Connect with us
Pubblicità

Trento

L’addio del questore Francini: «Occorre fare di più contro la mafia e lo spaccio»

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Era partito con la visita al sindaco di Riva del Garda Cristina Santi il commiato del Questore Alberto Francini, per passare poi dal vice presidente del consiglio regionale Alberto Paccher, il sindaco di Trento ed infine il governatore Maurizio Fugatti.

Francini era stato nominato questore a Trento meno di un anno fa, nel settembre del 2021. (qui la sua intervista rilasciata al nostro quotidiano) Napoletano, sposato con tre figli, è in polizia dal 1983. Oltre che a Trento, ha ricoperto il prestigioso incarico di questore anche a Lecco, a Pisa a Catania e a Campobasso.

Nel lasciare Trento, Francini ha voluto ringraziare tutti i suoi collaboratori, nessuno escluso, dal Vicario Luigi Di Ruscio all’ultimo agente, «per l’altissimo livello professionale che hanno saputo esprimere negli svariati settori di competenza di una questura: ordine pubblico, settori informativi e investigativi, misure di prevenzione, licenze di polizia, immigrazione, tecnico logistico, amministrazione del personale, commissariati di Rovereto e Riva del Garda, tutte le nostre specialità della Polizia di Stato, Scuola di Moena, il nostro personale sanitario, il personale dell’ amministrazione civile, il cappellano, la sezione di Trento dell’ Associazione Nazionale della Polizia di Stato».

Pubblicità
Pubblicità

Non sono mancati i ringraziamenti a tutte le sigle sindacali, al Commissario di Governo, prefetto Gianfranco Bernabei, all’Arcivescovo di Trento Mons. Lauro Tisi, ai colleghi dei Carabinieri e della Guardia di finanza, Matteo Ederle e Mario Palumbo, «con cui ho operato più in simbiosi che in armonia» ed al Procuratore della Repubblica Sandro Raimondi».

Francini ha chiesto al Presidente della Provincia e il Sindaco di Trento di rivolgere a tutti i cittadini di Trento e della provincia un grande saluto affettuoso. «La mia permanenza a Trento è stata breve – ha detto Francini – ma intensa e ogni giorno ho cercato di tenere fede a quanto dissi all’atto del mio insediamento: non perderò un attimo della mia permanenza in questa sede per lavorare sui temi della sicurezza e dell’ordine pubblico di questa Provincia. Ho cercato di dare il mio contributo alla gestione delle tante problematiche di cui viene investita una Questura, tenendo ben presente che Trento deve restare, fra le città italiane, quella con i più alti standard della qualità della vita. E la sicurezza è parte essenziale di questa primazia, quasi una precondizione. So bene che occorre fare ancora di più e ancora meglio specie su alcuni aspetti deteriori della movida e della lotta allo spaccio di sostanze stupefacenti».

E ancora: «Ma bisogna anche innalzare il livello di attenzione nei confronti delle infiltrazioni mafiose nell’ economia industriale e commerciale, specie nelle valli, dove vivono ed operano persone oneste, perbene e laboriose e per questo più esposte al fenomeno. Ma sono certo che il mio successore saprà fare di più e meglio di me».

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Rovereto e Vallagarina3 giorni fa

Tragico incidente nella notte a Isera, perde la vita un 21 enne di Avio

Val di Non – Sole – Paganella5 giorni fa

Mamma orsa in giro con i cuccioli a Spormaggiore – IL VIDEO

Trento2 giorni fa

Rischia di travolgere i bambini, bloccato dai genitori: «Sono soggetto alla 104, non possono farmi nulla»

Trento5 giorni fa

Tutti animalisti con gli orsi degli altri

Rovereto e Vallagarina3 giorni fa

Noriglio in mano alle baby gang e al degrado. La denuncia di Andrea Bertotti

Fiemme, Fassa e Cembra4 settimane fa

Trentasette anni fa la tragedia di Stava: per non dimenticare!

Trento6 giorni fa

Mega rissa tra stranieri in centro storico nella notte – IL VIDEO

eventi5 giorni fa

Miss Italia: è Eleonora Lepore di San Candido «Miss Schenna»

Val di Non – Sole – Paganella6 giorni fa

Per ferragosto a Cles quattro giorni di eventi ‘fantastici’

Trento2 giorni fa

Vittoria De Felice contro il PD Trentino: «Partito borghese che non vede i veri problemi della gente»

Trento5 giorni fa

Morì durante una pratica sadomaso a Trento: assicurazioni condannate a risarcire la famiglia

Rovereto e Vallagarina5 giorni fa

Ritrovato dopo due giorni il corpo di Willy, il ragazzo annegato nel lago di Lavarone

fashion4 giorni fa

Ecco la donna più desiderata dagli italiani per una «scappatella»

Val di Non – Sole – Paganella5 giorni fa

Escono di strada con la moto, deceduti due motociclisti

Fiemme, Fassa e Cembra2 giorni fa

Miss Italia torna a Moena: la reginetta è Giulia Barberini. Eletta anche la Soreghina 2023

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza