Connect with us
Pubblicità

Spettacolo

Con Jurassic World – Il dominio si chiude una saga durata quasi 30 anni

Pubblicato

-

Jurassic World locandina
Pubblicità

Pubblicità

Con Jurassic World – Il dominio si chiude l’era dei dinosauri e dell’uomo inaugurata nel 1990 con il libro di Michael Crichton proseguita poi nel 1993 dal primo film della saga cinematografica diretto a Steven Spielberg.

Avventura, teoria del caos, grandi emozioni e quella infinita capacità che hanno i dinosauri di farci tornare tutti dei bambini con gli occhi colmi di meraviglia. Cosa c’è di più meraviglioso ed elettrizzante di un qualcosa di molto più grande dell’uomo – di noi – che crediamo di avere sotto controllo?

La saga di Jurassic Park è stata una miniera d’oro. Sia i due libri – Jurassic Park (1990) e Il Mondo perduto (1995) – che il film ispirato al primo volume hanno dato inizio ad una vera e propria era. Il primo film – Jurassic Park (1993) è certamente uno di quei film che nessuno potrebbe mai dimenticare. E non solo perché a dirigerlo c’era un incredibile Steven Spielberg. La pellicola è di fatto la prima a fare un uso così massiccio di CGI, ma le recensioni della critica – all’epoca – erano state positive. Gli effetti speciali, la recitazione, la colonna sonora di John Williams e la regia di Spielberg. sono state lodate da tutti e sono valsi al film innumerevoli premi oltre che ben tre Oscar. L’incasso fu di circa 920 milioni di dollari, cifra che portò Jurassic Park ad aggiudicarsi temporaneamente (solo fino al 1997 causa Titanic) il titolo di film con maggiori incassi della storia del cinema.

Pubblicità
Pubblicità

Hanno invece avuto meno successo i sequel della pellicola, ovvero quelli che chiudono quella che sarà poi considerata la prima trilogia della saga (Il mondo perduto – Jurassic Park (1997) e Jurassic Park III (2001)).

Si è partiti con il primo film, con la scoperta di Hammond e delle due isole con i dinosauri. Una riflessione sul senso di onnipotenza dell’uomo, sulla sua avidità e sulla sua terribile incapacità nel comprendere che ogni azione – anche la più minuscola ed insignificante – può in realtà avere delle conseguenze catastrofiche. La prima trilogia si era conclusa nel 2001, con l’evasione di alcuni dinosauri e con il loro seguente adattamento ad un mondo tutto nuovo nella pellicola che aveva visto alla regia Joe Johnston al posto di Spielberg.

Dopo 13 anni, è poi arrivato nei cinema un quarto – atteso – capitolo: Jurassic World (2015). Diretto da Colin Trevorrow, il film ha ricevuto critiche positive, venendo ben apprezzato dai fan della saga particolarmente colpiti dai nuovi effetti speciali ma non troppo dalla trama a colpi quasi prevedibile. Il richiamo alla prima pellicola è molto forte ed evidente: ora l’isola di Hammond ha un parco a tema, con i dinosauri che vengono monitorati e controllati 24 ore al giorno. Anche le tematiche di avidità e egoismo dell’uomo vengono riprese. Anche in questo caso, l’uomo si conferma essere il più spietato a camminare sulla Terra. Di certo non è il più cattivo, il più feroce o il più potente, ma è sicuramente l’animale che meno merita di esistere. Nei laboratori vengono creati dei dinosauri “nuovi”, perfetti per attirare ancora l’attenzione di un pubblico ormai talmente abituato ai dinosauri “vecchi” che ne necessita di nuovi. Un’incoscienza generale ed il senso di onnipotenza dell’uomo ancora una volta solo le leve che portano allo scatenarsi di una prima catastrofe.

Pubblicità
Pubblicità

In Jurassic World – Il regno distrutto (2018), con Juan Antonio Bayona alla regia, la trama non è entusiasmante, ma tra riflessioni animaliste, salvataggi estremi e rappresentazione di un essere umano ormai sempre più corrotto, questo sequel si può considerare buono anche se non eccezionale. Tra nuovi dinosauri sempre più cattivi e ridotti ad essere delle “macchine da guerra”, il finale aveva spianato la strada alla pellicola uscita al cinema di recente: Jurassic World – Il dominio (2022).

Questo terzo film della seconda trilogia ha avuto inizio quattro anni dopo la distruzione di Isla Nublar: ora uomini e dinosauri devono coesistere in questo nuovo mondo. Il trio dei primi film ritorna al fianco dei personaggi più nuovi. Buchi di trama a parte, i dinosauri stessi non hanno poi un ruolo così centrale. Colin Trevorrow torna alla regia e cerca di donare nuovamente una sua impronta alla pellicola che – in ogni caso – è stata forse troppo ambiziosa: non è infatti possibile andare a chiudere ogni storyline, ogni buco di trama di una saga durata 30 anni in poco più di due ore.

Tra ecologia, rievocazione di momenti nostalgici, personaggi vecchi e nuovi, si chiude quindi anche l’ultimo capitolo di una saga che ha fatto sognare grandi e piccini. Resta solo un po’ di amaro in bocca per tutto quello che questa saga avrebbe potuto dare. La mancanza di continuità, di personaggi costruiti in modo solido e di una trama più concreta hanno invece fatto sfumare quasi immediatamente il sogno di tutti i fan di vedere una una conclusione degna di quelle che erano le premesse iniziali.

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Valsugana e Primiero40 minuti fa

Era evaso dai domiciliari, 25 enne del Burkina Faso arrestato a Levico Terme

Val di Non – Sole – Paganella41 minuti fa

La Pro Loco di Tassullo si rinnova: Luca Pilati è il nuovo presidente

Arte e Cultura47 minuti fa

Il Mart a Palazzo Libera e al Parco Guerrieri Gonzaga di Villa Lagarina

Trento2 ore fa

Coronavirus in Trentino: un decesso e 324 contagi nelle ultime 24 ore

Trento2 ore fa

Ancora un incidente nei boschi dell’Altipiano di Brentonico: ferito un boscaiolo 72 enne

Fiemme, Fassa e Cembra2 ore fa

Maltempo in Alta Val di Fassa, dichiarato lo stato di calamità

Val di Non – Sole – Paganella3 ore fa

Anche il Comune di Spormaggiore è “cardioprotetto”

Val di Non – Sole – Paganella4 ore fa

L’Asuc di Tuenno sistema la strada forestale, il consigliere Santini si complimenta col direttivo

fashion4 ore fa

Ecco la donna più desiderata dagli italiani per una «scappatella»

Italia ed estero4 ore fa

Lancia pietre sulle macchine in autrostrada e minaccia di tagliarsi la gola: bloccato col taser 22 enne egiziano

Alto Garda e Ledro5 ore fa

A Ferragosto la solenne celebrazione votiva di Santa Maria Assunta

Rovereto e Vallagarina5 ore fa

Violento scontro tra un furgone e una corriera a Santa Lucia di Ala, ferito un 48 enne

Alto Garda e Ledro5 ore fa

Arco, sospetti bocconi avvelenati in via San Sisto

Val di Non – Sole – Paganella5 ore fa

Orso, diversi avvistamenti a Spormaggiore: le raccomandazioni del sindaco Pomarolli

Val di Non – Sole – Paganella5 ore fa

Brucia una legnaia nella notte in Paganella: i danni sono ingenti

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza