Connect with us
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Ala: venerdì inizia Città di Velluto

Pubblicato

-

Gabriele Cavagna Città di Velluto
Pubblicità

Pubblicità

È l’edizione del venticinquennale ed è la prima dopo due anni segnati dalla pandemia: si preannuncia una Città di Velluto da ricordare negli annali.

Sì, perché il programma di quest’anno è ricchissimo e mette assieme il ritorno degli eventi di maggior successo degli anni scorsi ad appuntamenti nuovi e di assoluto livello.

Segnerà anche l’avvio di un centro storico sempre più destinato a diventare polo museale, grazie alle nuove collaborazioni con Mart e Muse.

Pubblicità
Pubblicità

La prima serata di Città di Velluto 2022 sarà dedicata ai giovani e al divertimento. Protagonista, venerdì 8 luglio alle 21 in piazza San Giovanni, sarà il comico emergente Max Angioni.

Saranno tre giorni in crescendo, passando dalle atmosfere veneziane della compagnia Pantakin ai quadri di Caravaggio viventi di Ludovica Rambelli teatro, fino al gran finale con la lectio magistralis di Vittorio Sgarbi di domenica sera, 10 luglio.

Questi due saranno gli spettacoli della prima serata di Città di Velluto 2022, un’edizione speciale per due motivi.

Pubblicità
Pubblicità

Il primo è dato dal fatto che la manifestazione torna al completo, dopo due anni segnati dal Covid, in cui si riuscì sì a non annullare l’evento a differenza di tanti altri eventi simili, ma in cui i “Velluti” vennero giocoforza ridotti.

Il secondo motivo che ne fa un’edizione speciale è il 25°: pertanto l’organizzazione (il Coordinamento teatrale trentino che organizza, il Comune di Ala che coordina, il direttore artistico Riccardo Ricci) ha deciso di proporre alcuni degli spettacoli più apprezzati di questi anni speciali.

Speciali perché “Città di Velluto”, la cui prima edizione risale al 1998, ha dato ad Ala un brand, ha tolto un “velo” rivelandone al pubblico la sua magia e ne sta facendo tuttora una località con sempre maggiore potenziale turistico. Per questo l’edizione del 2022 si intitola “Città di Velluto – Memorie“.

Si parte venerdì 8 luglio, con l’apertura delle mostre alle 18 a palazzo Pizzini. Ci si calerà così nell’atmosfera barocca che ogni anno rende magica Ala, ottenuta grazie ai Vellutai in costume settecentesco, musiche e i palazzi storici nel loro splendore.

Il programma degli eventi principali inizia alle 18.30 nel cortile di palazzo De’ Pizzini Di Lenna, dove si terrà “Racconto di Velluto”. Realizzato per Città di Velluto 2001, racconta l’epopea che tramutò Ala da paese contadino a città barocca, ricca e importante.

Alle 21 ci si sposta in piazza San Giovanni, per “Miracolato”, di Max Angioni: è la prima tappa del tour del comico, che proporrà un monologo caratterizzato dagli stilemi della stand-up comedy. Seguirà alle 22 nel cortile di palazzo Malfatti Scherer “Disco Velluto” con Radio Ala.

Alle 22.30 si ride ancora a palazzo Taddei, con “Meglio tarde che mai”. Uno spassoso gioco clownesco con pochissime parole e sonorità inedite alternate ad arie classiche presentato dalla compagnia delle Tarde.

Sabato 9 luglio si parte alle 17.30 con lo spettacolo itinerante “Life. Quando l’arte prende vita”, realizzato nella prima edizione dei Velluti nel 1998 dalla compagnia Pantakin. Girando in centro si potranno ammirare altri spettacoli itineranti: LeCyclofà, il salotto viaggiante; Microdanze – urbansetting di Aterballetto (ospite nel 2009); serenate in musica. Alle 18.30 nel cortile di palazzo De’ Pizzini Di Lenna “Racconto di Velluto”.

Alle 20.30 nel cortile di palazzo Taddei l’enfant prodige Antonio Alessandri ed i Virtuosi Italiani si esibiranno in un concerto omaggio a Mozart, di cui ricorrono quest’anno i 250 anni dalla seconda visita del genio salisburghese ad Ala. Lo spettacolo della serata di sabato sarà “Venezia millenaria. 1600 anni in 1600 secondi” della Compagnia Pantakin, ore 21.30 in piazza San Giovanni: è il racconto dell’ascesa della Serenissima in ventisei storie, il cui ordine verrà deciso dal pubblico, come avveniva per l’elezione dei Dogi.

Domenica 10 luglio mostre ed eventi apriranno dalle 10; numerosi laboratori per bambini e famiglie. Il salone di palazzo Malfatti Scherer ospiterà uno degli spettacoli più apprezzati negli anni recenti: “La conversione di un cavallo” raccoglie ventitré tableaux vivants dall’opera di Michelangelo Merisi da Caravaggio: come ammirare il quadro che prende vita.

Spettacoli alle 11.30, 18 e 19.30, a cura di Ludovica Rambelli Teatro. In centro storico si troveranno, dalle 17.30 gli spettacoli itineranti “De Gattis e De Volpis” con i celebri personaggi di Pinocchio; serenate in musica; “Life.
Quando l’arte prende vita” della compagnia Pantakin. Alle 21.30 al centro dell’attenzione ci sarà Vittorio Sgarbi, critico d’arte, presidente del Mart (e molto altro ancora) che proporrà una sua lectio magistralis sull’arte del Rinascimento all’epoca di Mozart e le influenze culturali ad Ala ed in Trentino.

Città di Velluto accoglie diverse mostre, tra cui due organizzate con i musei trentini più importanti: a palazzo Pizzini “La finta semplice. Omaggio ad Ala, città mozartiana e dei velluti” con opere del Mart, e “La lunga storia del filo di seta” in via Battisti, mostra temporanea e laboratori didattici proposti dal MUSE dedicata a tutti i processi che portano alla produzione della seta, dall’allevamento del Bombyx mori alla lavorazione del prezioso filato.

Questo per quanto riguarda gli eventi e intrattenimenti principali; durante tutta la tre giorni ci saranno mostre, cortili dedicati ai bambini, musiche, eventi teatrali, presentazione di lavori e mestieri artigianali. Molto ricca l’offerta per i bambini e le famiglie, con cinque spazi dedicati a laboratori, letture, momenti teatrali e giochi.

Nei tre giorni ci saranno numerose visite guidate: le proposte sono il percorso del velluto, il percorso della musica, quello del sacro; visite anche al salone della musica dove suonò Mozart. Ci sarà la possibilità di farsi un selfie a palazzo in stile barocco.

Tornerà anche, al completo, il percorso delle locande, gestito dalle associazioni locali. Aperitivi, antipasti, primi, secondi, dolci, vini, tutto con prodotti e piatti tipici del territorio in sei diversi punti del centro storico: questo offriranno le locande, aperte dalle 18 alle 23 e la domenica anche a pranzo dalle 11.30 alle 14.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Valsugana e Primiero10 minuti fa

Era evaso dai domiciliari, 25 enne del Burkina Faso arrestato a Levico Terme

Val di Non – Sole – Paganella11 minuti fa

La Pro Loco di Tassullo si rinnova: Luca Pilati è il nuovo presidente

Arte e Cultura17 minuti fa

Il Mart a Palazzo Libera e al Parco Guerrieri Gonzaga di Villa Lagarina

Trento2 ore fa

Coronavirus in Trentino: un decesso e 324 contagi nelle ultime 24 ore

Trento2 ore fa

Ancora un incidente nei boschi dell’Altipiano di Brentonico: ferito un boscaiolo 72 enne

Fiemme, Fassa e Cembra2 ore fa

Maltempo in Alta Val di Fassa, dichiarato lo stato di calamità

Val di Non – Sole – Paganella2 ore fa

Anche il Comune di Spormaggiore è “cardioprotetto”

Val di Non – Sole – Paganella4 ore fa

L’Asuc di Tuenno sistema la strada forestale, il consigliere Santini si complimenta col direttivo

fashion4 ore fa

Ecco la donna più desiderata dagli italiani per una «scappatella»

Italia ed estero4 ore fa

Lancia pietre sulle macchine in autrostrada e minaccia di tagliarsi la gola: bloccato col taser 22 enne egiziano

Alto Garda e Ledro4 ore fa

A Ferragosto la solenne celebrazione votiva di Santa Maria Assunta

Rovereto e Vallagarina4 ore fa

Violento scontro tra un furgone e una corriera a Santa Lucia di Ala, ferito un 48 enne

Alto Garda e Ledro5 ore fa

Arco, sospetti bocconi avvelenati in via San Sisto

Val di Non – Sole – Paganella5 ore fa

Orso, diversi avvistamenti a Spormaggiore: le raccomandazioni del sindaco Pomarolli

Val di Non – Sole – Paganella5 ore fa

Brucia una legnaia nella notte in Paganella: i danni sono ingenti

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza