Connect with us
Pubblicità

Valsugana e Primiero

Laghi di Levico e Caldonazzo fuori controllo: risse, pestaggi, furti e atti di pirateria

Baby gang di stranieri stanno creando grossi problemi di sicurezza sui laghi. Segnalati anche attacchi ai pedalò con i motoscafi

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Episodi di pirateria, assalti ai pedalò con i motoscafi noleggiati, pestaggi, minacce, risse, adescamenti di minori da parte di pedofili «conosciuti», insulti, danneggiamenti e furti giornalieri da parte di baby gang composte da 13/14 enni fuori controllo ed episodi continui di arroganza e prepotenza.

È questo il drammatico bilancio di quanto succede lungo i laghi di Caldonazzo e Levico che più che una tranquilla stagione turistica pare essere un vero e proprio bollettino di guerra.

I turisti stranieri ci sono. A tenere banco però sono altri stranieri, gli africani, quelli che sono in vacanza per tutto l’anno, che si divertono sempre, senza regole, senza dignità, senza il rispetto delle persone e del bene comune.

Pubblicità
Pubblicità

Va detto che i problemi più gravi si presentano a Calceranica e Caldonazzo. A Levico per il momento sono successi solo piccoli episodi, ma meglio tenere l’attenzione alta.

A denunciare questi episodi è Marco Salvo, (nella foto) il capo coordinatore di «Spiagge sicure», che controlla 7 laghi e tutte le piscine dell’Asis 7 giorni alla settimana controllando 150 uomini che vigilano sulla sicurezza dei turisti e dei bagnanti.

«Noi siamo molto limitati dalle leggi vigenti – afferma Salvo – possiamo solo chiamare le forze dell’ordine, oppure mediare, o ancora stare vicino a chi subisce furti e soprusi. Di fatto abbiamo le mani legate pur rientrando in quella categoria che chiamano di “servizio publico” ma che di servizio praticamente non ha nulla. Quando chiamiamo le forze dell’ordine, quando arrivano, i farabutti si sono già dati alla macchia. E l’indomani torna tutto come prima».

Pubblicità
Pubblicità

La situazione è quindi fuori controllo, e le baby gang imperversano liberamente giorno e notte con comportamenti prepotenti e arroganti, rifiuto delle regole e disimpegno morale assoluto. «Sono ragazzi quasi sempre extracomunitari – sottolinea ancora Marco Salvo – dai 13 ai 15 anni e non hanno paura di nulla. Sono spesso ubriachi e sotto l’effetto di qualche potente droga che li rende invincibili e molto pericolosi»

È insomma un razzismo alla rovescia, dove i discriminati sono gli italiani che devono subire e starsene zitti. «Sono pochi quelli che denunciano, hanno paura delle ritorsioni perchè sanno bene che questa gente entra ed esce dalla caserme dei Carabinieri a tempo di record. E il giorno dopo te li trovi ancora davanti» 

Parlando con Marco Salvo sembra che tutto ormai sia diventato normalità. Il gruppo di stranieri che ha pestato a sangue l’altra sera il noleggiatore di pedalò al Pescatore ricoverato d’urgenza al santa Chiara: «Il giorno dopo il gruppo di stranieri era ancora li come nulla fosse successo, dove avevano massacrato il pover’uomo. Incredibile!»

La vetrina della pizzeria le Barche in frantumi perché i «ragazzini» non volevano pagare il conto, le minacce sui pontili ai turisti, i furti che avvengono giornalmente sulle spiagge. «L’altra sera in sala giochi ho visto personalmente un pedofilo conosciuto dalle forze dell’ordine per dei precedenti specifici che stava tentando di adescare un undicenne. Lo aveva già caricato sul sellino dietro della moto. Sono intervenuto all’ultimo momento. Lui ha capito, ha mollato il ragazzo ed è fuggito».

Ci sono tanti turisti che si lamentano per l’odore di hashish sulle spiagge, «Fumano anche dietro le torrette degli uomini del salvataggio, si lamentano con noi, ma che possiamo fare. Chiamiamo le forze dell’ordine, ma anche se arrivano cosa vuoi che facciano…»

Il caso più eclatante ed inquietante riguarda l’assalto di un gruppo di stranieri che dopo aver noleggiato un motoscafo hanno agganciato un pedalò di turisti in mezzo al lago di Caldonazzo razziandolo di tutto. Ai derubati appena tornati a riva non è rimasto che allargare le braccia sconcertati. «Li abbiamo rincuorati, erano molto spaventati. Abbiamo scattato qualche foto consigliandoli di andare a fare denuncia. “No mi hanno risposto, abbiamo troppa paura che ritornino”». L’episodio pare non essere il solo successo nella zona.

Marco Salvo è sicuro: «Dopo la pandemia la situazione è diventata devastante peggiorando di molto. Ci siamo trovati a gestire queste situazioni con persone che non avevano mai frequentato i laghi. Gente pericolosa, straffotente, prepotente, arrogante che però conosce bene le nostre leggi e sa bene come farla franca». 

La situazione peggiore però pare riguardare il lido di Manazzon a Trento dove baby gang di ragazzini rubano a tutto spiano nonostante la presenza di body gard, e che se vengono presi e cacciati, rifanno il biglietto e tornano dentro la piscina per ricominciare tutto daccapo come nulla fosse.

Sembra quasi di abitare su un altro mondo, oppure su un pianeta senza regole, ma solo per alcuni. Perchè alla fine le nostre leggi tutelano i  delinquenti e penalizzano gli onesti.  E quando a Marco chiediamo cosa si possa fare per arginare questi ladri teppisti ci guarda fisso negli occhi e fa spallucce con un leggero sorriso ironico. Forse qualche idea ce l’avrebbe pure ma preferisce il religioso silenzio.

È come la beata innocenza dei ragazzini fosse scomparsa, lasciando spazio alla consapevolezza che sono finiti i tempi dell’età incolpevole e che la malvagità non ha limiti anagrafici ma va riconosciuta al suo insorgere in ogni essere che ne mostri segnali evidenti anche se bambino.

Il nostro paese vivrà tempi migliori di questi che, ad oggi, la cronaca ci prospetta ogni giorno e che vogliono essere troppo «correct» in tutto, lasciando sempre una via di scampo a teppisti, vandali, delinquenti, gang minorili, spacciatori e rapinatori.

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento3 ore fa

Coronavirus in Trentino: 126 nuovi contagi nelle ultime 24 ore

Alto Garda e Ledro3 ore fa

Crossodromo Ciclamino, centauro 17 enne trasportato al Santa Chiara

Rovereto e Vallagarina4 ore fa

Miss Italia: a Folgaria vince il sorriso di Eleonora Lepore

Val di Non – Sole – Paganella4 ore fa

Il Comune di Campodenno compie 70 anni

Giudicarie e Rendena4 ore fa

Di ritorno dalla festa travolge con la moto un adolescente. 15 enne e 17 enne finiscono al santa Chiara

Giudicarie e Rendena4 ore fa

Frena per evitare un animale e viene tamponato. 2 persone finiscono in ospedale

Alto Garda e Ledro4 ore fa

Sbaglia atterraggio col parapendio e finisce sugli scogli del Garda

Le Vignette di Fabuffa4 ore fa

Claudio Garella, simbolo di un calcio giocato con umiltà

Val di Non – Sole – Paganella6 ore fa

Un nuovo automezzo logistico per i Vigili del Fuoco di Malé

Val di Non – Sole – Paganella8 ore fa

Si rompe una tubazione a Molveno: immediato l’intervento degli operai comunali

Val di Non – Sole – Paganella9 ore fa

A Sfruz la proiezione del film “La creazione del mondo”

Trento1 giorno fa

Vittoria De Felice contro il PD Trentino: «Partito borghese che non vede i veri problemi della gente»

Val di Non – Sole – Paganella1 giorno fa

Ortles – Cevedale: all’alba una montagna di voci inCantate

Val di Non – Sole – Paganella1 giorno fa

Precipita lungo il pendio per 8 metri, biker di 24 anni elitrasportato al santa Chiara

Val di Non – Sole – Paganella1 giorno fa

Recuperato il radiocollare dell’orso M78: l’animale non è confidente

Rovereto e Vallagarina2 giorni fa

Tragico incidente nella notte a Isera, perde la vita un 21 enne di Avio

Val di Non – Sole – Paganella4 giorni fa

Mamma orsa in giro con i cuccioli a Spormaggiore – IL VIDEO

Trento4 giorni fa

Tutti animalisti con gli orsi degli altri

Trento1 giorno fa

Rischia di travolgere i bambini, bloccato dai genitori: «Sono soggetto alla 104, non possono farmi nulla»

Fiemme, Fassa e Cembra4 settimane fa

Trentasette anni fa la tragedia di Stava: per non dimenticare!

Rovereto e Vallagarina2 giorni fa

Noriglio in mano alle baby gang e al degrado. La denuncia di Andrea Bertotti

Trento4 giorni fa

Mega rissa tra stranieri in centro storico nella notte – IL VIDEO

eventi4 giorni fa

Miss Italia: è Eleonora Lepore di San Candido «Miss Schenna»

Val di Non – Sole – Paganella5 giorni fa

Per ferragosto a Cles quattro giorni di eventi ‘fantastici’

Trento4 giorni fa

Morì durante una pratica sadomaso a Trento: assicurazioni condannate a risarcire la famiglia

Rovereto e Vallagarina4 giorni fa

Ritrovato dopo due giorni il corpo di Willy, il ragazzo annegato nel lago di Lavarone

Trento1 giorno fa

Vittoria De Felice contro il PD Trentino: «Partito borghese che non vede i veri problemi della gente»

Val di Non – Sole – Paganella4 giorni fa

Escono di strada con la moto, deceduti due motociclisti

fashion3 giorni fa

Ecco la donna più desiderata dagli italiani per una «scappatella»

Trento5 giorni fa

1.000 euro ad una famiglia trentina: l’Hotel dovrà risarcire il 50% della vacanza

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza