Connect with us
Pubblicità

Valsugana e Primiero

La professione di Sabina Busatta addestratore cinofilo, tra coaching e passione per gli animali

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Fin da bambina Sabina Busatta aveva una grande passione per gli animali e accompagnava il padre come spettatrice alle gare cinofile. Rimaneva incantata dai racconti di un caro amico di famiglia che aveva per anni lavorato per la polizia cinofila.

Ha iniziato così a frequentare anche i campi dove si svolgevano addestramenti e gare di utilità e difesa. Se il cinofilo per definizione è una persona che ama i cani, la specializzazione in questo settore porta a diventare allevatore e conoscitore di razze canine.

Questa è la bellissima storia che ci racconta la lombarda Sabina Busatta – addestratore cinofilo, nonché esperta in Coaching e Mentoring.

Pubblicità
Pubblicità

Abbiamo incontrato la protagonista di questa intervista in Trentino per alcuni giorni di vacanza e allenamento insieme ai suoi tre meravigliosi cani di razza Pastore della Brie, chiamati affettuosamente “le ragazze”.

Ila Noire dal lungo pelo nero e campionessa italiana, Aliara de la Foret Mystique campionessa italiana dal pelo fulvo (che ha superato IGP1 e IGP2) e sua figlia Alicya shining star sempre fulva (oltre a numerose vittorie in esposizione si sta allenando nella disciplina dello sheepdog per la conduzione di pecore con ottimi risultati).

Il cane da pastore della Brie (conosciuto anche come Berger de Brie o Briard) è una razza canina di origine francese riconosciuta dalla FCI (Federazione Cinòlogica Internazionale).

Pubblicità
Pubblicità

Ha origini antichissime come tutti i cani da pastore, sembra fosse allevato già alla corte di Carlo Magno (742-814 d.C.). Infatti un cane molto somigliante a questa razza era raffigurato su uno scudo conservato nella chiesa di Montdidier in Francia.

Il cane da pastore della Brie è un cane molto affettuoso e adora il contatto con il suo proprietario da cui diviene inseparabile, dotato di grande intelligenza e forte personalità deve essere educato e cresciuto a contatto con le persone.

Una caratteristica saliente di questa razza è il pelo lungo e flessuoso, sul muso i peli formano barba, baffi e sopracciglia e velano leggermente gli occhi.

Richiede una spazzolata con cadenza settimanale e non avendo muta invernale non ha perdite di pelo.

Nonostante la taglia, vive benissimo anche in casa a patto lo si porti a fare qualche passeggiata per il tono muscolare. Se vive all’aperto dorme tranquillamente all’esterno anche d’inverno, il pelo ha funzione di regolatore termico.

Se ben allevato presenta le caratteristiche dei cani da pastore, difende il suo gruppo familiare ed è adatto per compagnia, difesa, guardia e Protezione civile.

Sono due i profili professionali: l’Addestratore cinofilo ha una competenza più specifica nel “rendere capace” il cane a svolgere determinati compiti, mentre l’Educatore cinofilo interagisce con il cane e il suo proprietario, istruendo quest’ultimo a gestire adeguatamente il proprio cane all’interno del contesto sociale e familiare.

Sabina come ha affrontato Aliara le prove IGP – Utilità e Difesa, il cui scopo è valutare il carattere del cane dandogli un lavoro da svolgere, mettendo alla prova le sue capacità e duttilità?

“Nella prova IGP 2 (livello intermedio) del 24 Aprile 2022 la mia Aliara si è classificata 1^, una grande vittoria che dedico a Fabrizio Carlini, un figurante, un professionista eccezionale che in questi anni ha dedicato passione e dedizione alla preparazione di Aliara.

Ci siamo fermati dopo la prova IGP 1 per vari motivi, ora a sette anni di distanza Aliara ci ha infiammato il cuore, perché vederla lavorare con così tanto piacere è straordinario.
E’ un cane di razza che sono andata a prendere nella Foresta Nera in Germania, mentre Ila Noire da anni partecipava alle esposizioni canine”.

Quale è stata la reazione del pubblico nel vedere le performance di questa razza inusuale per tale competizione?

“Generalmente sono gare a cui partecipano pastori tedeschi o belga, invece lo stupore è stato grande nel vedere all’opera per la prima volta un cane di razza Pastore della Brie, oltre al fatto che io sono una donna Addestratore Cinofilo. Per prepararmi ho girato vari campi di gara in Lombardia e Piemonte, imparando diverse tecniche”.

Quali sono i requisiti per svolgere la professione di Addestratore Cinofilo?

“Ho frequentato molti campi di addestramento, ci vuole tanta esperienza, dedizione e passione perché ogni razza e ogni cane ha peculiarità differenti. Inoltre ho partecipato a vari corsi e sono iscritta all’Albo Nazionale ENCI (Ente Nazionale della Cinofilia Italiana) – un’associazione di allevatori a carattere tecnico-economico con lo scopo di tutelare le razze canine riconosciute pure.

Quindi ho aperto Partita Iva pubblicizzando la mia nuova attività, che consisteva nell’educazione a domicilio, affrontando i problemi legati al comportamento con il proprio cane. Insegno i comandi di base da applicare all’esterno (al bar o al parco) ed a passeggiare con guinzaglio senza che tiri. Il corso di dieci lezioni ha riscosso molto successo”.

Quali step si devono superare per le prove IGP?

“Ci sono tre sezioni: pista, obbedienza e difesa. Io ho preparato Aliara alle prime due prove, mentre per la terza (difesa) è necessario un figurante con la manica addosso. I risultati conseguiti in questo lavoro ci hanno portati nel 2018 al 2^ posto IGP1 e nel 2022 al primo posto IGP2.

Con l’emergenza Covid ci siamo fermati, poi è arrivata la cucciolata ed ora ci stiamo preparando per la terza prova a fine anno. Mi risulta che Aliara sia l’unico pastore della Brie in Italia ad aver superato le prove IGP.
Certamente è importante la genetica e la predisposizione al lavoro, caratteristica di questa razza”.

Esiste un rapporto tra la tua precedente attività di Coaching/Orientamento con la professione di Addestratore Cinofilo?

“Facendo coaching a me stessa ho approfondito questa passione che avevo fin da piccola, e pensare che con l’allergia al pelo di cane non potevo avvicinarmi agli animali! Poi un giorno di nascosto sono saltata in groppa ad un cane San Bernardo e lì ho scoperto che non ero più allergica.

Per acquisire le mie competenze ho conseguito il Master in Coaching e successivamente quello di Orientamento alla Scuola di Alta formazione a Castellanza. Ho lavorato nell’ambito del Coaching e Mentoring, ora svolgo l’attività di Addestratore Cinofilo a tempo pieno. Cambiare lavoro soprattutto dopo una certa età è complesso, occorre molta determinazione e avere ben presente il proprio obiettivo professionale”.

Come hai sviluppato la tua nuova attività?

“Al lavoro di Addestratore Cinofilo ho affiancato l’attività di TAXI dog accompagnando i cani al veterinario e toelettatura. Poi ho acquistato un’auto furgonata con vetri e gabbia per il trasporto di non più di due cani (separati). L’auto è confortevole, sicura e dotata di aria condizionata. Inoltre dispongo dell’autorizzazione ASL avendo i requisiti per trasporto cani.

Il passaparola e le recensioni in questa attività danno soddisfazione, oltre ad avere un sito, pagina Facebook, video e foto. I cani sono tutta la mia vita e mi divido tra esposizioni canine e gare. Inoltre ancora oggi mantengo un bel legame con molte persone”.

Cosa significa addestrare un cane per te?

“La relazione con i miei cani è meravigliosa, addestrare significa insegnare la tua lingua al cane e contemporaneamente imparare la sua. Il mio ruolo è quello di un traduttore tra due linguaggi di due specie diverse.
Occorre conoscere la psicologia del cane, insegnando prima le parole più semplici e poi la frase in modo chiaro.

Il cane impara il comportamento (non verbale) osservando la persona; se prendo le chiavi o mi allaccio le scarpe capisce che si sta per uscire. E’ molto importante il linguaggio del corpo”.

Quali sono i tuoi prossimi obiettivi?

“Oltre a proseguire nell’utilità e difesa voglio migliorare le competenze nello sheepdog (per conduzione gregge), sto facendo vari allenamenti in strutture con presenza di pecore e area verde infinita, ma sono consapevole della difficoltà dell’obiettivo. La mia piccola Alicya ha già l’istinto ed è predisposta a questo lavoro”.

Come è andata la vacanza in Trentino, conciliando relax e allenamenti?

“E’ stata una bellissima settimana, alloggiavo a Vattaro ma ho visitato molte località e laghi: Arte Sella, la scultura del drago di Vaia a Lavarone, lago di Molveno, lago di Caldonazzo, lago di Levico, val dei Mocheni, lago di Santa Colomba e lago Santo. Inoltre il Bau Beach di San Cristoforo.

Ringrazio molto i miei cani, perché insieme a loro abbiamo fatto diversi allenamenti in vacanza e bagni. Addestrare le mie “ragazze” lo definisco un Coaching a 6 zampe, conta molto la relazione con il/la proprietario/a del cane. Le sue caratteristiche, personalità ed esigenze per arrivare all’obiettivo.

Spesso le persone hanno dei blocchi, perciò occorre insegnare il comportamento giusto da adottare per imparare ad addestrare il proprio cane”.

Ringraziamo Sabina Busatta per l’interessante intervista che ci ha rilasciato e per il video davvero emozionante che ha voluto condividere con noi.

https://www.youtube.com/watch?v=aVUA8DRYrvE

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento4 ore fa

Scuola, stop all’obbligo di indossare le mascherine per personale e alunni

Val di Non – Sole – Paganella4 ore fa

“Quello che possiamo imparare in Africa”: Cavareno incontra don Dante Carraro

Trento5 ore fa

Sanità trentina: 4,5 milioni di euro per abbassare le liste di attesa

Valsugana e Primiero7 ore fa

Era evaso dai domiciliari, 25 enne del Burkina Faso arrestato a Levico Terme

Val di Non – Sole – Paganella7 ore fa

La Pro Loco di Tassullo si rinnova: Luca Pilati è il nuovo presidente

Arte e Cultura7 ore fa

Il Mart a Palazzo Libera e al Parco Guerrieri Gonzaga di Villa Lagarina

Trento8 ore fa

Coronavirus in Trentino: un decesso e 324 contagi nelle ultime 24 ore

Trento8 ore fa

Ancora un incidente nei boschi dell’Altipiano di Brentonico: ferito un boscaiolo 72 enne

Fiemme, Fassa e Cembra8 ore fa

Maltempo in Alta Val di Fassa, dichiarato lo stato di calamità

Val di Non – Sole – Paganella9 ore fa

Anche il Comune di Spormaggiore è “cardioprotetto”

Val di Non – Sole – Paganella10 ore fa

L’Asuc di Tuenno sistema la strada forestale, il consigliere Santini si complimenta col direttivo

fashion10 ore fa

Ecco la donna più desiderata dagli italiani per una «scappatella»

Italia ed estero10 ore fa

Lancia pietre sulle macchine in autrostrada e minaccia di tagliarsi la gola: bloccato col taser 22 enne egiziano

Alto Garda e Ledro11 ore fa

A Ferragosto la solenne celebrazione votiva di Santa Maria Assunta

Rovereto e Vallagarina11 ore fa

Violento scontro tra un furgone e una corriera a Santa Lucia di Ala, ferito un 48 enne

Val di Non – Sole – Paganella2 giorni fa

Mamma orsa in giro con i cuccioli a Spormaggiore – IL VIDEO

Fiemme, Fassa e Cembra4 settimane fa

Trentasette anni fa la tragedia di Stava: per non dimenticare!

Trento2 giorni fa

Mega rissa tra stranieri in centro storico nella notte – IL VIDEO

Trento1 giorno fa

Tutti animalisti con gli orsi degli altri

Rovereto e Vallagarina1 giorno fa

Ritrovato dopo due giorni il corpo di Willy, il ragazzo annegato nel lago di Lavarone

Trento1 giorno fa

Morì durante una pratica sadomaso a Trento: assicurazioni condannate a risarcire la famiglia

Val di Non – Sole – Paganella2 giorni fa

Per ferragosto a Cles quattro giorni di eventi ‘fantastici’

Val di Non – Sole – Paganella1 giorno fa

Escono di strada con la moto, deceduti due motociclisti

Trento2 giorni fa

Grosso incendio presso la discarica Podetti. In azione decine di vigili del fuoco

Rovereto e Vallagarina2 giorni fa

Lavarone: anche oggi si cerca senza sosta il corpo di Willy

Rovereto e Vallagarina1 giorno fa

“Ciao Willy, avrai un intera comunità che pregherà e si ricorderà di te, buon viaggio” il saluto del Comune di Lavarone

eventi3 giorni fa

Miss Italia: ad Andalo vince la 18 enne Isabel Vincenzi

Trento3 giorni fa

1.000 euro ad una famiglia trentina: l’Hotel dovrà risarcire il 50% della vacanza

fashion10 ore fa

Ecco la donna più desiderata dagli italiani per una «scappatella»

Italia ed estero1 giorno fa

29 enne austriaca rifiuta un’eredità di 4 miliardi di euro

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza