Connect with us
Pubblicità

Trento

Sanità Trentina: 8 mesi per una risonanza magnetica!

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

L’assessora Stefania Segnana in settimana ha fornito i dati sui maggiori tempi di attesa riscontrati tra il gennaio e il giugno per effettuare le prestazioni prenotate ed erogate con codici priorità Rao A, B e C da gennaio al 26 giugno 2022: 5 giorni rispetto al tempo di attesa mediano di un giorno per le Rao A (7.857 prenotazioni); 24 giorni rispetto al tempo di attesa mediano di 5 giorni per le Rao B (38.216 prenotazioni); 56 giorni rispetto al tempo di attesa mediano di 18 giorni per le Rao C (39.894 prenotazioni).

Ovviamente i tempi di attesa, triplicati da quelli previsti, risentono forse in parte anche dalla pandemia che per due anni ha rallentato visite ed interventi. Ma ora, da tempo ormai, i reparti covid e di rianimazione sono praticamente vuoti.

Nel caso di un nostro lettore, sentito al telefono, i tempi di attesa però non sono triplicati ma bensì decuplicati. Il 70 enne, residente a Trento nord, circa un mese fa, dopo il prelievo del sangue, nota il psa dei marcatori tumorali della prostata leggermente alti. Si reca subito dal professor Coccarelli, specialista in urologia, per una visita.

Pubblicità
Pubblicità

Dopo il controllo gli viene consigliata una risonanza magnetica multipara metrica con eventualmente una successiva rivalutazione. Il 70 enne tranquillo telefona al cup per prendere un appuntamento. L’operatrice lo avverte che verrà chiamato dall’azienda sanitaria nei prossimi giorni.

Passa circa una settimana e dopo la telefonata viene fissato un appuntamento per il 9 di febbraio 2023! Significa che dal momento della telefonata al cup all’appuntamento passeranno quasi 8 mesi. Incredibile. Ma cosa sta succedendo alla sanità Trentina?

È pur vero che l’assessora ha dichiarato che è in atto il piano di recupero delle liste di attesa approvate nelle diverse edizioni dal Ministero della salute (il più recente è del 23 giugno scorso) e che l’Apss sta intervenendo con più strumenti gestionali grazie anche a specifici finanziamenti (prestazioni orarie aggiuntive, assunzione di specialisti, strutture accreditate convenzionate), ma 8 mesi sembrano davvero troppi. 

Pubblicità
Pubblicità

Se il Trentino sotto questo aspetto è peggiorato non se la passa meglio il resto d’Italia. In certi casi vengono raggiunti anche i due anni di attesa per una mammografia, circa un anno per una ecografia, una tac, o un intervento ortopedico.

E a rinunciare alle cure nel corso del 2021 è stato più di un cittadino su dieci. Molti anche quelli che si rivolgono al privato decidendo, nonostante la copertura sanitaria, di mettere mano al portafoglio. Una semplice ecografia e la conseguente visita privata costano in totale 220 euro.

E ci sono delle complicazioni la mazzata diventa ancora più pesante. Molte persone per questo rinunciano alle cure, devono scegliere se mangiare o curarsi. 

Poi ci sono gli screening oncologici in ritardo in oltre la metà dei territori regionali e coperture in calo per i vaccini ordinari. Liste di attesa per le cure ordinarie, ritardi nella erogazione degli screening e dei vaccini, carenze nella assistenza territoriale sono i primi tre ambiti nei quali si sono concentrate, nel corso del 2021, le 13.748 segnalazioni dei cittadini.

Nello specifico questo il dettaglio degli ambiti maggiormente segnalati: l`accesso alle prestazioni (23,8%), la prevenzione (19,7%), l`assistenza territoriale (17,4%), l`assistenza ospedaliera e mobilità sanitaria (11,4%), al quinto posto la voce altro (9,8%) che comprende la somma di differenti segnalazioni (accesso alle informazioni e alla documentazione, prestazioni assistenziali, agevolazioni/lavoro, malattie rare). I dati sono stati diffusi dal ministero della sanità

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Rovereto e Vallagarina3 giorni fa

Tragico incidente nella notte a Isera, perde la vita un 21 enne di Avio

Val di Non – Sole – Paganella5 giorni fa

Mamma orsa in giro con i cuccioli a Spormaggiore – IL VIDEO

Trento2 giorni fa

Rischia di travolgere i bambini, bloccato dai genitori: «Sono soggetto alla 104, non possono farmi nulla»

Trento5 giorni fa

Tutti animalisti con gli orsi degli altri

Rovereto e Vallagarina3 giorni fa

Noriglio in mano alle baby gang e al degrado. La denuncia di Andrea Bertotti

Fiemme, Fassa e Cembra4 settimane fa

Trentasette anni fa la tragedia di Stava: per non dimenticare!

Trento6 giorni fa

Mega rissa tra stranieri in centro storico nella notte – IL VIDEO

eventi5 giorni fa

Miss Italia: è Eleonora Lepore di San Candido «Miss Schenna»

Val di Non – Sole – Paganella6 giorni fa

Per ferragosto a Cles quattro giorni di eventi ‘fantastici’

Trento2 giorni fa

Vittoria De Felice contro il PD Trentino: «Partito borghese che non vede i veri problemi della gente»

Trento5 giorni fa

Morì durante una pratica sadomaso a Trento: assicurazioni condannate a risarcire la famiglia

Rovereto e Vallagarina5 giorni fa

Ritrovato dopo due giorni il corpo di Willy, il ragazzo annegato nel lago di Lavarone

fashion4 giorni fa

Ecco la donna più desiderata dagli italiani per una «scappatella»

Val di Non – Sole – Paganella5 giorni fa

Escono di strada con la moto, deceduti due motociclisti

Fiemme, Fassa e Cembra2 giorni fa

Miss Italia torna a Moena: la reginetta è Giulia Barberini. Eletta anche la Soreghina 2023

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza