Connect with us
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Volano: dopo Sant’Antonio arriva Santa Cecilia. Devozione popolare nel mondo contadino

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

E’ fissata infatti per venerdì 5 agosto la Festa di Santa Cecilia; decenni di storia per l’immancabile appuntamento estivo organizzato dal Comitato Eremo Santa Cecilia di Volano, che riprende dopo due anni di sospensione a causa della pandemia da Covid.

Come è accaduto negli ultimi anni, al fine di permettere un’ampia partecipazione, anche dei più anziani, la Santa Messa sarà celebrata dal parroco don Corrado Prandi presso la località ‘Spiaz dele Strie’ alle ore 10.00; seguirà come da tradizione la consegna delle picozze al bambino più piccolo e al più anziano dei partecipanti.

Non di meno la scelta del luogo per la ricorrenza estiva volanese si è resa obbligatoria a causa delle frane susseguitesi già a partire dal 2009; grazie ad un’importante manutenzione straordinaria, a cui sono seguiti altri interventi minori, è stato ripristinato il sentiero per l’Eremo, collocato sulla roccia a 720 metri di altitudine.

Pubblicità
Pubblicità

La salita, in parte ferrata, è stata classificata come EEA acronimo diEscursionisti esperti con attrezzatura’ ovvero dotati di casco e imbragatura con moschettoni. Due sono i sentieri che portano all’edicola del 1600 collocata sulla parete a strapiombo del Cengio Rosso: il primo e storico punto di partenza è situato vicino a Castel Pietra in località ‘Mas de la Fam’, recentemente sistemato dal Comitato dopo il massiccio intervento per la costruzione del vallo tomo; il secondo inizia invece al Prà delle Strie, raggiungibile dalla strada forestale con partenza dalla località Sant’Antonio.

Il Comitato comunica che la chiesetta di Santa Cecilia rimarrà aperta al pubblico per l’intera mattinata del 5 agosto; il luogo, principalmente di preghiera e di devozione popolare, offre una vista sul fondovalle agricolo e permette di individuare anche il vecchio corso del fiume Adige (località Taio con il biotipo).

L’Eremo di Santa Cecilia, poco visibile dalla valle, risale al XVII secolo; la particolare devozione della comunità di Volano si riscontra nelle ricerche, che ricostruiscono la storia dell’Eremo in cui si citano anche gli interventi di edificazione, manutenzione della chiesetta e del sentiero e in dettaglio l’elenco dei custodi susseguitesi negli anni.

Pubblicità
Pubblicità

Il periodo particolarmente siccitoso del mese di luglio, ci porta alla memoria quanto accaduto nel luglio 1830, mese in cui alcuni volanesi si recarono a pregare presso questo luogo, affinché arrivasse la pioggia. Dopo due giorni la pioggia non mancò di irrigare le campagne e portare sollievo alla comunità.

In seguito ad un’istanza presentata alla Curia di Trento fu concesso l’uso di una pietra per celebrare la Santa Messa di ringraziamento e da allora il 5 agosto è fissata la tradizionale processione votiva in memoria della Santa propiziatrice della pioggia oltre che patrona della musica.

L’altare presente presso la cappella ha subito vari interventi di manutenzione da parte dei volontari; l’ultimo in termini di tempo risale al corrente mese di luglio. Massimo Ticò, uno dei titolari della omonima falegnameria, ha realizzato la copertura in legno dell’altare.

Il Presidente del Comitato Santa Cecilia Alberto Raffaelli non manca mai di porgere un sentito ringraziamento a quanti operano a titolo gratuito in favore della comunità, sia dedicando del tempo come pure impegnandosi per la raccolta fondi; si ricorda infatti che l’intervento di ripristino del sentiero è stato finanziato anche grazie all’assegno di 30.000 Euro donato dal Comitato al Comune di Volano.

La giornata del 5 agosto, principalmente riservata alla devozione, si concluderà alla sera con la cena a partire dalle ore 18.30 presso il Parco Legat, dove il Comitato ha la propria sede; l’occasione consentirà a quanti non avranno potuto partecipare alla Santa Messa presso il Prà dele Strie, di raggiungere il gruppo venendo a creare un momento conviviale e di aggregazione della popolazione.

Il Comitato, data anche la notevole partecipazione di giovani al precedente appuntamento di giugno presso il Capitello di Sant’Antonio, confida di poter aggregare nuove leve che con il medesimo spirito di servizio verso la Comunità rafforzino l’attuale gruppo.

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento5 ore fa

Incendio Ischia Podetti, semaforo verde per le operazioni di vendemmia e di raccolta della frutta

Val di Non – Sole – Paganella8 ore fa

Ville d’Anaunia in sfida: al Parco di Rallo un simpatico torneo a squadre

Rovereto e Vallagarina8 ore fa

“Ciao Willy, avrai un intera comunità che pregherà e si ricorderà di te, buon viaggio” il saluto del Comune di Lavarone

Val di Non – Sole – Paganella8 ore fa

Escono di strada con la moto, deceduti due motociclisti

Piana Rotaliana9 ore fa

A Roverè della Luna un laboratorio di mosaico con l’artista Thomas Belz

Trento9 ore fa

Riapre domani il Lido esterno della piscina di Trento Nord

Italia ed estero9 ore fa

Violenza sui treni: 4 magrebini aggrediscono la capotreno e il macchinista

Trento10 ore fa

Coronavirus: contagi e ricoveri ancora in calo nelle ultime 24 ore in Trentino

Italia ed estero10 ore fa

29 enne austriaca rifiuta un’eredità di 4 miliardi di euro

Rovereto e Vallagarina10 ore fa

Ritrovato dopo due giorni il corpo di Willy, il ragazzo annegato nel lago di Lavarone

Trento11 ore fa

Si rinnova l’appello contro l’abbandono degli animali «Ma non dovevamo lasciarci più?»

Trento11 ore fa

Rissa tra immigrati a Trento, Lega: «Ianeselli incapace di garantire sicurezza»

Politica11 ore fa

Via libera all’accordo Calenda – Renzi: «Abbiamo deciso di provarci»

Rovereto e Vallagarina11 ore fa

Manca poco alla settimana “Serrada Futurista”

Trento11 ore fa

Morì durante una pratica sadomaso a Trento: assicurazioni condannate a risarcire la famiglia

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza