Connect with us
Pubblicità

Trento

Arresti per terrorismo a Rovereto: il ringraziamento di Fugatti e Bisesti ai Carabinieri del ROS

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Stavano organizzando un attentato in in Italia e probabilmente anche in Trentino due giovani incensurati, un uomo e una donna, che sono stati arrestati per associazione con finalità di terrorismo o di eversione dell’ordine democratico, arruolamento ed addestramento con finalità di terrorismo anche internazionale. (qui l’articolo approfondito dell’arresto)

Il GIP del Tribunale di Rovereto il 18 giugno ha disposto la misura della custodia cautelare agli arresti domiciliari, con obbligo di braccialetto elettronico, nei confronti del solo uomo.

Nella decisione sull’applicazione della misura cautelare, l’A.G. è stata determinata dalla necessità di garantire un percorso di deradicalizzazione dell’indagato, nel quale avrà un ruolo fondamentale la famiglia di origine, perfettamente integrata nel tessuto sociale italiano. L’avvicinamento all’ISIS era cominciato in Inghilterra nel 2017.

Pubblicità
Pubblicità

Il ragazzo, perito chimico, è stato addestrato per compiere atti violenti e attentati in Italia. In particolare, stava lavorando alla costruzione di un ordigno esplosivo con acetone, acido citrico, perossido di idrogeno e acido cloridrico. Per la quantità messa da parte era in grado di sintetizzare fino a 400 grammi di sostanza, con una carica esplosiva pari a 300 grammi di tritolo. (clicca qui per vedere il video del loro addestramento)

Dopo la brillante operazione dei carabinieri del Ros sono arrivati prontamente i ringraziamenti del presidente Maurzio Fugatti e dell’assessore all’istruzione Mirko Bisesti. 

Come rappresentante della Provincia autonoma di Trento, e a nome della Giunta provinciale, ma – ne sono certo – anche facendomi interprete dei sentimenti della comunità trentina, desidero ringraziare la Magistratura e le Forze dell’ordine, in questo caso in particolare i Carabinieri, per l’attenta vigilanza che pongono in essere per prevenire fenomeni delittuosi ai danni del nostro Paese. L’inchiesta seguirà il suo corso ma quello che possiamo dire è che ci rassicura sapere che lo Stato e la comunità nazionale possono contare su professionisti preparati e attenti che si impegnano costantemente per la sicurezza di tutti noi. A loro vanno la nostra gratitudine e i complimenti per l’attività svolta“: questo il commento del presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti alla notizia dell’indagine della Procura della Repubblica di Trento e dell’operazione dei Carabinieri nei confronti di due giovani indagati per associazione con finalità di terrorismo o di eversione dell’ordine democratico, arruolamento ed addestramento con finalità di terrorismo anche internazionale.

Pubblicità
Pubblicità
“Un uomo e una donna – dichiara invece Bisesti –  due giovani di origini kosovare nati e cresciuti in Trentino, stavano compiendo da tempo un percorso di radicalizzazione attraverso la propaganda jihadista sul web, sono stati addestrati per compiere atti violenti come progettare un attentato con ordigni esplosivi in nome dell’organizzazione terroristica “Stato Islamico”.  
Nei confronti del terrorismo islamista non si deve mai abbassare la guardia, nemmeno quando le notizie a riguardo ci sembrano distanti e lontane. L’alta professionalità e l’intervento dei Carabinieri del Ros, con il supporto del comando provinciale Trento, del Gruppo di intervento speciale (Gis) e del Raggruppamento investigazioni scientifiche, hanno permesso che i due fanatici islamisti venissero fermati. Per questo motivo ringrazio sinceramente le forze di indagine e di sicurezza per il lavoro svolto e per l’attenzione incessante per la nostra incolumità“. 
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento39 minuti fa

Coronavirus in Trentino: un decesso e 324 contagi nelle ultime 24 ore

Trento47 minuti fa

Ancora un incidente nei boschi dell’Altipiano di Brentonico: ferito un boscaiolo 72 enne

Fiemme, Fassa e Cembra47 minuti fa

Maltempo in Alta Val di Fassa, dichiarato lo stato di calamità

Val di Non – Sole – Paganella1 ora fa

Anche il Comune di Spormaggiore è “cardioprotetto”

Val di Non – Sole – Paganella3 ore fa

L’Asuc di Tuenno sistema la strada forestale, il consigliere Santini si complimenta col direttivo

fashion3 ore fa

Ecco la donna più desiderata dagli italiani per una «scappatella»

Italia ed estero3 ore fa

Lancia pietre sulle macchine in autrostrada e minaccia di tagliarsi la gola: bloccato col taser 22 enne egiziano

Alto Garda e Ledro3 ore fa

A Ferragosto la solenne celebrazione votiva di Santa Maria Assunta

Rovereto e Vallagarina3 ore fa

Violento scontro tra un furgone e una corriera a Santa Lucia di Ala, ferito un 48 enne

Alto Garda e Ledro3 ore fa

Arco, sospetti bocconi avvelenati in via San Sisto

Val di Non – Sole – Paganella4 ore fa

Orso, diversi avvistamenti a Spormaggiore: le raccomandazioni del sindaco Pomarolli

Val di Non – Sole – Paganella4 ore fa

Brucia una legnaia nella notte in Paganella: i danni sono ingenti

Rovereto e Vallagarina7 ore fa

Chiuso l’Hotel Des Alpes di Serrada di Folgaria: l’impianto antincendio non funzionava correttamente

Spettacolo8 ore fa

Per Olivia Newton John funerali di Stato in Australia

Rovereto e Vallagarina8 ore fa

Si terranno sabato 13 agosto a Lonigo i funerali di Willy, il 17 enne annegato nel lago di Lavarone

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza