Connect with us
Pubblicità

Alto Garda e Ledro

Riva del Garda: disagi sulla nuova viabilità di Varone

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

La nuova viabilità introdotta sull’asse costituito da via Venezia e via delle Cartiere a Varone ha causato, come prevedibile, alcuni disagi. Qui alcune riflessioni dell’amministrazione comunale, e qualche anticipazione.

Prima di entrare nel merito delle scelte effettuate, l’amministrazione tiene a ricordare che ogni riflessione sul tema va riferita alla situazione precedente: una strada in molti tratti stretta (al punto che due veicoli di grandi dimensioni passano contemporaneamente a fatica) con alcune curve che limitano la visibilità e, nel tratto a monte, numerosi incroci e accessi privati. Una strada che attraversa un paese ed è percorsa (come recentemente confermato da una rilevazione effettuata dalla Provincia) da un volume di traffico molto rilevante e a velocità ben superiori ai limiti esistenti e a criteri ragionevoli di sicurezza.

Un asse viario, quindi, che è utilizzato in modo improprio, perché percorso da una quota rilevante dei veicoli diretti e provenienti da Tenno, che dovrebbero invece servirsi della vicina strada statale 421 dei laghi; sul quale, soprattutto nella bella stagione, si crea una situazione di concreto pericolo, per il notevole volume di traffico, per la sua velocità e per la commistione di veicoli anche di grandi dimensioni con biciclette e pedoni. Questo per dire che intervenire era assolutamente necessario, e che semmai viene da chiedersi perché in passato non si sia mai deciso di intervenire.

Pubblicità
Pubblicità

D’altra parte, limitare il passaggio di traffico di attraversamento e ridurre la sua velocità comporta inevitabilmente limitazioni e disagi per gli utenti della strada, sia quelli che impropriamente la utilizzano come “scorciatoia”, sia i residenti. Limitazioni e disagi che però corrispondono al prezzo da pagare per ottenere la mitigazione di una situazione insostenibile di pericolo e disordine viario, che gli stessi residenti denunciano, inascoltati, da anni.

Sulle scelte realizzate -in sostanza, tre tratti a senso unico e quattro piattaforme rialzate di rallentamento– è bene chiarire che sono state definite dopo un lungo percorso di progettazione effettuato da una equipe di tecnici a confronto con l’amministrazione comunale, la quale ha anche raccolto osservazioni e suggerimenti della cittadinanza.

Quella appena iniziata è una fase di sperimentazione che durerà qualche mese e che servirà per verificare sia l’efficacia concreta delle novità viarie rispetto agli obiettivi posti, sia l’esistenza di effetti collaterali indesiderati.

Pubblicità
Pubblicità

Tra questi ultimi, ne sono già stati individuati due: l’utilizzo alternativo di via Mazzano e di via Masone in direzione di Tenno, per “aggirare” il senso unico, e la mancanza di una via preferenziale per le biciclette per raggiungere Varone dalla Pasina.

La soluzione: nel corso della prossima settimana due ordinanze interdiranno quelle due vie al traffico di attraversamento. In sostanza, ci sarà un divieto di transito con eccezione per gli autorizzati, ovvero residenti, ospiti delle strutture ricettive e fornitori.

L’ordinanza di via Mazzano, si tiene a sottolineare, è già stata condivisa con l’amministrazione di Tenno.

Inoltre, in via Masone troverà posto la via ciclabile con cui raggiungere in bicicletta Varone dalla Pasina.

Infine, la Provincia ha già installato le apparecchiature di rilevazione dei flussi di traffico, con i quali già adesso l’amministrazione sta monitorando la situazione e i cui dati consentiranno di fare delle valutazioni precise, sulla scorta di elementi certi.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Rovereto e Vallagarina5 giorni fa

Tragico incidente nella notte a Isera, perde la vita un 21 enne di Avio

Val di Non – Sole – Paganella7 giorni fa

Mamma orsa in giro con i cuccioli a Spormaggiore – IL VIDEO

Trento4 giorni fa

Rischia di travolgere i bambini, bloccato dai genitori: «Sono soggetto alla 104, non possono farmi nulla»

Rovereto e Vallagarina4 giorni fa

Noriglio in mano alle baby gang e al degrado. La denuncia di Andrea Bertotti

Trento6 giorni fa

Tutti animalisti con gli orsi degli altri

Fiemme, Fassa e Cembra4 settimane fa

Trentasette anni fa la tragedia di Stava: per non dimenticare!

Trento7 giorni fa

Mega rissa tra stranieri in centro storico nella notte – IL VIDEO

eventi7 giorni fa

Miss Italia: è Eleonora Lepore di San Candido «Miss Schenna»

Val di Non – Sole – Paganella1 settimana fa

Per ferragosto a Cles quattro giorni di eventi ‘fantastici’

Trento3 giorni fa

Vittoria De Felice contro il PD Trentino: «Partito borghese che non vede i veri problemi della gente»

Trento10 ore fa

Trovate dai cani antidroga centinaia di dosi nascoste nelle piazze di Trento: 30 denunce nello scorso week end

Trento6 giorni fa

Morì durante una pratica sadomaso a Trento: assicurazioni condannate a risarcire la famiglia

Fiemme, Fassa e Cembra3 giorni fa

Miss Italia torna a Moena: la reginetta è Giulia Barberini. Eletta anche la Soreghina 2023

Rovereto e Vallagarina6 giorni fa

Ritrovato dopo due giorni il corpo di Willy, il ragazzo annegato nel lago di Lavarone

fashion5 giorni fa

Ecco la donna più desiderata dagli italiani per una «scappatella»

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza