Connect with us
Pubblicità

Ambiente Abitare

Monitoraggio genetico dell’orso in Trentino, premiata tesista FEM

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Un importante riconoscimento è stato attribuito, nei giorni scorsi, a Sanremo, dall’Unione Nazionale Cacciatori delle zone alpine alla dott.ssa Lara Marinangeli per la sua tesi di laurea focalizzata sui cambiamenti nella variabilità genetica della popolazione di orso bruno (Ursus arctos) in Trentino nei due decenni successivi alla sua reintroduzione.

Un riconoscimento che premia l’attività di ricerca del Centro Ricerca e Innovazione svolta in collaborazione con il Servizio Foreste e Fauna della Provincia autonoma di Trento e ISPRA.

L’Unione Nazionale Cacciatori delle zone alpine tutti gli anni, dal 2007, indice un bando di concorso annuale per premiare la miglior tesi di laurea nei campi della biologia, etologia e gestione della fauna selvatica alpina e nell’ambito dei temi riguardanti la storia e l’evoluzione dell’attività̀ venatoria, con riferimento specifico all’arco alpino italiano.

Pubblicità
Pubblicità

Durante la premiazione ufficiale la dott.ssa Marinangeli (nella foto) ha presentato il lavoro, riscuotendo un diffuso interesse per gli argomenti descritti ed in generale sull’importanza della biodiversità e della ricerca finalizzata alla sua preservazione.

La tesi della dott.ssa Marinangeli “Investigating changes in neutral genetic variability of the brown bear (Ursus arctos) population of Trentino, Italy in the two decades following its reintroduction”, presentata per la Laurea Magistrale in Ecologia ed Etologia per la Conservazione della Natura dell’Università di Parma, si è focalizzata sul monitoraggio genetico dell’orso in Trentino.

Tutta l’attività di ricerca descritta si riferisce al lavoro condotto dalla giovane studiosa presso l’Unità di Ricerca Genomica della Conservazione della Fondazione Mach sotto la supervisione di Heidi C. Hauffe e Chiara Rossi di FEM, e del prof. Francesco Nonnis dell’Università di Parma.

Pubblicità
Pubblicità

Il lavoro della dott.ssa Marinangeli prosegue intanto alla FEM, dove grazie ad una borsa di studio dell’Università di Parma la giovane ricercatrice ha intrapreso un percorso di dottorato centrato sul tema della genomica ed etologia della lepre bianca, altra specie di grande rilevanza conservazionistica per le Alpi.

L’UNCZA nasce nel 1964, come settoriale della Federazione Italiana della Caccia, con lo scopo di valorizzare la caccia alpina nel rispetto delle leggi della natura, favorendo l’applicazione di pratiche venatorie in armonia con la biologia e l’etologia della fauna selvatica. Sostiene la ricerca scientifica e la conoscenza quale metodo per una corretta gestione del patrimonio faunistico delle Alpi; promuove la tutela del territorio e degli habitat della tipica fauna alpina, sensibilizzando alla salvaguardia degli ecosistemi che compongono il delicato tessuto paesaggistico delle Alpi.

  • Pubblicità
    Pubblicità
Rovereto e Vallagarina3 giorni fa

Tragico incidente nella notte a Isera, perde la vita un 21 enne di Avio

Val di Non – Sole – Paganella5 giorni fa

Mamma orsa in giro con i cuccioli a Spormaggiore – IL VIDEO

Trento2 giorni fa

Rischia di travolgere i bambini, bloccato dai genitori: «Sono soggetto alla 104, non possono farmi nulla»

Trento5 giorni fa

Tutti animalisti con gli orsi degli altri

Rovereto e Vallagarina3 giorni fa

Noriglio in mano alle baby gang e al degrado. La denuncia di Andrea Bertotti

Fiemme, Fassa e Cembra4 settimane fa

Trentasette anni fa la tragedia di Stava: per non dimenticare!

Trento6 giorni fa

Mega rissa tra stranieri in centro storico nella notte – IL VIDEO

eventi5 giorni fa

Miss Italia: è Eleonora Lepore di San Candido «Miss Schenna»

Val di Non – Sole – Paganella6 giorni fa

Per ferragosto a Cles quattro giorni di eventi ‘fantastici’

Trento2 giorni fa

Vittoria De Felice contro il PD Trentino: «Partito borghese che non vede i veri problemi della gente»

Trento5 giorni fa

Morì durante una pratica sadomaso a Trento: assicurazioni condannate a risarcire la famiglia

Rovereto e Vallagarina5 giorni fa

Ritrovato dopo due giorni il corpo di Willy, il ragazzo annegato nel lago di Lavarone

fashion4 giorni fa

Ecco la donna più desiderata dagli italiani per una «scappatella»

Val di Non – Sole – Paganella5 giorni fa

Escono di strada con la moto, deceduti due motociclisti

Fiemme, Fassa e Cembra2 giorni fa

Miss Italia torna a Moena: la reginetta è Giulia Barberini. Eletta anche la Soreghina 2023

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza