Connect with us
Pubblicità

Trento

I presidenti dei Consigli comunali chiedono di contare di più e di poter portare la fascia

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Venerdì pomeriggio nell’emiciclo del Consiglio provinciale un folto gruppo di presidenti dei Consigli comunali trentini, guidati dal coordinatore, il presidente dell’assemblea del capoluogo, Paolo Piccoli, si sono incontrati per un confronto con il presidente Walter Kaswalder che ha aperto l’incontro sottolineando l’importanza e la delicatezza del ruolo di chi guida le assemblee rappresentative.

Molti problemi, ha continuato, derivano dal fatto che il nostro sistema parlamentare, come quello francese, risente di un carattere accentratore ben diverso da quello della tradizione austro – ungarica. Gli istituti parlamentari oscillano, ha ricordato, tra la rappresentanza politica e la necessità di decidere in modo trasparente.

Kaswalder ha affrontato anche il tema dell’ostruzionismo. “Ostruzionismoha continuatoche sa reinventarsi scoprendo sempre nuovi strumenti: in questa legislatura, ad esempio, è invalso l’uso di presentare ordini del giorno seriali sui progetti di legge, anche sulla scorta di una disposizione regolamentare voluta anni fa dalle forze politiche che oggi compongono la maggioranza”.

Pubblicità
Pubblicità

Ostruzionismo che in Italia, ha aggiunto, non è più uno strumento estremo per bloccare questioni di ordine costituzionale ma è divenuto di fatto un esercizio consociativo del potere. Fenomeno che diventa lampante nelle discussioni del bilancio dove ormai la trattativa è prassi consolidata.

Insomma, ha ricordato Kaswalder, il ruolo del presidente delle assemblee a qualsiasi livello è difficile perché si muove tra la rappresentanza istituzionale e l’inevitabile ruolo politico che è particolarmente evidente nella programmazione dei lavori consiliari. Comunque, ha chiuso il presidente, nell’esperienza del Consiglio provinciale, anche dopo duri confronti, il buon senso e la volontà di risolvere i problemi hanno sempre avuto la meglio.

Piccoli: i presidenti devono poter partecipare alle assemblee delle comunità di valle – Paolo Piccoli, ringraziando per l’incontro, ha ricordato che i presidenti (in tutto il Trentino sono 39), quando entrano nei consigli, devono sapersi spogliare del loro essere di parte. Piccoli ha ricordato di aver preso l’impegno, finora mantenuto, che da presidente del Consiglio di Trento non avrebbe votato nei casi di conflitto ma solo in quelli di larga condivisione.

Pubblicità
Pubblicità

Anche lui ha toccato il tema dell’ostruzionismo che, ha detto, dovrebbe limitarsi ai grandi temi, mentre non è accettabile e poco democratico presentare, ad esempio, 5 mila emendamenti per bloccare un provvedimento per arrivare al mercanteggiamento. Piccoli ha sottolineato l’importanza del lavoro di formazione che il Coordinamento sta attuando, anche per rivalutare il ruolo di presidente del Consiglio comunale che è fondamentale anche per far funzionare bene le amministrazioni. Piccoli ha infine rivolto una richiesta all’assessore Gottardi, che venga dato spazio nelle assemblee delle Comunità ai presidenti dei consigli, magari anche diritto di voto.

«Mi impegno a portare avanti il tema dell’indennità per i presidenti» ha concluso Walter Kaswalder – spiegando che gli spazi si devono conquistare perché nessuno li regala.

La fascia, ha aggiunto, non è un grosso problema da risolvere ma che va affrontata la questione dell’indennità, tema che si è impegnato a portare avanti in Consiglio regionale. Sul ddl di riforma delle Comunità ha auspicato una rapida approvazione della legge anche perché sono commissariato ormai da anni. Infine, Piccoli in chiusura ha detto che formalizzerà all’assessore Gottardi la richiesta di una partecipazione dei presidenti nelle assemblee delle Comunità di valle.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
Arte e Cultura13 secondi fa

Il Mart a Palazzo Libera e al Parco Guerrieri Gonzaga di Villa Lagarina

Trento1 ora fa

Coronavirus in Trentino: un decesso e 324 contagi nelle ultime 24 ore

Trento2 ore fa

Ancora un incidente nei boschi dell’Altipiano di Brentonico: ferito un boscaiolo 72 enne

Fiemme, Fassa e Cembra2 ore fa

Maltempo in Alta Val di Fassa, dichiarato lo stato di calamità

Val di Non – Sole – Paganella2 ore fa

Anche il Comune di Spormaggiore è “cardioprotetto”

Val di Non – Sole – Paganella3 ore fa

L’Asuc di Tuenno sistema la strada forestale, il consigliere Santini si complimenta col direttivo

fashion3 ore fa

Ecco la donna più desiderata dagli italiani per una «scappatella»

Italia ed estero4 ore fa

Lancia pietre sulle macchine in autrostrada e minaccia di tagliarsi la gola: bloccato col taser 22 enne egiziano

Alto Garda e Ledro4 ore fa

A Ferragosto la solenne celebrazione votiva di Santa Maria Assunta

Rovereto e Vallagarina4 ore fa

Violento scontro tra un furgone e una corriera a Santa Lucia di Ala, ferito un 48 enne

Alto Garda e Ledro4 ore fa

Arco, sospetti bocconi avvelenati in via San Sisto

Val di Non – Sole – Paganella4 ore fa

Orso, diversi avvistamenti a Spormaggiore: le raccomandazioni del sindaco Pomarolli

Val di Non – Sole – Paganella5 ore fa

Brucia una legnaia nella notte in Paganella: i danni sono ingenti

Rovereto e Vallagarina7 ore fa

Chiuso l’Hotel Des Alpes di Serrada di Folgaria: l’impianto antincendio non funzionava correttamente

Spettacolo9 ore fa

Per Olivia Newton John funerali di Stato in Australia

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza