Connect with us
Pubblicità

Trento

Strage Marmolada, Facchini (Sat): «Vanno cambiati i modelli di sviluppo»

Secondo la presidente della Sat non si può più rimandare e bisogna agire subito

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

«Si continua a spostare la data degli impegni che ci dobbiamo assumere contro il cambiamento climatico. Agenda 2020, Agenda 2030 e adesso siamo già verso l’orizzonte dell’Agenda 2050. La montagna non si può chiudere. Vanno cambiati i modelli di sviluppo» – Così Anna Facchini, presidente SAT, l’indomani della tragedia della Marmolada.

La Sat in una nota esperime vicinanza al dolore e alle famiglie per quanto è accaduto in Marmolada. «Guardiamo con trepidazione le ricerche del Soccorso Alpino e della Protezione Civile. Questo è un nuovo tragico grido di dolore che la nostra Terra sta lanciando e che lascia ammutoliti e impotenti. Un grido di dolore che è anche una testimonianza e un segnale sul futuro. A mandarlo la montagna, uno spazio di vita che non si non si può chiudere o limitare, una montagna che nella fragilità di un crollo dimostra tutta la sua potenza e la sua forza devastatrice».

Anna Facchini ricorda che la SAT ancora nel 2007 aveva fatto un congresso dedicato a “Montagne e cambiamenti climatici” e ancora era troppo forte la voce dei negazionisti.

Pubblicità
Pubblicità

«A cosa abbiamo assistito dopo a livello mondiale?» – si chiede ancora la presidente della Sat. «Qui è questione di pianificazione territoriale, di modifica dei modelli di sviluppo, di gestione nell’uso del suolo, di approvvigionamento energetico, di nuovi modelli di logistica e di infrastrutture. Solo con decisioni forti forse attenueremo quello che è in atto come cambiamento climatico. Ci vuole un atto di coraggio per dire “Stop “quando serve, e invece siamo la generazione del “sì, ma”». 

Secondo Anna Facchini servono insomma decisioni forti.  «Le Alpi sono una piccola parte del sistema ambientale della Terra. E le politiche mondiali continuano a spostare la data degli impegni che ci dobbiamo assumere. Agenda 2020, Agenda 2030 e adesso siamo già verso l’orizzonte dell’Agenda 2050. Si sposta il problema. Il monito va a tutti i decisori politici di ogni ordine e grado, perché una vera politica di incentivazione alla salvaguardia del pianeta è lontana da venire. Dobbiamo avere il coraggio di dire “No”  quando va detto. 

Il nostro futuro lo hanno in mano i nostri bambini, che alle elementari parlano, imparano e studiano di inquinamento, ambiente, rispetto e tutela. La classe politica deve essere attenta a queste nuove esigenze. La montagna non è mai stata ferma, ce lo spiegano bene i geologi, gli scienziati e oggi anche i glaciologi. Mi meraviglio della meraviglia che ha suscitato questo episodio climatico in Marmolada». 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Valsugana e Primiero35 minuti fa

Era evaso dai domiciliari, 25 enne del Burkina Faso arrestato a Levico Terme

Val di Non – Sole – Paganella36 minuti fa

La Pro Loco di Tassullo si rinnova: Luca Pilati è il nuovo presidente

Arte e Cultura42 minuti fa

Il Mart a Palazzo Libera e al Parco Guerrieri Gonzaga di Villa Lagarina

Trento2 ore fa

Coronavirus in Trentino: un decesso e 324 contagi nelle ultime 24 ore

Trento2 ore fa

Ancora un incidente nei boschi dell’Altipiano di Brentonico: ferito un boscaiolo 72 enne

Fiemme, Fassa e Cembra2 ore fa

Maltempo in Alta Val di Fassa, dichiarato lo stato di calamità

Val di Non – Sole – Paganella3 ore fa

Anche il Comune di Spormaggiore è “cardioprotetto”

Val di Non – Sole – Paganella4 ore fa

L’Asuc di Tuenno sistema la strada forestale, il consigliere Santini si complimenta col direttivo

fashion4 ore fa

Ecco la donna più desiderata dagli italiani per una «scappatella»

Italia ed estero4 ore fa

Lancia pietre sulle macchine in autrostrada e minaccia di tagliarsi la gola: bloccato col taser 22 enne egiziano

Alto Garda e Ledro5 ore fa

A Ferragosto la solenne celebrazione votiva di Santa Maria Assunta

Rovereto e Vallagarina5 ore fa

Violento scontro tra un furgone e una corriera a Santa Lucia di Ala, ferito un 48 enne

Alto Garda e Ledro5 ore fa

Arco, sospetti bocconi avvelenati in via San Sisto

Val di Non – Sole – Paganella5 ore fa

Orso, diversi avvistamenti a Spormaggiore: le raccomandazioni del sindaco Pomarolli

Val di Non – Sole – Paganella5 ore fa

Brucia una legnaia nella notte in Paganella: i danni sono ingenti

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza