltre successivamente per alleggerire lo scandalo Exxon, una banca americana (J.P Morgan) che si era impelagata in un finanziamento colossale, inventò nel 1994 i CDS (Credit Default Swap). Tale strumento finanziario fu un colpo ferale per l’economia italiana in particolare negli anni a seguire, data l’espansione incontrollata del debito pubblico che stava aumentando a dismisura.

Temo ahimè seriamente,  nonostante questa volta  i sondaggi   stiano proiettando finalmente un chiaro segnale di svolta politica seria e concreta, che il risultato elettorale vada invece in direzione opposta, con un futuro Governo, peggiore di quelli che si sono presentati negli ultimi trent’anni, ancora peggiore di quelli della prima Repubblica!

L’astensionismo elettorale sta facendo paura a tutti, sia a destra che a sinistra perché ormai troppi italiani hanno mentalizzato che tanto a rimetterci sarà sempre “Pantalone”. 

Questi “astensionisti dalla politica“, vedendo negli anni che i  programmi non vengono quasi mai rispettati, date le “mutate condizioni dei mercati” e i “pericoli dati dallo “Spred” chepotrebbe mettere in ginocchio l’affidabilità internazionale del nostro debito pubblico”, (pure balle elettorali della Sinistra in quanto le banche Europee hanno i forzieri pieni dei nostri titoli di Stato e se noi non paghiamo il nostro debito pubblico se fosse messo all’incasso salterebbero anche loro e le loro banche)…

Ogni tanto per pura speculazione Germania e Francia in prima fila, fanno il giochino di buttare sul mercato i nostri titoli e interviene subito  “mamma Europa” ad acquistarli, incutendo paure inesistenti nella realtà finanziaria, costringendoci così ad una cieca obbedienza Europea. Da secoli si sa che il vero potere lo ha chi tiene il cordone della borsa)  Il Signoraggio non è storia di ieri. 

Molti italiani purtroppo preferiranno trascorrere le ultime giornate di sole al lago, o al mare, o ai monti, lasciando affondare la scialuppa Italia in mano alla “Sinistra“! Spero fortemente che nel profondo del cuore di ogni italiano che ama ancora l’Italia, sepppure fortemente scazzato,  ci sia un forte rigurgito di ribellione a tutto ciò!

Ora hanno sul piatto anche le sorti della guerra in Ucraina da poter giocare sul piatto dell’incapacità politica come ulteriore scusante di un imprevisto imponderabile che potrebbe costringerli ad una “tassa non solo sui morti” come fortemente battuto da Letta in questa campagna elettorale, ma anche una tassa sulle spese di guerra come prossima mossa finanziaria:…una  possibile scusante in più per dimostrare ulteriormente, se ce ne fosse ancora necessità, cosa potrebbe succedere qualora la  Sinistra,  andasse al potere!

Si parla per ora ovviamente di  tassare i grandi capitali, ma penso che nessuno di noi possa dimenticare nel 1992 cosa fece il sempreverde D’Amato ai nostri “semplici conti correnti!” nel giro di una notte, “rubando letteralmente dalle tasche degli italiani”!!! 

Poi in questi mesi c’è la grande abbuffata in corso per il  Pnrr, a cui tutti i partiti o quasi, vogliono banchettare! E’ tuttavia importante ricordare agli elettori che non sono soldi che l’Europa “regala” all’Italia, ma un prestito abnorme che viene consegnato e che deve essere poi restituito nei prossimi anni. Se verrà utilizzato saggiamente e correttamente, forse offrirà una netta ripresa con capacità di restituzione, ipotizzando a quel punto una crescita reale e concreta del P.I.L.

Tuttavia se la “compagnia teatrale del prossimo Governo” di una possibile scelta “sinistra” degli italiani, (mi scusino le compagnie teatrali per il paragone), dovesse allegramente gestirlo per cambiare la “tappezzeria delle poltrone del Teatro parlamentare”  come verrà restituito?

Prendendo ovviamente i soldi dalle tasche degli Italiani con la più pesante patrimoniale che arriveremo a ricordare,  con nuove gabelle che i dottori in scienze politiche e i bibitari che siedono in Parlamento, si sbizzarriranno ad inventare quotidianamente, “ingrassandosi” ulteriormente nel frattempo nella mangiatoia parlamentare. Ma cosa succederà quando non ci sarà più nulla per abbuffarsi ed arriverà il conto? Succederà come nel ristorante di Firenze dove “quei quattro babbei” hanno voluto fare una “serata alla grande” e quando hanno presentato loro il conto salatissimo, poi tutti o quasi sono scappati e gli unici due “onesti” che erano rimasti, ora sono inguaiati fino al collo con la giustizia.

Ma i parlamentari non si toccano se non vengono presi con le mani nel sacco! E chi saranno in quel caso i “babbei” che dovranno pagare? Gli italiani! Tutti noi, anche quelli che si asteranno dalle prossime votazioni!!!  Il pericolo più imminente tuttavia in queste drammatiche ore per la politica italiana, sarà come ho scaramanticamente ipotizzato, la grande cordata della Sinistra, dove tutti i partiti che non sono  di Destra, tra i quali molto probabilmente confluiranno alla fin fine anche alcuni “centristi europeisti”,  inventeranno coalizioni che nemmeno gli extraterresti riuscirebbero a comprendere, dando per assodato che possano esistere e con un grado di intelligenza superiore alla nostra!

Si ritornerà a consolidare un “fronte nazionale” solo per fermare la Destra come hanno tentato di fare in maniera alla fine fallimentare i “grillini” per poi giungere meschinamente all’ultima buffonata di Grillo, forse la migliore di tutta la sua carriera “artistica”: l’album con le figurine dei “fuoriusciti” definiti dallo stesso Grillo “Zombie”.

Ma ormai sappiamo che i migliori film dell’ orrore sono proprio centrati sugli Zombie che camminano…e l’ Italia non è Cinecittà o Hollywood. Saranno proprio loro forse a seminare le ultime stragi nelle tasche degli italiani, perché alla fine pur di non fare vincere la Destra, assisteremo a colpi di scena da brividi, dove non ci sarà nessun programma politico di salvataggio e vero rilancio della Nazione, perché in realtà se torneranno “loro” in  Parlamento non saranno interessati a rilanciare l’Italia,  ma interesserà loro con istrionica maestria,  solo procacciarsi la sicurezza dello scranno parlamentare  per le successive elezioni. (Di Maio e non solo docet!)

Questa volta  “la coperta sarà più corta del solito”, dato il taglio dei parlamentari e la guerra senza quartiere e senza esclusione di colpi sarà drammatica per tutti noi… come conseguenze finali,  se si dovesse malauguratamente configurare questa nefasta prospettiva parlamentare.

Questa accozzaglia di incapaci e lo hanno alla fine dimostrato,  tenteranno di arraffare quanto ancora rimarrà da arraffare e solo i neo –democristiani con Di Maio in veste di prossimo “Vescovo politico” negli anni “Futuri”, nonchè attuale  pupillo di Tabacci e ormai “delfino di Casini” navigherà ancora con il vento in poppa per molti anni. (Purtroppo!) Casini, tanto per la cronaca ricordiamoci che pur rivestendo temporaneamente la casacca azzurra berlusconiana è interrottamente in parlamento da ben 38 anni consecutivi ed è il parlamentare con maggiore “esperienza” nel 2022! Non lo si vede molto apparire in  televisione, ma hanno uno scranno fatto su misura per il suo deretano….e Di Maio prenderà il suo posto quando andrà in pensione…(se mai ci andrà) visto il verace attaccamento …. alla poltrona!

Per inciso,  non sono tuttavia i costi veri della politica i giovani, di qualsiasi schieramento possano essere, volonterosi di fare qualcosa di serio in base alle loro idee innovative e creative, grillini ovviamente a parte, come ogni eccezione che afferma una regola, ma appunto i vecchi “senatori”, oramai veri Zombie politici e umani, che continuano a tenersi attaccata al sedere lo scranno parlamentare e non faccio altri  nomi,…tanto tutti lo sanno chi sono e quali stipendi e pensioni stratosferiche si stanno godendo alla faccia degli italiani che in questi giorni ricevono comunicazioni di probabili aumenti prossimi del costo del gas fino al 650% in più a partire dal prossimo 1° di Novembre. (Notizia arrivatami oggi da Dolomiti Energia) come penso a molti altri utenti trentini. Grazie alla politica dei migliori, asserviti supinamente alla matrigna Europa.

Sono quei signori il vero costo improduttivo della politica italiana. Tra loro ci sono diversi parassiti sociali che prendono dai venti a trenta mila euro di “stipendio o di pensione al mese”. Ripeto al mese! (Fornero “la taglia teste” circa ventimila euro di prebende varie). Ricordo che negli anni in cui operò in primo piano la Fornero, furono centinaia i lavoratori che si videro cambiare le carte in tavola dalla sera alla mattina che  si suicidarono, non avendo più alcuna garanzia per il loro futuro!

(Non so come faccia a dormire i quella donna!)  Le uniche persone che possono dare una svolta decisiva oggi come oggi alle prossime elezioni per cambiare un po’ di cose, sono e saranno per l’ultima volta gli astensionisti: gli “scazzati della politica”!  E’  a tutti loro che rivolgo questo accorato appello come italiano:. andate per favore a votare!

Il vostro voto è il voto della maggioranza vera del paese e voi potete evitare con un forte impegno civico che  “partitelli che nascono come funghi, che hanno fungaioli come leader”, possano continuare a nuocere a una vera politica seria e costruttiva per il bene vero del nostro Paese. E’ una chiamata alle “armi” per tentare per l’ultima volta di  salvare l’Italia dalla più grande possibile disfatta della sua vita repubblicana.

Andate a votare, questa potrebbe essere veramente l’ultima possibilità per salvare la vera Democrazia e questo appello lo rivolgo soprattutto a quella maggioranza silenziosa della Destra che ormai è sfiduciata e stanca di tutti gli intrallazzi che la “Sinistra” (Bibbiano docet!) è riuscita ad archittettare negli anni, perché credetemi, questa volta la “Sinistra” sarà più unita che mai ai nastri di partenza! Renzi l’ha promesso: farà di tutto per fermare la “Destra”.

Oggi c’è ancora bagarre per qualche giorno, ma poi non cederanno facilmente la cassaforte dei loro indegni intrallazzi in mano alla “Destra”, perché oltre ai soldi potrebbero trovare in quella cassaforte anche dei cadaveri eccellenti! C’è una città in Italia che sta ancora piangendo!…. C’è ancora da raschiare parecchio con il Pnrr alle porte. Poi chi lo dovrà restituire non ha importanza per loro, perché i “soliti noti” avranno finito di trasferire i loro “sudati risparmi” nei loro conti cifrati nei paradisi fiscali in operazioni offshore.. Il 25 settembre, ricordatevi, si possono veramente cambiare le sorti dell’Italia se tutti andiamo a votare.

Adriano Bertolasi – Trento

Potete inviare le email al direttore da inserire nella rubrica «io la penso così» scrivendo a: [email protected] – La vostra opinione conta, sempre….)

 

  • Pubblicità
    Pubblicità
Rovereto e Vallagarina3 giorni fa

Tragico incidente nella notte a Isera, perde la vita un 21 enne di Avio

Val di Non – Sole – Paganella5 giorni fa

Mamma orsa in giro con i cuccioli a Spormaggiore – IL VIDEO

Trento2 giorni fa

Rischia di travolgere i bambini, bloccato dai genitori: «Sono soggetto alla 104, non possono farmi nulla»

Trento5 giorni fa

Tutti animalisti con gli orsi degli altri

Rovereto e Vallagarina3 giorni fa

Noriglio in mano alle baby gang e al degrado. La denuncia di Andrea Bertotti

Fiemme, Fassa e Cembra4 settimane fa

Trentasette anni fa la tragedia di Stava: per non dimenticare!

Trento6 giorni fa

Mega rissa tra stranieri in centro storico nella notte – IL VIDEO

eventi5 giorni fa

Miss Italia: è Eleonora Lepore di San Candido «Miss Schenna»

Val di Non – Sole – Paganella6 giorni fa

Per ferragosto a Cles quattro giorni di eventi ‘fantastici’

Trento2 giorni fa

Vittoria De Felice contro il PD Trentino: «Partito borghese che non vede i veri problemi della gente»

Trento5 giorni fa

Morì durante una pratica sadomaso a Trento: assicurazioni condannate a risarcire la famiglia

Rovereto e Vallagarina5 giorni fa

Ritrovato dopo due giorni il corpo di Willy, il ragazzo annegato nel lago di Lavarone

fashion4 giorni fa

Ecco la donna più desiderata dagli italiani per una «scappatella»

Val di Non – Sole – Paganella5 giorni fa

Escono di strada con la moto, deceduti due motociclisti

Fiemme, Fassa e Cembra2 giorni fa

Miss Italia torna a Moena: la reginetta è Giulia Barberini. Eletta anche la Soreghina 2023

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza