Connect with us
Pubblicità

L'Editoriale

Le bugie di Letta che esulta per una sconfitta

Pubblicato

-

«Esultano senza vincere», titola così oggi il giornale di Augusto Minzolini che critica Enrico Letta che non ha nulla di cui vantarsi per i risultati delle amministrative comunali.

Io sono d’accordo col titolo, e anzi, capisco quelli della sinistra che ormai non vincono più da molti anni e che quindi per esaltarli basta poco. Debolezza del partito democratico dirà qualcuno, no dico io: solo disperazione. A finire dietro la lavagna oggi è quindi Enrico Letta.

I dati che smontano l’entusiasmo di Enrico  Letta sono pubblicati da Youtrend (sotto) che alla fine fa emergere una verità ben diversa da quella che vogliono farci digerire quelli della sinistra. Altro che campo largo quindi.

Da lunedì hanno dato fiato alle trombe tutti i giornali della sinistra, compresi naturalmente quelli del Trentino. E ci mancherebbe….

Questi giornali però si sono dimenticati che domenica si è votato per i ballottaggi e che la vera partita si era giocata 2 settimane fa. E i risultati totali non decretano certo la vittoria di Enrico  Letta come le truppe cammellate della sinistra vogliono farci credere.  

Il bilancio del primo turno e dei ballottaggi nei 142 comuni superiori andati al voto vede la vittoria del centrodestra. Esatto: avete capito bene. I ballottaggi per il trio «Meloni Salvini Berlusconi» saranno andati anche male ma nel totale il centro destra vince.

I numeri sono li, e non possono essere cambiati come le parole: il centrodestra ha vinto al primo turno 37 comuni contro i 31 del “campo largo”. Al secondo turno il centrosinistra ne ha conquistati 22 contro i 21 del centrodestra, per un totale nei due turni che appare poco incline a interpretazioni: 58 comuni al centrodestra e solo 53 comuni al centrosinistra. E se questa Letta la chiama vittoria si accontenta di poco.

Ma c’è un altro dato che demolisce la sinistra. Il centro destra ha conquistato 4 comuni in più di quelli uscenti e la sinistra invece ne ha persi 3. Proprio una bella vittoria per Enrico  Letta, detto ironicamente. E se vogliamo approfondire ancora è giusto dire che la lega ha persino aumentato i sindaci.

Matteo Salvini in una intervista a Porta a Porta del 16 giugno ha detto che non è facile governare con chi vuole lo ius soli e l’accoglienza incontrollata di tutti i migranti del mondo. Oggettivamente come dargli torto. Era giusto entrare in un governo di larghe intese? Allora sì! È giusto continuare a rimanerci? No, visto che la lega perde un punto in percentuale ogni mese nei sondaggi.

Alla fine di questa tornata elettorale  gli unici sconfitti sono i 5stelle che hanno fatto la fine dei panda e i cittadini che non sono andati a votare, (quasi il 60% nei ballottaggi) che hanno perso un’altra occasione, ma che sono sicuro si rifaranno sui social insultando tutti i politici e gridando ancora una volta che non va bene nulla. Contenti loro….

Per il centro destra deve comunque essere un campanello di allarme. La perdita di Verona, città storicamente in mano alla Lega, deve far riflettere. Verona dista pochi chilometri da Trento, e la paura è che quanto successo possa riflettersi anche sulle prossime elezioni regionali di ottobre 2023.

Il governatore Maurizio Fugatti è troppo intelligente e preparato politicamente per non capire il rischio che sta correndo.

Il prossimo mandato di Fugatti passerà attraverso una grande alleanza con i partiti nazionali e il sostegno di alcune liste civiche con all’interno persone competenti e conosciute. E non parlo naturalmente del Patt che per il centro destra rappresenta solo un problema, per fortuna solo di pochi punti in percentuale.

Roberto Conci – direttore editoriale

 

 

 

  • Pubblicità
    Pubblicità
Rovereto e Vallagarina5 giorni fa

Tragico incidente nella notte a Isera, perde la vita un 21 enne di Avio

Val di Non – Sole – Paganella7 giorni fa

Mamma orsa in giro con i cuccioli a Spormaggiore – IL VIDEO

Trento4 giorni fa

Rischia di travolgere i bambini, bloccato dai genitori: «Sono soggetto alla 104, non possono farmi nulla»

Rovereto e Vallagarina4 giorni fa

Noriglio in mano alle baby gang e al degrado. La denuncia di Andrea Bertotti

Trento6 giorni fa

Tutti animalisti con gli orsi degli altri

Fiemme, Fassa e Cembra4 settimane fa

Trentasette anni fa la tragedia di Stava: per non dimenticare!

Trento7 giorni fa

Mega rissa tra stranieri in centro storico nella notte – IL VIDEO

eventi7 giorni fa

Miss Italia: è Eleonora Lepore di San Candido «Miss Schenna»

Val di Non – Sole – Paganella1 settimana fa

Per ferragosto a Cles quattro giorni di eventi ‘fantastici’

Trento3 giorni fa

Vittoria De Felice contro il PD Trentino: «Partito borghese che non vede i veri problemi della gente»

Trento12 ore fa

Trovate dai cani antidroga centinaia di dosi nascoste nelle piazze di Trento: 30 denunce nello scorso week end

Trento6 giorni fa

Morì durante una pratica sadomaso a Trento: assicurazioni condannate a risarcire la famiglia

Fiemme, Fassa e Cembra4 giorni fa

Miss Italia torna a Moena: la reginetta è Giulia Barberini. Eletta anche la Soreghina 2023

Rovereto e Vallagarina6 giorni fa

Ritrovato dopo due giorni il corpo di Willy, il ragazzo annegato nel lago di Lavarone

fashion5 giorni fa

Ecco la donna più desiderata dagli italiani per una «scappatella»

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza